22 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

ZAFFERANO

Da oggi, è disponibile in digitale “ZAFFERANO”, il primo EP di MATTEO GHIONE che è stato anticipato dall’omonimo brano, uscito il 31 maggio. “ZAFFERANO” è stato prodotto da Groove It Records e realizzato con il contributo di NuovoImaie.

Di seguito la tracklist dell’EP:

  • “ANTISTAMINICO”
  • “BERLINO”
  • “ZAFFERANO”
  • “TRATTOPEN”
  • “KEROSENE”

ANTISTAMINICO” è la traccia di apertura dell’EP. Ispirata al periodo primaverile, quando il desiderio d’estate si fa sempre più intenso, narra la voglia di partire con qualcuno per fuggire dalla città e dimenticare ogni preoccupazione.

Con sonorità che spaziano tra l’indie e l’afrobeat, “BERLINO” trasporta l’ascoltatore in una storia d’amore nata sotto le luci al neon di un locale di Milano. Tuttavia, la relazione tra i due protagonisti è complessa: lei parte per studiare a Berlino e la coppia si interroga sul futuro del loro rapporto. Il testo del brano è stato creato utilizzando frammenti reali di note vocali tratte dalle loro conversazioni.

ZAFFERANO”riflette sulle criticità della società contemporanea, sempre più caotica e frenetica. Le azioni delle persone sono guidate principalmente da interessi personali e sempre meno dall’altruismo o dalla generosità. Le relazioni umane risultano essere superficiali e caratterizzate dalla mediazione tecnologica. Apparire ed essere popolari sui social media quasi diventa l’obiettivo ultimo dell’essere umano.

«Zafferano nasce durante un momento di sfogo mentre riflettevo su questo mondo isterico che ci circonda, dove ciascuno cerca e crede di rappresentare “il nuovo” e il valore dell’individuo si misura in like e visualizzazioni –spiega Matteo Ghione – La realtà è che nulla è davvero originale, tutto si ripete ciclicamente. Tutto è il contrario di tutto e nessuno fa niente per niente».

È online anche il videoclip del singolo visibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=qnWkXY05fEA.

Diretto dal regista Andrea Basile, che vede protagonista lo stesso Matteo Ghione accompagnato da Emanuele Cutrona (basso), Paolo Raia (tastiere) e Alessandro Salerno (batteria). Tra gli attori figurano anche Duke Caccia Navarre, Elizangela Torricelli e Liam Lucci.

«Zafferano è un video volutamente senza trama, uno sfogo di un adulto che desidera tornare bambino e osservare, attraverso i colori della sua anima».

Non sempre l’amore è una favola. A volte può essere il racconto di una realtà cruda e dannosa per le parti, come quella descritta in “TRATTOPEN”. In questo brano viene raccontato l’impatto che un rapporto tossico e travagliato può avere su chi lo vive in prima persona. La complicità all’interno di una coppia può a volte avere un risvolto distruttivo, lasciando ferite indelebili proprio come un trattopen.

KEROSENE” chiude l’EP riflettendo su quel limbo tra passione, desiderio e incertezza in cui ci si trova quando si vorrebbe di più da una relazione ma non si ricevono risposte e conferme. Il titolo del brano richiama proprio ciò che si prova quando un rapporto non è definito, un fuoco che divampa e brucia dentro.

Nato a Rio De Janeiro e cresciuto a Genova, Matteo Ghione è un cantante, chitarrista e percussionista. Grazie alla sua passione e al suo talento, inizia fin da subito ad esibirsi nei club come vocalist e percussionista durante djset, suonando per artisti del calibro di Skin (Skunk Anansie), Bunna (Africa Unite) e Ben dj. Dal 2016 fa parte della band che accompagna il comico e presentatore Andrea Pucci. Con la band ha poi registrato 8 puntate del “BIG SHOW” in onda in prima serata su Italia 1. Oltre ai suoi live da solista, fa parte del “Sherrita Duran Gospel Choir”, il coro con cui ha partecipato nel 2023 alla tournée mondiale di Zucchero “Sugar” Fornaciari alle Terme di Caracalla di Roma e RCF Arena (Campovolo). Il videoclip di “Samurai”, sempre diretto dal regista Andrea Basile all’interno del Carcere di Bollate con la partecipazione straordinaria dei detenuti e della polizia penitenziaria, ha ottenuto diversi riconoscimenti in alcuni festival internazionali, tra cui Ideal International Film Festival (India), Brazil New Visiona Film Festival (Brasile) e Mediterraneo Festival del Corto.