20 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

IL GIUBILEO E I CAMMINI, A KOINÈ PROTAGONISTA IL TURISMO RELIGIOSO

Alla fiera organizzata da Italian Exhibition Group, in corso alla fiera di Vicenza, si è tenuto oggi un convegno specifico nell’ambito della Borsa del Turismo Religioso Internazionale
Per l’edilizia di culto focus sulla sostenibilità energetica
Sedici arazzi unici nel loro genere in esclusiva alla manifestazione per inaugurare la parte dedicata alla liturgia

Vicenza– Seconda giornata per Koinè – International Exhibition for the Religious World, la rassegna internazionale dedicata alla filiera religiosa – organizzata da Italian Exhibition Group con il supporto attivo della CEI e il patrocinio della Diocesi di Vicenza. Giunta alla ventesima edizione, la fiera è in corso fino a domani al quartiere fieristico di Vicenza e ha tra i temi centrali quello del turismo religioso, un trend in crescita.
Anticipando la sesta edizione della Borsa del Turismo Religioso Internazionale (Btri), in programma domani, Koinè ha dedicato oggi un convegno specifico proprio sui “Cammini di fede e il Giubileo 2025” (foto 2 in allegato) . Si va dalla città di Monselice, crocevia di cammini antichi e tappa imprescindibile per chi intraprende la via del pellegrinaggio, alla regione storica della ‘Romagna toscana’, con il suo patrimonio inestimabile tra vie dei pellegrini e antichi eremi. E poi Monte Sant’Angelo e il Cammino di San Michele, le Dolomiti con Belluno e Feltre, il valore storico della Romea Strata e l’Abruzzo con L’Aquila e Lanciano. E molto altro. I percorsi spirituali e devozionali sono una vera leva per la promozione dei territori, delle loro attrazioni naturali e delle bellezze architettoniche, storiche e artistiche. Con un’ottica rivolta al Giubileo 2025, l’appuntamento ha riunito una platea di oltre 60 buyer internazionali di settore per un workshop utile per formulare proposte turistiche condividendo servizi, idee e pacchetti di itinerari di alcune delle principali destinazioni illustrate da un panel di rappresentanti dei territori e delle mete nazionali per i cammini della fede. Sul palco si sono alternate le voci e le presentazioni di Aurelio Pantanali, socio fondatore del Cammino Celeste, Francesca Fama e Riccardo Ghidotti, rispettivamente assessore al turismo del Comune di Monselice e presidente dell’associazione ‘Monselice Città Giubilare e dei Cammini sulle vie dei pellegrini’, Liviana Zanetti, presidente sistema turistico Romagna-Toscana, Don Raimondo Sinibaldi, presidente Associazione Europea Romea Strata, Danilo Ranieri, assessore al turismo del Comune di Lanciano, Rosa Palomba, vice sindaco e assessore Cultura e Turismo del Comune di Monte Sant’Angelo, Alessandra Magagnin, amministratore unico DMO Dolomiti, Lucia Coltamai, dell’Ufficio Pastorale Diocesi Belluno-Feltre, e Sara Alessandrini, blogger di turismo religioso e Cammini.
Nell’ambito degli Stati Generali dell’Edilizia di Culto, altra tematica importante di Koinè, oggi un appuntamento è dedicato alla “Sostenibilità energetica: soluzioni e opportunità in tempo di crisi”: un modo per focalizzarsi sul tema molto attuale del risparmio delle risorse, l’abbattimento delle emissioni inquinanti da parte di un edificio nel suo ciclo di vita, la corretta gestione dei flussi di materiali impiegati e la costruzione e l’utilizzo di fonti rinnovabili.

Le mostre di Koinè
Bellezza e arte sono al centro di queste giornate di fiera, con quattro mostre che vanno dalla maestosità degli arazzi contemporanei alla figura di San Giuseppe, dai vasi sacri alle urne cinerarie. ‘Arazzi Contemporanei dalla Cattedrale di Cosenza’ (foto1 in allegato) , è la rassegna dedicata agli arazzi realizzati per gli 800 anni della Cattedrale di Cosenza. Uniche nel loro genere, le opere sono realizzate da artisti contemporanei come: Stefano Arienti, Vanessa Beecroft, Mariella Bettineschi, Michele Cacciafora, Jan Fabre, Giuseppe Gallo, Goldschmied & Chiari, Debora Hirsch, Ugo La Pietra, Maurizio Orrico, Alfredo Pirri, Michelangelo Pistoletto, Luigi Presicce, Giuseppe Stampone, Grazia Toderi e Vedovamazzei (Simeone Crispina e Stella Scala).
Alla figura di San Giuseppe e alla sua iconografia, è invece dedicata la rassegna ‘Giuseppe: padre, sposo, profugo’, a centocinquant’anni dalla sua proclamazione a Patrono della Chiesa Cattolica, da parte del Beato Pio IX. ‘Vasi Sacri, Arte e design’ e ‘Urne cinerarie d’autore’, sono le altre mostre visitabili in fiera fino a domani.
Per scaricare il catalogo:
https://www.koinexpo.com/koine/2023/mostre-e-bandi/catalogo_mostre_digitale_koine.pdf

I principali appuntamenti di domani
Ripensare gli spazi esterni delle Chiese nel post pandemia
In collaborazione con il Politecnico di Torino, l’Ufficio Liturgico Nazionale, l’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Conferenza Episcopale Italiana e sotto gli auspici del Dicastero Pontificio della Cultura e l’Educazione, si terrà domani l’appuntamento ‘Ripensare nel post pandemia gli spazi esterni per la comunità: Luoghi aggregativi, celebrativi, devozionali ’, che ha l’obiettivo di raccogliere nuovi spunti di ricerca e suggerimenti circa gli spazi esterni delle chiese. Se la pandemia ha infatti reso necessario un utilizzo in emergenza di questi luoghi fruendo di spazi all’aperto che permettessero un adeguato distanziamento, ora nel post pandemia è opportuno coglierne le peculiarità e valorizzarli all’interno della quotidianità dei momenti di fede.
Nuova vita per gli edifici di culto dismessi o in disuso
Questo il titolo di un convegno, all’interno degli Stati Generali dell’Edilizia di Culto, che ha l’obiettivo, di focalizzare l’attenzione, attraverso un’introduzione teologico-liturgica ed una panoramica di quanto accade in Germania da oltre un ventennio, sull’opportunità che la conservazione delle Urne Cinerarie può costituire per la Chiesa italiana, nel recupero, custodia e valorizzazione dei luoghi precedentemente utilizzati per il culto.