30 Gennaio 2023

Zarabazà

Solo buone notizie

“VOGLIAMO LA PACE PER TUTTI I BAMBINI” LETTERINE NATALIZIE E GIOCHI IN DONO DAGLI ALUNNI DELLA SCUOLA RITA BORSELLINO DI PALERMO


Un accorato stop alla guerra, desideri e classici giochi nelle buste destinate al Polo Nord dai piccoli studenti del plesso Ferrara di piazza Magione e consegnate alla speciale postina.
Ai bambini del quartiere Kalsa andranno i loro giochi donati.

Palermo– Un momento atteso, immancabile, eppure accolto sempre con sorpresa ed entusiasmo come solo i bambini sanno fare. Anche quest’anno torna l’appuntamento con le letterine di Natale, che a Palermo ha visto coinvolti i piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo Rita Borsellino di piazza Magione. Centinaia le buste colorate raccolte stamani da una speciale postina, provvista di un grande sacco per l’occasione, accolta all’ingresso del plesso Ferrara da una folla di alunni in trepidante attesa.


Nelle lettere che Alessia Inzerillo – in servizio in Poste Italiane presso il centro di distribuzione di Sperone – si occuperà di “consegnare al Polo Nord”, il desiderio più grande e quasi unanime è quello della “pace per tutte le persone che in questi giorni vivono la guerra”, come ha scritto la piccola Marica. Segnati dalle immagini e dalle notizie di cronaca di questi ultimi mesi, i più piccoli hanno mostrato uno straordinario coinvolgimento emotivo e una forte preoccupazione per i coetanei che non potranno passare un Natale felice.
“Caro Babbo Natale, io voglio che i grandi ricordino di essere stati bambini” scrive Simone, con parole che suonano quasi come un ammonimento. “Voglio che i bambini non soffrano più – continua -, che i poveri non siano più poveri, che questa guerra finisca e che le persone imparino ad amarsi e rispettarsi, nonostante le diverse culture e tradizioni”.
Al fianco delle immancabili richieste di regali, il desiderio di gentilezza è un altro tema ricorrente nelle lettere dei piccoli alunni: “Vorrei la felicità e lo stare bene per tutti i bambini – scrive ancora Maria Celeste-, adulti e anche a tutte le persone cattive del mondo sperando che diventino gentili”.


Ma non sono state raccolte solo letterine. Gli alunni della scuola Rita Borsellino, infatti, hanno voluto fare un gesto di solidarietà portando con sé anche un proprio giocattolo da donare ad altri bambini. Così, Edoardo ha portato un gioco e un libro anche da parte del suo fratellino, mentre Francesco mostra orgoglioso il grande orso di peluche, prima di inserirlo del grande sacco della postina. Insieme ad altre decine di pacchetti, i giochi appartenuti ai bambini avranno così nuova vita e un nuovo piccolo proprietario. Per la tappa palermitana, i doni saranno destinati ai bambini che frequentano l’istituto Artigianelle Figlie di Sant’Anna di piazza Kalsa.
L’iniziativa si inserisce nel progetto tutto siciliano “Ri-giochiamo”, alla quale Poste Italiane ha dato il proprio supporto logistico, curato dall’associazione Uno@Uno e che oltre a far felici i bambini promuove la cultura della sostenibilità attraverso il riutilizzo di giocattoli usati.