8 Dicembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Alosi, intervista sul nuovo singolo Downtown feat Stevie Culture

Fuori dal 20 ottobre per la Tempesta Dischi il nuovo singolo di Alosi in featuring con il reggae internazionale Stevie Culture, artista giamaicano. “Il reggae per molti è la normale evoluzione del rock. Per me è stato il genere in grado di traghettarmi fuori dagli ultimissimi anni e non solo dalla pandemia. La musica, il messaggio e la spiritualità del genere sopravvivono ancora oggi per chi è in grado di ascoltare“, afferma l’artista.

Alosi è qui con noi per presentare il suo ultimo singolo Downtown in collaborazione con Stevie Culture. Cosa ti aspettavi da questo brano e cosa invece non tu aspettavi? Sei soddisfatto?

Sono molto soddisfatto perché non mi aspettavo di lavorare a uno stile musicale così lontano dal mio punto di partenza. Questo lavoro è stato spinto dalle energie delle persone che mi hanno sostenuto e spesso trascinato nel mio vortice creativo. Ho creato un nuovo mondo musicale e delle nuove amicizie. Mi sarei aspettato qualche critica in più da parte di chi mi conosce bene e invece non ancora.

Tu sei la voce de Il pan del diavolo, band con all’attivo cinque album. Questo progetto ha in qualche modo un collegamento con il tuo singolo da solista?

L’immaginario delle mie canzoni si evolve nel tempo ma come si dice il frutto non cade mai troppo lontano dall’albero. Anche dal vivo suono ancora alcune canzoni che hanno fatto provare delle emozioni importanti a me e a chi le ha ascoltate, ogni tanto è giusto tirarle fuori.

E con Stevie Culture come è nata la collaborazione?

La tipica casualità che è così assurda che non può essere casuale. Scoperto online e nel giro di due giorni lavoravamo a distanza dalla Lombardia alla California.

La tua passione per il reggae come nasce?

Si tratta di una passione recente scoperta grazie ai musicisti con cui sono stato a contatto nel 2020 e 2021. Mi hanno aperto tante strade musicali e fatto approfondire cose su cui ero passato solo superficialmente.

Parlando di collaborazioni con chi ti piacerebbe lavorare in futuro?

Ho in cantiere un po’ di materiale nuovo che uscirà per Tempesta Dischi e mi piacerebbe fare un viaggio musicale a Cuba. Forse è in quella direzione che cercherei una nuova collaborazione.