28 Novembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

CLARINETTO PROTAGONISTA SULLE ONDE DI DEBUSSY CON L’ORCHESTRA DELLA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Il M° Christopher Franklin torna a Verona dopo sedici anni per dirigere un programma dedicato a Debussy con il clarinetto di Giampiero Sobrino, prima parte dell’Orchestra areniana.

Oltre al celeberrimo La Mer, in prima esecuzione il concerto-fantasia di Galante ispirato all’opera di Verdi

9° Concerto

Venerdì 11 novembre · ore 20.00

Sabato 12 novembre · ore 17.00

Teatro Filarmonico di Verona

I tre imperdibili schizzi sinfonici di Debussy dedicati al Mare sono preceduti da due pagine inedite per il Teatro Filarmonico: la Rapsodia per clarinetto e orchestra dello stesso francese e il concerto-fantasia Invano morte desio del contemporaneo Carlo Galante. Li esegue il primo clarinetto areniano Sobrino e il maestro statunitense Franklin, che qui ha debuttato giovanissimo nel 2006.

Un sottile filo lega l’ultimo programma sinfonico di maggio con la ripresa della Stagione autunnale: il pubblico del Teatro Filarmonico può assistere al passaggio di testimone avvenuto nella musica francese di fine ‘800, dal grande “padre” Franck (nel bicentenario) a Fauré, fino a Ravel e Debussy, quest’ultimo protagonista del concerto del prossimo fine settimana, l’11 e il 12 novembre. Sono infatti due composizioni di Claude Debussy (1862-1918) ad incorniciare il 9° appuntamento sinfonico: se La Mer rimane un must per esecutori e ascoltatori, molto più raro è l’ascolto della Première Rhapsodie per clarinetto e orchestra. Scritta tra il 1909 e il 1910 con l’accompagnamento del solo pianoforte come brano d’obbligo agli esami d’ammissione al Conservatorio parigino, fu orchestrata poco dopo dal compositore stesso: pur essendo una pagina indispensabile nel repertorio dei clarinettisti, Giampiero Sobrino, prima parte dell’Orchestra di Fondazione Arena, lo esegue a Verona per la prima volta.

A seguire, lo stesso solista è protagonista di una pagina contemporanea espressamente a lui dedicata: Invano morte desìo è un concerto-fantasia per clarinetto e orchestra del vivente Carlo Galante (Trento 1959). Si tratta di una composizione del 2015 ispirata esplicitamente all’assolo che apre il terzo atto dell’opera La Forza del destino di Verdi, piccolo capolavoro sinfonico incastonato all’interno di un melodramma più celebre per le prodezze richieste agli interpreti vocali. Galante porta lo spettatore nelle mente di Don Alvaro e immagina che il tema con cui il personaggio entra in scena sia il frutto di una tormentata veglia in cui ripercorre la sua avventurosa e sfortunata vita: dal dormiveglia emerge il tema verdiano, cui seguono cinque variazioni, fino alla virtuosistica coda che conclude il brano nella migliore tradizione delle pagine concertanti.

Conclude il programma uno dei brani sinfonici più importanti e giustamente celebri della storia della musica: La Mer. Debussy era già noto come compositore “impressionista” grazie al (simbolista) Preludio al pomeriggio di un fauno da Mallarmé e ai Tre Notturni orchestrali. Queste aspettative, e la vetta appena raggiunta nell’opera Pelleas et Mélisande, furono deluse alla prima esecuzione ai Concerts Lamoureux del 1905. L’autore era già oltre: «Cerco di fare “altro” – diciamo delle realtà – che gli imbecilli chiamano “impressionismo”, un termine che viene usato del tutto a sproposito, soprattutto dai critici d’arte, i quali non esitano ad affibbiarlo a Turner, il più grande pittore di “mistero” che l’arte abbia mai avuto!». Così La Mer sembra una sinfonia in tre movimenti in Re bemolle, densissima di ritmi, definiti ma fugaci, e rimandi tematici, celati dall’orchestrazione finissima e luminosa come non mai: non una narrazione o una rappresentazione pittorica del mare, quanto piuttosto una ri-creazione del mare attraverso un viaggio interiore, non solo emotivo e sinestetico. Debussy amava molto il mare, felice ricordo d’infanzia, e lo ricreò con questa composizione dopo due anni di lavoro certosino: oggi è considerato un capolavoro indiscusso e ineguagliato del suo autore e dell’epoca. A dirigere l’Orchestra della Fondazione Arena nella complessa partitura è Christopher Franklin, maestro di San Francisco dalla carriera internazionale, assente da Verona dal 2006, da sempre molto attivo anche in Italia nel repertorio sinfonico tanto quanto nell’opera.

Il 9° concerto debutta venerdì 11 novembre alle 20.00 (turno di abbonamento A), con un programma musicale di 60 minuti circa più un intervallo, e replica sabato 12 novembre alle 17.00 (turno B). Per legge, non è più necessaria la certificazione Covid-19 (Green Pass) né l’uso della mascherina. La Stagione Artistica 2022 prosegue al Teatro Filarmonico con l’ultimo concerto sinfonico (25 e 26 novembre) e con l’opera La Bohème in dicembre. È già disponibile e in vendita tutto il calendario 2023: una Stagione più ricca che mai, con dodici appuntamenti sinfonici e programmi inediti, a cui è possibile abbonarsi a prezzi convenienti.

Anche per l’autunno 2022 tornano le iniziative di Arena Young, rivolte a studenti e personale di scuole, università, accademie. È confermato il Ritorno a teatro, percorso di avvicinamento alla musica proposto dalla Fondazione Arena di Verona. Il mondo della Scuola potrà assistere alle rappresentazioni in cartellone al Teatro Filarmonico, con l’opportunità di partecipare ad un Preludio un’ora prima dello spettacolo: un momento di approccio al linguaggio musicale del concerto, che avrà luogo nella prestigiosa Sala Maffeiana. Si può partecipare al Preludio per il 9° concerto sinfonico venerdì 11 novembre alle 19. Informazioni e prenotazioni: scuola@arenadiverona.it – tel 045 8051933, Ufficio Formazione

Informazioni: Ufficio Stampa Fondazione Arena di Verona – Via Roma 7/D, 37121 Verona

tel. (+39) 045 805.1861-1905-1891-1939

ufficio.stampa@arenadiverona.it – www.arena.it

BIGLIETTERIA ARENA DI VERONA Via Dietro Anfiteatro 6/b, 37121 Verona

Aperta da lunedì a venerdì 10.30 – 16.00 | sabato 9.15 – 12.45 | Tel. 045 596517

BIGLIETTERIA TEATRO FILARMONICO Via dei Mutilati 4/k, 37121 Verona

Aperta due ore prima dello spettacolo | Tel 045 8002880

Punti vendita TicketOne.it

biglietteria@arenadiverona.it

Call center (+39) 045 8005151 ∙ www.arena.it

Novità di biglietteria: sono disponibili nuovi mini-CARNET di FINE STAGIONE, per offrire agli spettatori una scelta ancora più ampia e flessibile tra i programmi preferiti nell’offerta artistica della Fondazione Arena di Verona al Teatro Filarmonico.

Carnet 2 CONCERTI di VENERDÌ – Posto unico numerato € 44 per 2 date:

9° CONCERTO – venerdì 11 novembre ore 20.00

10° CONCERTO – venerdì 25 novembre ore 20.00

È naturalmente sempre possibile acquistare i biglietti singoli per ogni data della Stagione Artistica 2022:

PREZZI BIGLIETTI LIRICA Platea LIRICA 1^Galleria LIRICA 2^Galleria SINFONICA Posto unico numerato

INTERO € 64 € 41 € 30 € 26

RIDOTTO € 54 € 34 € 25 € 22

RIDOTTO OVER 65 € 44 € 28 € 20 € 17

RIDOTTO UNDER 30 € 24 € 15 € 11 € 10