28 Novembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Canarie e cultura, oltre al mare c’è di più


Sculture, opere architettoniche e paesaggi naturali rendono l’arcipelago un’opera d’arte da ammirare e conoscere. Ecco una carrellata dei luoghi simbolo della cultura di queste isole, che hanno ispirato tanti artisti e poeti

Le Isole Canarie hanno una grande ricchezza culturale che si è formata nei secoli, frutto della commistione tra la storia indigena e quella dei tanti popoli transitati da questo arcipelago. Nel passato più recente, molti artisti contemporanei hanno infatti scelto le isole come “location” per le loro creazioni, dando vita a dei veri e propri musei a cielo aperto.
Modernità e storia fuse insieme
San Cristóbal de la Laguna, fondata a Tenerife nel 1497, era l’antica capitale delle Isole Canarie: oggi il suo centro storico è stato riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’Umanità. Passeggiare per le strade di ciottoli significa farsi trasportare indietro nel tempo. La conformazione di questa città segue una disposizione geometrica ordinata con un centro da cui si dipartono le vie principali a formare la rosa dei venti, uno stile popolare durante il periodo della scoperta delle Americhe che influenzerà molte città coloniali.
Il modernismo, che fuse insieme tradizioni artigianali e concezioni più aggiornate dell’art nouveau, è lo stile architettonico iconico delle Canarie. Ognuno può scorgerlo in Calle de Triana, passeggiando nella capitale di Gran Canaria. Esempi architettonici coloniali sono tipici ancora nel quartiere di Vegueta. La stessa tradizione è anche comune in Calle Real a Santa Cruz de la Palma, capoluogo dell’isola di La Palma.
Coloro che vogliono assaporare la cultura locale e conoscerne più da vicino la storia, possono invece recarsi a Las Palmas de Gran Canaria dove c’è il caffè Gabinete Literario, esempio di edificio modernista. Costruito al tempo di Isabella II (1844), è nella posizione migliore per scorgere dalla terrazza lo storico hotel Madrid, il luogo in cui il Generale Franco dormì la notte nel 1936 prima di iniziare il colpo di stato che diede origine alla guerra civile spagnola e alla dittatura. Per gli appassionati della storia contemporanea, la camera dove dormì Franco in questo hotel è la numero tre, ed è molto richiesta dai turisti.


Centri culturali, case museo e gallerie d’arte
Nell’arcipelago ci sono più di cinquanta edifici di particolare interesse artistico. Ad esempio, La Casa de Colon (la casa di Cristoforo Colombo) nel capoluogo di Gran Canaria. TEA Tenerife Performing Arts Space, a Santa Cruz de Tenerife è un altro luogo degno di nota, così come l’Atlantic Centre for Modern Art e La Regenta a Las Palmas de Gran Canaria. Il Museo di Arte Contemporanea Eduardo Westerdalh, nella capitale di Tenerife, è un altro sito chiave per un tour, così come il Museo di Storia di Arrecife nel Castello di San Gabriele. Inoltre, gli amanti della cultura potrebbero prendere in considerazione la possibilità di fermarsi al Museo dell’Isola di La Palma e alla Casa Museo Alfar a El Hierro. In luoghi come quelli sopra menzionati, i turisti possono sperimentare opere di artisti regionali, nazionali e internazionali come Óscar Domínguez, César Manrique, Manolo Millares, Antonio Padrón, Cristino de Vera, Pepe Dámaso e Néstor Martín Fernández de la Torre.


La storia delle Canarie tra pirati e conquistatori
Pirati e corsari costituiscono una parte importante della storia delle Canarie. Rocche, torri ed edifici difensivi possono essere visitati a Santa Cruz de Tenerife, Las Palmas de Gran Canaria e Santa Cruz de la Palma. Da queste torrette si gode di una vista spettacolare sull’oceano.
Le Canarie sono state anche l’ultimo porto sicuro della Corona di Castiglia e dell’Impero spagnolo prima che i naviganti facessero il lungo viaggio verso il continente americano, attraversando l’Oceano Atlantico. Ulteriori esempi della marineria locale possono essere conosciuti visitando zone storiche come il Castillo de Santa Catalina a Santa Cruz de La Palma, il Castillo de la Luz a Las Palmas de Gran Canaria e la Casa de Los Coroneles a Fuerteventura.


Architettura contemporanea
Oltre ad essere un centro di storia antica, le Isole ospitano anche importanti attrazioni architettoniche contemporanee. Ci sono bellissimi edifici progettati da famosi architetti: ad esempio l’auditorium high tech “Adán Martín” di Tenerife, costruito su progetto di Santiago Calatrava, che ospita la stagione concertistica, e l’edificio del governo locale di Gran Canaria, influenzato nella sua forma da Le Corbusier, costruito da Miguel Martín-Fernández de la Torre. A Las Palmas de Gran Canaria, invece, c’è la straordinaria Torre Woermann di Joaquín Casariego, costruita nei primi anni 2000 per ospitare servizi pubblici, appartamenti e uffici. Nella stessa città si trova la passerella Onda Atlántica, che collega la spiaggia di Las Canteras con la zona del porto, progettata dagli architetti Javier Haddad e Ramón Checa insieme a Luis González e Carlos Fuente.
Set ideale per le produzioni cinematografiche e per ammirare le stelle
Nell’arcipelago, l’industria cinematografica internazionale negli ultimi anni ha preso sempre più piede, tanto che società come Netflix e Movistar sempre più spesso scelgono queste isole come set in cui girare le loro produzioni. Non solo. Grazie ai colori del cielo, terso e pulito, le isole rappresentano anche un ottimo punto per il posizionamento di alcuni fra i telescopi più avanzati del mondo, come quelli che si trovano a La Palma e Tenerife. Motivo questo che spiega anche perché sulle isole siano diversi i musei dedicati alla scienza e alla tecnologia, ad esempio quello di Las Palmas de Gran Canaria, che offre ai visitatori l’opportunità di avvicinare adulti e ragazzi alle stelle, all’universo e alle galassie.

Canarie e cultura, oltre al mare c’è di più
Sculture, opere architettoniche e paesaggi naturali rendono l’arcipelago un’opera d’arte da ammirare e conoscere. Ecco una carrellata dei luoghi simbolo della cultura di queste isole, che hanno ispirato tanti artisti e poeti

Le Isole Canarie hanno una grande ricchezza culturale che si è formata nei secoli, frutto della commistione tra la storia indigena e quella dei tanti popoli transitati da questo arcipelago. Nel passato più recente, molti artisti contemporanei hanno infatti scelto le isole come “location” per le loro creazioni, dando vita a dei veri e propri musei a cielo aperto.
Modernità e storia fuse insieme
San Cristóbal de la Laguna, fondata a Tenerife nel 1497, era l’antica capitale delle Isole Canarie: oggi il suo centro storico è stato riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’Umanità. Passeggiare per le strade di ciottoli significa farsi trasportare indietro nel tempo. La conformazione di questa città segue una disposizione geometrica ordinata con un centro da cui si dipartono le vie principali a formare la rosa dei venti, uno stile popolare durante il periodo della scoperta delle Americhe che influenzerà molte città coloniali.
Il modernismo, che fuse insieme tradizioni artigianali e concezioni più aggiornate dell’art nouveau, è lo stile architettonico iconico delle Canarie. Ognuno può scorgerlo in Calle de Triana, passeggiando nella capitale di Gran Canaria. Esempi architettonici coloniali sono tipici ancora nel quartiere di Vegueta. La stessa tradizione è anche comune in Calle Real a Santa Cruz de la Palma, capoluogo dell’isola di La Palma.
Coloro che vogliono assaporare la cultura locale e conoscerne più da vicino la storia, possono invece recarsi a Las Palmas de Gran Canaria dove c’è il caffè Gabinete Literario, esempio di edificio modernista. Costruito al tempo di Isabella II (1844), è nella posizione migliore per scorgere dalla terrazza lo storico hotel Madrid, il luogo in cui il Generale Franco dormì la notte nel 1936 prima di iniziare il colpo di stato che diede origine alla guerra civile spagnola e alla dittatura. Per gli appassionati della storia contemporanea, la camera dove dormì Franco in questo hotel è la numero tre, ed è molto richiesta dai turisti.
Centri culturali, case museo e gallerie d’arte
Nell’arcipelago ci sono più di cinquanta edifici di particolare interesse artistico. Ad esempio, La Casa de Colon (la casa di Cristoforo Colombo) nel capoluogo di Gran Canaria. TEA Tenerife Performing Arts Space, a Santa Cruz de Tenerife è un altro luogo degno di nota, così come l’Atlantic Centre for Modern Art e La Regenta a Las Palmas de Gran Canaria. Il Museo di Arte Contemporanea Eduardo Westerdalh, nella capitale di Tenerife, è un altro sito chiave per un tour, così come il Museo di Storia di Arrecife nel Castello di San Gabriele. Inoltre, gli amanti della cultura potrebbero prendere in considerazione la possibilità di fermarsi al Museo dell’Isola di La Palma e alla Casa Museo Alfar a El Hierro. In luoghi come quelli sopra menzionati, i turisti possono sperimentare opere di artisti regionali, nazionali e internazionali come Óscar Domínguez, César Manrique, Manolo Millares, Antonio Padrón, Cristino de Vera, Pepe Dámaso e Néstor Martín Fernández de la Torre.


La storia delle Canarie tra pirati e conquistatori
Pirati e corsari costituiscono una parte importante della storia delle Canarie. Rocche, torri ed edifici difensivi possono essere visitati a Santa Cruz de Tenerife, Las Palmas de Gran Canaria e Santa Cruz de la Palma. Da queste torrette si gode di una vista spettacolare sull’oceano.
Le Canarie sono state anche l’ultimo porto sicuro della Corona di Castiglia e dell’Impero spagnolo prima che i naviganti facessero il lungo viaggio verso il continente americano, attraversando l’Oceano Atlantico. Ulteriori esempi della marineria locale possono essere conosciuti visitando zone storiche come il Castillo de Santa Catalina a Santa Cruz de La Palma, il Castillo de la Luz a Las Palmas de Gran Canaria e la Casa de Los Coroneles a Fuerteventura.
Architettura contemporanea
Oltre ad essere un centro di storia antica, le Isole ospitano anche importanti attrazioni architettoniche contemporanee. Ci sono bellissimi edifici progettati da famosi architetti: ad esempio l’auditorium high tech “Adán Martín” di Tenerife, costruito su progetto di Santiago Calatrava, che ospita la stagione concertistica, e l’edificio del governo locale di Gran Canaria, influenzato nella sua forma da Le Corbusier, costruito da Miguel Martín-Fernández de la Torre. A Las Palmas de Gran Canaria, invece, c’è la straordinaria Torre Woermann di Joaquín Casariego, costruita nei primi anni 2000 per ospitare servizi pubblici, appartamenti e uffici. Nella stessa città si trova la passerella Onda Atlántica, che collega la spiaggia di Las Canteras con la zona del porto, progettata dagli architetti Javier Haddad e Ramón Checa insieme a Luis González e Carlos Fuente.
Set ideale per le produzioni cinematografiche e per ammirare le stelle
Nell’arcipelago, l’industria cinematografica internazionale negli ultimi anni ha preso sempre più piede, tanto che società come Netflix e Movistar sempre più spesso scelgono queste isole come set in cui girare le loro produzioni. Non solo. Grazie ai colori del cielo, terso e pulito, le isole rappresentano anche un ottimo punto per il posizionamento di alcuni fra i telescopi più avanzati del mondo, come quelli che si trovano a La Palma e Tenerife. Motivo questo che spiega anche perché sulle isole siano diversi i musei dedicati alla scienza e alla tecnologia, ad esempio quello di Las Palmas de Gran Canaria, che offre ai visitatori l’opportunità di avvicinare adulti e ragazzi alle stelle, all’universo e alle galassie.