10 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Tesmec SpA: Il CdA approva la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022, che registra una forte crescita di fatturato, risultati operativi ed utili

Principali Risultati Consolidati relativi ai primi sei mesi dell’esercizio 2022 (vs 1° semestre 2021):

  • Ricavi: 113,3 milioni di euro, in incremento rispetto ai 96,9 milioni di euro al 30 giugno 2021;
  • EBITDA[1]: 18,7 milioni di euro,in crescita rispetto ai 13,7 milioni di euro al 30 giugno 2021;
  • EBIT: 8,0 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 2,9 milioni di euro al 30 giugno 2021;
  • Utile Netto: 7,9 milioni di euro, in aumento rispetto agli 1,0 milioni di euro al 30 giugno 2021, anche grazie ad un positivo impatto dell’andamento valutario;
  • Indebitamento Finanziario Netto[2]: 133,1 milioni di euro, in aumento sia rispetto ai 121,0 milioni di euro del 31 dicembre 2021 sia rispetto ai 119,4 milioni di euro al 31 marzo 2022 in particolare a seguito dell’incremento del capitale circolante;
  • Portafoglio Ordini Totale: 285,2 milioni di euro, in aumento sia rispetto ai 284,2 milioni di euro al 31 dicembre 2021 sia rispetto ai 270,2 milioni di euro al 30 giugno 2021.

Outlook e ulteriore rafforzamento strategico/organizzativo:

  • Confermate le Guidance 2022: attesi ricavi superiori a 240 milioni di euro, un EBITDA percentuale superiore al 16%, EBIT e risultato netto in linea con le attese del mercato con una riduzione dell’Indebitamento Finanziario Netto;
  • Ulteriore rafforzamento del top management: nomine di Marco Paredi a Director della Business Unit Trencher, di Ruggero Gambini a Chief Financial Officer e Dirigente Preposto e di Caterina Caccia Dominioni a General Counsel del Gruppo.

Grassobbio (Bergamo), 5 agosto 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Tesmec S.p.A. (EURONEXT STAR MILAN: TES) (“Tesmec” o la “Società”), società a capo di un gruppo leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree, interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di dati e di materiali (petrolio e derivati, gas e acqua), nonché di tecnologie per la coltivazione di cave e miniere di superficie, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Ambrogio Caccia Dominioni, ha esaminato e approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2022, che registra i migliori risultati semestrali della sua storia, confermando il trend di crescita e consolidamento dei principali indicatori, grazie al contributo dei settori Rail ed Energy e alla ripresa del mercato americano per il settore Trencher. In aumento la marginalità, nonostante il contesto di incertezza legato alle spinte inflazionistiche sul costo di acquisto dei materiali e della componente energetica. Per far fronte a tali variazioni Tesmec ha comunque già avviato le azioni necessarie, operando sulle efficienze, sull’innovazione e sull’adeguamento dei prezzi di listino di vendita e conducendo le contrattazioni con le stazioni appaltanti nel caso di contratti di fornitura di medio-lungo periodo. La variazione dell’indebitamento finanziario netto rispetto alla chiusura del precedente periodo di riferimento è riconducibile all’incremento del capitale circolante netto per far fronte alle criticità presentatesi sul mercato degli approvvigionamenti nell’ambito dei flussi logistici e dei noli.

Il Presidente e Amministratore Delegato Ambrogio Caccia Dominioni ha commentato: “Tesmec ha registrato il semestre migliore nella sua storia con una crescita di tutti gli indicatori economici di riferimento, nonostante un contesto internazionale ancora incerto a causa delle tensioni associate al conflitto in Ucraina, dell’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia e dalle criticità sulle catene di approvvigionamento. L’aumento della posizione finanziaria netta nel periodo è legato alla variazione del capitale circolante netto per far fronte alle problematiche logistiche e di fornitura. Il settore Trencher ha conseguito buone performance sul mercato americano e sul mercato mediorientale. Il settore Ferroviario ha confermato il trend di rafforzamento del business a livello internazionale e il settore Energy sta registrando interessanti prospettive grazie a nuovi prodotti tecnologici. Oggi sempre di più l’attività del Gruppo è guidata dall’innovazione sostenibile, con attenzione particolare all’elettrificazione degli equipaggiamenti per minimizzare l’impatto ambientale e alla diagnostica e digitalizzazione per incrementare la sicurezza delle infrastrutture. La sostenibilità è una sfida, ma anche una grande opportunità ed è per questo che la nostra strategia mira all’integrazione dei principi ESG nelle azioni di medio-lungo periodo. Sono quindi in programma azioni per misurare le esternalità del nostro Gruppo con l’obiettivo di intraprendere azioni volte alla sempre maggiore riduzione della nostra impronta di carbonio. Confermiamo le previsioni per l’esercizio 2022 e le linee guida del Piano Industriale 2020-2023, con aspettative positive in riferimento al risultato netto. Nel secondo semestre confidiamo, inoltre, in una riduzione dell’indebitamento finanziario netto.

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2022

Al 30 giugno 2022, il Gruppo Tesmec ha realizzato Ricavi consolidati pari a 113,3 milioni di euro, in forte incremento rispetto ai 96,9 milioni di euro al 30 giugno 2021. Tale variazione è principalmente riconducibile alle performance dei settori Ferroviario e Trencher. In particolare, al 30 giugno 2022 sono stati registrati ricavi da vendite di prodotti per 70,9 milioni di euro, in aumento rispetto ai 62,3 milioni di euro al 30 giugno 2021, e ricavi per prestazioni di servizi e per i lavori in corso pari a 42,4 milioni di euro, in aumento rispetto ai 34,6 milioni di euro al 30 giugno 2021. La ripresa dei volumi è concentrata nei settori Trencher e Rail. Il settore Energy rimane stabile ma con un migliore mix.

Risultati al 30 giugnoRicavi delle vendite e delle prestazioni
(importi In migliaia di euro)20222021Variazione 22 vs 21
Trencher66.57758.879+13,1%
Incidenza su Ricavi Consolidati58,8%60,7% 
Ferroviario23.04814.506+58,9%
Incidenza su Ricavi Consolidati20,3%15,0% 
Energy23.62923.517+0,5%
Incidenza su Ricavi Consolidati20,9%24,3% 
Consolidato113.25496.902+16,9%

In dettaglio, i Ricavi del settore Trencher al 30 giugno 2022 ammontano a 66,6 milioni di euro, in crescita rispetto ai 58,9 milioni di euro al 30 giugno 2021, grazie alla ripresa del mercato americano e più in generale all’avvio dei piani di sviluppo e ripresa nei Paesi in cui opera il Gruppo, nonostante uno scenario economico caratterizzato dalle difficoltà nel reperimento dei materiali e dall’incremento dei prezzi di acquisto. Al 30 giugno 2022 il portafoglio ordini del settore Trencher risulta pari a 75,3 milioni di euro (in diminuzione rispetto agli 82 milioni di euro al 30 giugno 2021).

Il settore Ferroviario registra Ricavi al 30 giugno 2022 pari a 23,0 milioni di euro, in aumento rispetto ai 14,5 milioni di euro registrati al 30 giugno 2021. La crescita conferma il trend di rafforzamento del business generato da progetti a più alto valore aggiunto legati ai prodotti di diagnostica e dai progetti generati fuori dal perimetro nazionale. Nel settore ferroviario il portafoglio ordini confermato al 30 giugno 2022 risulta pari a 100,7 milioni di euro (in diminuzione rispetto ai 107,1 milioni di euro al 30 giugno 2021).

Per quanto riguarda il settore Energy, i Ricavi al 30 giugno 2022 ammontano a 23,6 milioni di euro, in linea rispetto ai 23,5 milioni di euro realizzati al 30 giugno 2021. In particolare, il segmento Tesatura registra ricavi per 16,1 milioni di euro, in linea rispetto ai 16,1 milioni di euro al 30 giugno 2021, mentre il segmento Energy-Automation consegue ricavi pari a 7,6 milioni di euro, in leggero miglioramento rispetto ai 7,4 milioni di euro al 30 giugno 2021, nonostante le difficoltà registrate nel reperimento della componentistica elettronica e dei semiconduttori dal Far East.  Le attività commerciali del settore hanno registrato una forte accelerazione con un portafoglio ordini confermato che al 30 giugno 2022 risulta pari a 109,2 milioni di euro (rispetto agli 81,1 milioni di euro al 30 giugno 2021), di cui 86,6 milioni di euro riferibili al segmento Energy-Automation e 22,6 milioni di euro riferibili al segmento Tesatura.

A livello geografico, il Gruppo Tesmec registra una migliore contribuzione delle vendite in Italia guidate dai settori Ferroviario e Energy e, in generale, una conferma del ruolo primario del mercato americano ed europeo. L’area medio-orientale migliora la sua performance nel periodo e dovrebbe confermare un ulteriore rafforzamento nei prossimi trimestri.

L’EBITDA risulta pari a 18,7 milioni di euro, in aumento rispetto ai 13,7 milioni di euro al 30 giugno 2021. In particolare, il settore Trencher contribuisce alla generazione di marginalità grazie alla performance del mercato mediorientale, americano e neozelandese; il settore Rail partecipa alla formazione del margine grazie al miglior mix generato da progetti a più alto valore aggiunto ed alla diversificazione geografica, mentre il settore Energy, pur essendo quello che ha risentito maggiormente delle criticità relative alla catena di fornitura, mantiene i livelli di marginalità grazie ad un miglior mix di prodotto ed alla vendite generate nelle aree geografiche a più alto valore aggiunto come Australia e Stati Uniti.

Il Risultato Operativo (EBIT) al 30 giugno 2022 risulta pari a 8,0 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto ai 2,9 milioni di euro al 30 giugno 2021.

I proventi finanziari netti del Gruppo Tesmec al 30 giugno 2022 sono pari a 3,4 milioni di euro, rispetto ad un valore negativo per 1,1 milioni di euro al 30 giugno 2021. Nel periodo, il Gruppo ha registrato utili su cambi per circa 5,3 milioni di euro, principalmente non realizzati, generati dal rafforzamento del dollaro e delle valute ad esso correlate.

L’Utile Netto al 30 giugno 2022 è pari a 7,9 milioni di euro, in aumento rispetto agli 1,0 milioni di euro al 30 giugno 2021.

L’Indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2022 è pari a 133,1 milioni di euro, in aumento sia rispetto ai 121,0 milioni di euro al 31 dicembre 2021 sia rispetto ai 119,4 milioni di euro al 31 marzo 2022, a causa dell’incremento del capitale circolante netto in conseguenza delle incertezze negli approvvigionamenti dei materiali e della componentistica e nelle spedizioni dei prodotti finiti. Si ricorda che tale valore include, tra le altre passività finanziarie, diritti d’uso (IFRS 16) per circa 24,9 milioni di euro, principalmente legati all’immobile di Grassobbio e alla flotta Trencher utilizzata per i noleggi.

Il Portafoglio ordini al 30 giugno 2022 si attesta a 285,2 milioni di euro – dei quali 100,7 milioni di euro riferiti al settore Ferroviario, 75,3 milioni di euro al settore Trencher e 109,2 milioni di euro al settore Energy (di cui 86,6 milioni di euro riferibili al segmento Energy-Automation e 22,6 milioni di euro riferibili al segmento Tesatura) in aumento sia rispetto ai 284,2 milioni di euro al 31 dicembre 2021 sia rispetto ai 270,2 milioni di euro al 30 giugno 2021. Tale risultato conferma la forte presenza del Gruppo in settori strategici e con alte potenzialità correlate ai processi di transizione energetica, digitale e green facenti capo ai Recovery Plan varati dai Governi deiPaesi in cui Tesmec opera.

Si riportano di seguito i dati finanziari sintetici:

(importi In milioni di euro)Consuntivo 2022.1HConsuntivo 2021.1HVariazione 22 vs 21
Ricavi113,396,916,9%
Ebitda18,713,736,5%
Ebitda Margin16,5%14,2% 
Ebit8,02,92x
Risultato Netto7,91,07x
Indebitamento finanziario netto133,1118,59,8%

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

Il primo semestre 2022 ha visto una ripresa delle attività economiche e contestualmente un incremento costante e significativo del tasso di inflazione, quest’ultimo dovuto principalmente alle difficoltà riscontrate dalle catene di approvvigionamento, al conflitto Russo-Ucraino ed ai rincari registrati nel settore energetico e delle materie prime. Le principali banche centrali tra cui la Federal Reserve hanno pianificato e/o applicato politiche monetarie restrittive riducendo le immissioni di liquidità nel sistema economico-finanziario e incrementando i tassi di interesse, al fine di contenere l’inflazione. Dato l’attuale contesto macro-economico e le politiche monetarie, le aspettative di crescita dell’economia globale sono state riviste al ribasso, ma sempre comunque in ripresa dato il perseguimento dei piani nazionali a supporto dello sviluppo di progetti infrastrutturali, di transizione energetica e di digitalizzazione.  

Alla luce di quanto esposto, sulla base del consolidamento dei business di riferimento e dei risultati registrati nel primo semestre, il Gruppo Tesmec conferma le previsioni per l’esercizio 2022, già fornite al mercato lo scorso 10 maggio: fatturato consolidato 2022 superiore ai 240 milioni di euro, EBITDA percentuale superiore al 16%, un risultato netto in crescita ed una riduzione dell’Indebitamento Finanziario Netto. Nel settore Trencher il Gruppo prosegue il suo rafforzamento sul mercato americano e mediorientale, sfruttando il trend generato dai settori industriali di riferimento, e nel corso del secondo semestre prevede la ripresa delle attività mining nei Paesi africani in cui opera. Nel settore Rail, Tesmec prosegue nel suo processo di diversificazione geografica e di proposizione di tecnologie a più alto valore aggiunto, mentre nel settore Energy il Gruppo conferma il suo percorso di rafforzamento in aree geografiche a più alto contenuto tecnologico, con una gamma di soluzioni integrate a più alta marginalità.

Il Gruppo Tesmec conferma, quindi, le linee guida del Piano 2020-2023, corroborato dalla performance del primo semestre e delle attività in corso. Tesmec, infatti, è attiva in settori che stanno beneficiando di nuovi investimenti e di politiche di sviluppo volte a rafforzare le infrastrutture fondamentali dei principali Paesi. Il business del Gruppo è concentrato in settori strategici che presentano estrema vivacità e significative prospettive di crescita.  Nel settore Trencher sono previsti ingenti investimenti per la realizzazione delle reti di telecomunicazione e la digitalizzazione, oltre che investimenti legati allo sviluppo del settore mining. Il settore Ferroviario sta beneficiando di un importante incremento degli investimenti per ridurre la congestione della circolazione dei veicoli su gomma e per incrementare la mobilità sostenibile, oltre che per la manutenzione delle linee con l’obiettivo di garantire la sicurezza del trasporto ferroviario. Nel settore Energy si conferma il passaggio all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, con adeguamento delle reti elettriche alle nuove esigenze che ne derivano.

Gli obiettivi sopra esposti sono stati sviluppati nella logica che non si assista ad un ulteriore peggioramento delle condizioni macroeconomiche e/o ad una deriva del confitto russo-ucraino.

SOSTENIBILITA’

La sfida della sostenibilità rappresenta una delle priorità strategiche del Gruppo, che ha intrapreso un percorso volto all’integrazione dei principi ESG nel proprio modello di business.

Tesmec è stata confermata leader della Sostenibilità: il Gruppo è nella lista delle 200 aziende italiane più sostenibili, pubblicata a maggio su Il Sole 24 Ore in collaborazione Statista.

La strategia di sostenibilità di Tesmec è in linea con gli SDGs (Sustainable Development Goals) delle Nazioni Unite e ha definito le priorità del Gruppo in termini ESG. In particolare, le linee guida del piano di sostenibilità mirano alla progettazione di una governance di sostenibilità, incentivano l’incremento della quota di soluzioni tecniche green & digital, pongono particolare attenzione alle questioni climatiche e favoriscono il rafforzamento del rapporto col territorio e benessere delle risorse umane.

Verranno inoltre intensificate le azioni per misurare le esternalità del Gruppo con l’obiettivo di ridurre l’impronta di carbonio.

NUOVE NOMINE

Tesmec S.p.A. annuncia, inoltre, l’ulteriore rafforzamento del proprio Top Management con la nomina di Marco Paredi a Director della Business Unit Trencher, di Ruggero Gambini a Chief Financial Officer e Dirigente Preposto alla Redazione dei Documenti Contabili Societari, in sostituzione di Marco Paredi, e di Caterina Caccia Dominioni a General Counsel del Gruppo.

Per quanto riguarda la nuova posizione assunta quale Direttore della Business Unit Trencher, Marco Paredi, nel Gruppo dal 2015, svolgerà un ruolo chiave nella definizione della strategia del Gruppo e guiderà lo sviluppo della principale Business Unit di Tesmec.

“A Marco spetterà un compito molto importante in un momento di grandi trasformazioni del settore” – ha commentato il Presidente e Amministratore Delegato Ambrogio Caccia Dominioni  “Siamo convinti quindi che saprà guidare il cambiamento, cogliendo appieno tutte le opportunità di un mercato in continua evoluzione, garantendo una gestione efficiente e puntuale”. “Sono orgoglioso di ricoprire questo nuovo ruolo, sfidante e al contempo molto stimolante” ha dichiarato Marco Paredi. “Dopo aver maturato significative esperienze manageriali in ambito amministrativo-finanziario, poter esprimere le mie competenze direzionali nella Business Unit principale del Gruppo è senz’altro molto stimolante. Il mio impegno è orientato a promuovere un’innovazione continua e sostenibile e grazie al supporto della mia squadra sono sicuro che potremo raggiungere importanti obiettivi di crescita.”

A seguito della nomina di Marco Paredi a Director della Business Unit Trencher, Ruggero Gambini è stato quindi nominato nuovo Chief Finance Officer e Dirigente Preposto alla Redazione dei Documenti Contabili Societari del Gruppo. Ruggero Gambini dopo una prima esperienza, tra il 2000 e il 2022, in qualità di Business Process Re-engineering in A2A ha lavorato in lsagro, gruppo italiano della chimica-farmaceutica, dove ha lavorato nelle aree di Controllo Gestione, Pianificazione, Finanza e lnvestor Relations, fino a ricoprire la carica di CFO a partire dal 2012.

Nell’ambito dell’ulteriore rafforzamento del Top Management di Tesmec, è stato istituito il ruolo di General Counsel di Gruppo, affidato all’Avv. Caterina Caccia Dominioni, che lavora per il Gruppo dal 2009. L’Avv. Caterina Caccia Dominioni sarà responsabile di un Ufficio Legale di Gruppo composto da 4 professionisti, molto esperti nei settori di attività in cui il Gruppo opera.

RUSSIA

Il Gruppo Tesmec, nell’ambito della propria consolidata offerta di prodotti e servizi, ha sviluppato soluzioni e tecnologie specifiche per il territorio russo che tuttavia hanno offerto un contributo limitato al fatturato consolidato nell’ultimo esercizio 2021 (nell’intorno del 2%). Si ricorda infatti, che Tesmec S.p.A. controlla al 100% la società di diritto russo O.O.O. Tesmec RUS, con sede a Mosca, che nel corso degli anni ha sviluppato una presenza commerciale e di offerta di servizi principalmente per il settore Energy. In merito agli eventi recenti e alle conseguenti sanzioni e limitazioni alle operazioni commerciali con la Russia, il management team di Tesmec sta monitorando costantemente la situazione al fine di poter effettuare valutazioni circa la futura operatività della controllata russa nel pieno rispetto delle regole comunitarie ed internazionali.

EVENTI DI RILIEVO AVVENUTI NEL PERIODO DI RIFERIMENTO

In data 21 aprile 2022 si è riunita in sede ordinaria, in unica convocazione, l’Assemblea degli Azionisti di Tesmec S.p.A., che ha approvato il Bilancio di Esercizio al 31 dicembre 2021 e la destinazione del Risultato Netto. Nel corso dell’Assemblea è stato, quindi, presentato il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2021 del Gruppo Tesmec e le relative relazioni, compresa la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario 2021. L’Assemblea degli Azionisti ha, altresì, nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di Tesmec S.p.A., confermando Ambrogio Caccia Dominioni quale Presidente, eletto il nuovo Collegio Sindacale, confermando Simone Cavalli quale Presidente, ha approvato le deliberazioni inerenti alla relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti ai sensi dell’articolo 123-ter del D. Lgs. 58/1998 e dell’art. 84-quater del Regolamento Consob n. 11971/1999 e, infine, autorizzato un nuovo programma di acquisto e disposizione di azioni proprie.

Sempre in data 21 aprile 2022 si è, altresì, riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione di Tesmec che ha confermato Ambrogio Caccia Dominioni, già Presidente della Società, anche quale Amministratore Delegato. Il Consiglio, inoltre, ha conferito le deleghe e i poteri, ha confermato Gianluca Bolelli quale Vice Presidente ed ha provveduto al rinnovo dei Comitati Interni.

In data 30 maggio 2022 Tesmec ha comunicato che Cerved Rating Agency, agenzia italiana specializzata nella valutazione del merito di credito di imprese non finanziarie, ha confermato il rating solicited “B1.2” assegnato alla Società.

In data 16 giugno 2022 il Consiglio di Amministrazione della Società ha deliberato di modificare la composizione del Comitato per la Remunerazione e le Nomine al fine di garantire la massima aderenza alle raccomandazioni del Codice di Corporate Governance di Borsa Italiana S.p.A. Il Comitato per la Remunerazione e le Nomine risulta pertanto composto dai seguenti membri: Emanuela Teresa Basso Petrino, in qualità di Presidente, Antongiulio Marti e Simone Andrea Crolla.

In data 29 giugno 2022 Tesmec ha comunicato di essere entrata ufficialmente a far parte del registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

PRINCIPALI EVENTI SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL PERIODO DI RIFERIMENTO

In data 28 luglio 2022 Tesmec ha sottoscritto un contratto di finanziamento pari ad Euro 10 milioni con Ver Capital. Tale finanziamento ha una durata di 6 anni con un periodo di pre-ammortamento di 3 anni.

Azioni proprie

Alla data del presente comunicato la Società detiene n. 4.711.879 azioni proprie, pari al 0,777% del Capitale Sociale. L’importo è invariato rispetto al 31 marzo 2022.