18 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

A tu per tu con Valentina Caturelli

Come hai iniziato a fare musica?
Ho iniziato a cantare da piccolissima, cantavo sempre e devo questa passione a mio padre perché a casa nostra c’era musica 24 ore su 24, in quanto ai tempi era un dj di una piccola radio a Livorno. A 7 anni la mia maestra di musica mi disse che ero molto intonata e mi chiese di partecipare al coro delle voci bianche che dirigeva. La cosa mi piacque molto, fino a che verso i 14 anni ho capito che mi sarebbe piaciuto continuare come solista, a questo punto scelsi di prendere lezioni di canto privato ed è iniziato questo percorso che ha preso la mia vita completamente.

Come descrivereste “Scintilla l’anima” in 3 parole?

Fresca, vivace e scintillante

Cosa porta la musica nella tua vita?

La musica ormai è la mia vita, sono io e senza non saprei che fare. La musica è di certo gioia ma come ogni cosa non ha solo momenti belli, devi sopportare momenti veramente down per ritrovare poi una Te migliore.

Ci racconti la tua esperienza a “Tali e Quali” in tv?

E stata una esperienza bellissima e intensa, abbiamo avuto poco tempo per fare tutto anche perché era la prima edizione. È stato bello lavorare con Manuela Aureli perché oltre alla bravura è una persona veramente simpatica e alla mano, lo stesso vale per il coreografo Fabrizio Mainini e il vocal coach Matteo Becucci che mi hanno fatto sentire da subito a mio agio. In più è stato bello conoscere persone con la stessa passione, abbiamo creato un bel gruppo.