19 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

PER LA PRIMA VOLTA A BARI “BLUB. L’ARTE SA NUOTARE”

BLUB totem e banner mostra baltica

LA PREVIEW DELLA MOSTRA AL MUSEO CIVICO

APERTURA AL PUBBLICO DAL 1° LUGLIO AL 28 AGOSTO

Il Museo Civico, dopo il grande successo ottenuto l’estate scorsa con Lediesis, continua nel segno della street art. Anche quest’anno le sale del museo saranno animate da un importante artista del panorama italiano, Blub, ormai famoso anche oltre i confini nazionali.

La sua arte gentile colora le strade delle città, cercando angoli dimenticati per ritrarre icone di tutti i tempi, riproposte con la maschera da sub: dalla Venere di Botticelli alla Gioconda, da Giuseppe Verdi a Dante Alighieri, da Van Gogh a Dalì, sono tanti i personaggi che, tra realtà e finzione, sono stati rappresentati dallo street artist Blub.

Deciso a non rivelare al pubblico la propria identità, Blub ha fatto incursione nei centri storici di tante città e borghi italiani, arrivando ad esporre nelle istituzioni più prestigiose, dal Museo Archeologico, Nazionale di Napoli fino al Louvre, e finalmente approda anche a Bari.

L’esposizione “Blub. L’arte sa nuotare”, in programma al Museo Civico, nasce dalla proficua collaborazione tra le curatrici, Carla Bru e Maria Paternostro, e lo staff del museo ed è patrocinata dal Comune di Bari.

La mostra è stata progettata e pensata per Bari e la sua storia. Città di mare, porto importante nel cuore del Mediterraneo, Bari è stata luogo di passaggio di mercanti pellegrini, invasori e grandi dominazioni. Da queste suggestioni nascono nuovi soggetti per la mostra, che arricchiscono il suo repertorio di opere, come la duchessa di Milano Isabella d’Aragona ritratta spesso dai grandi pittori della storia dell’arte italiana. Isabella, molto amata dai baresi, favorì grandi opere pubbliche e l’apertura di accademie dando avvio al Rinascimento barese.

Blub presenterà dipinti originali e stampe fine art realizzate appositamente per questa esposizione in un suggestivo allestimento, coerente con i temi classici della sua arte che permette al visitatore di tuffarsi, letteralmente, in una dimensione evocativa in equilibrio tra passato e presente.

Anche il magnifico spazio della terrazza panoramica del museo sarà allestito da pannelli raffiguranti altre opere di Blub presenti nelle strade delle città italiane e non solo.

E anche a Bari, Blub lascerà la sua firma: la mostra uscirà dal museo per arrivare in strada. Cittadini e turisti potranno divertirsi, anche questa estate, andando alla ricerca delle sue opere o farsi piacevolmente sorprendere dai suoi personaggi più celebri immersi in un mare di bollicine.

La mostra sarà inaugurata domani, giovedì 30 giugno, alle ore 11, nel corso di una preview riservata alla stampa alla quale interverranno l’assessora alle Culture e al Turismo Ines Pierucci e la consigliera delegata alla promozione del patrimonio culturale Micaela Paparella.

BLUB L’arte sa nuotare sarà aperta al pubblico dal 1° luglio al 28 agosto, secondo gli orari del museo: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle ore 17 alle 20; sabato dalle ore 9.30 alla 13.30; domenica dalle ore 17 alle 20.

Il biglietto d’ingresso al museo (intero 5 €, ridotto 3 €) comprende la visita alla mostra. La prenotazione è necessaria solo per i gruppi superiori a 10 visitatori.

Info: 080 5772362, info@museocivicobari.it, www.museocivicobari.it.

Blub. L’arte sa nuotare

“Nonostante ci si possa trovare in un mare di difficoltà, nella vita abbiamo sempre le risorse per imparare a nuotare. L’arte è una di queste risorse”, commenta Blub, “L’acqua è il mio elemento. Dall’acqua nasce la vita, è il lato nascosto della materia. Quando sei immerso, l’istante si ferma e non c’è peso, mentre i pensieri fluiscono in una dimensione sospesa. Per questo, ripropongo i personaggi che hanno trasmesso un esempio di grandezza in grado di sopravvivere ancora oggi, proprio sotto l’acqua, senza tempo”.

Blub ha iniziato la sua attività nell’autunno del 2013 a Cadaqués, in Catalogna, nel paesino di pescatori particolarmente amato anche da Salvador Dalì; nel novembre dello stesso anno, ha omaggiato il quartiere fiorentino di San Niccolò in occasione dell’anniversario dell’alluvione.

Venezia, Roma, Ravenna, Lucca, Pisa, Mantova, ma anche Barcellona, Amsterdam, Stoccolma, Lisbona e persino Rio de Janeiro sono state le tappe del suo viaggio creativo, che ha avuto un’eco internazionale testimoniata dalla copertina dedicata, da Vanity Fair nel 2017, a questa particolare esperienza di street art.

Personali

Parla con i muri – Le Murate – Firenze (2017)

Blub – Galleria Uovo alla Pop – Livorno (2018)

Blub a Pistoia – Lo Spazio di via dello Spizio – Pistoia (2018)

L’arte sa nuotare – Museo Archeologico Nazionale di Napoli (2019)

Collettive

Clet & Friends – The Cappeleschi Gallery – Knokke Heist Belgio (2014)

Me & Sea – Messina (2015)

Fuori dalle macerie – Santa Verdiana – Firenze (2016)

Parla con i muri #queer – Cinema La Compagnia – Firenze (2016)

Unity Wanted – Street Levels Gallery – Firenze (2016)

Street Art – Villa San Michele – Fiesole (2017)

Geniale! Gli invasori dell’arte – MOCA – Montecatini (2018)

Into the Water – Casalbuttano (2018)

Urban City Art – Pinacoteca Civica – Follonica (2019)

Leonardo Vive – Museo Ideale Leonardo da Vinci – Vinci (2019)

Leonardo & Monnalisa – Ex Convento Leopoldine – Firenze (2019)

Leonardo 500 – Villa La Versiliana – Marina di Pietrasanta (2019)

Veni Vidi Vinci – Fluctuart Centre d’art urbain – Parigi (2019)

Sous lr Street Art, le Louvre – Galleria Artrust – Lugano (2020)

Nature has Nature – Galleria Uovo alla Pop – Livorno (2020)

Andy Warhol e la New Pop – Villa Bertelli – Forte dei Marmi (2022).