19 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Per un nuovo concetto di villeggiatura: la valle Alesa in Sicilia 

Partendo da un paese di antica fondazione che ha dato natali a personaggi ricordati nella storia per le loro gesta militari (è il caso di Albamonte che ha partecipato alla disfida di Barletta) o per importanti eventi scientifici come il Principe Castelli che di fatto ha fondato la biblioteca regionale siciliana  presso i Gesuiti a Palermo e che è stato tra i primi ad occuparsi di archeologia e di numismatica, oppure di altri personaggi che si sono occupati delle Valle come Cicerone, avvocato della città di Halesa Arconidea ( ai tempi considerata la più ricca città di Sicilia) , da cui appunto le verrine, quello che vi proponiamo è un  soggiorno in un paese Motta D’affermo, per scoprire la valle.

Qui, il soggiorno vi consentirà di scoprire una valle che dai tempi dei greci e dei romani ha avuto una  importanza strategica ed il cui porto di cui non abbiamo più notizie se non tramite Cicerone era uno dei principali caricatori per Roma.

Di Halesa arconidea potrete visitare gli scavi. 

Sicuramente  una città popolosa e ricchissima tant’è che poi nel Medioevo si è articolata in tanti paesi.  

Tusa Motta Pettineo Castel di Lucio Mistretta Reitano Santo Stefano di Camastra che costituiscono infatti la Valle.

Una città talmente ricca da potersi permettere di pagare una parcella ad un avvocato del calibro di Cicerone nella causa contro Verre, da cui appunto le Verrine. 

La valle, grazie al lavoro degli uomini e alla ricchezza della sua natura consente al visitatore di scoprirne le essenze ( ad esempio olio ed origano da cui il cd pane cunzatu”) ed il gusto che ci riportano a quei sapori antichi e genuini, a quei paesaggi di campagna e di collina che tanto sono stati i primi avamposti  della cultura della villeggiatura ( gia presente in epoca Romana con gli Ozi di Gaeta e di Ponza ecc)  

Vi proponiamo quindi un nuovo concetto di villeggiatura che è quella di conoscere la valle della Alesa alternando mare archeologia  collina con le opere della Fiumara d’arte del maestro Antonio Presti che rappresentano certamente il segno di una modernità che quando nacque ebbe difficoltà ad affermarsi ma che dopo 40 anni possiamo certamente riconoscere com’è il segno e storia dell’uomo del 1900 . 

Girare tra le opere della Fiumara d’arte, muoversi se si vuole a dorso di mulo, fermarsi sotto la piramide a contemplare il sole o il silenzio sono occasioni ed opportunità che la villeggiatura nella Valle della Alesa vi offrirà .

Un modo, tante opportunità per  realizzare un concetto personale di villeggiatura.. appunto quella personale!

La piramide viene aperta al solstizio d’estate e le immagini che vi proponiamo fanno riferimento a questo ma è possibile chiedere visite private o di organizzare eventi che la pongano come merita al centro considerato che è al di sopra del resto  Vi aspettiamo a Motta D’affermo, nella Valle dell’Alesa, in Sicilia