27 Giugno 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Venerdì 24 giugno a FORLÌ (FC) e sabato 25 giugno a FAENZA (RA), come anteprima del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, “MARATONA MUSICALE PER LA PACE”.

Venerdì 24 giugno presso La Birreria di FORLÌ (FC) e sabato 25 giugno presso La Birreria di FAENZA (RA), a partire dalle ore 20.00, si terrà la “MARATONA MUSICALE PER LA PACE” a cura del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore dei profughi di guerra accolti dalla Caritas di Faenza.

«Con questa maratona proseguono gli impegni di solidarietà del MEI – dichiara Giordano Sangiorgi, patron del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti – Abbiamo sempre messo al centro, prima di tutto, l’impegno sociale e civile unito alla musica. La maratona musicale per la pace e per sostenere i profughi di guerra, secondo le linee del Papa, è per noi molto importante. Le tantissime adesioni pervenute ci fanno capire che il mondo della musica è tutto schierato contro la guerra».

Due giorni in cui si esibiranno artisti e band del territorio faentino e romagnolo, tra cui gli EasyPop che porteranno sul palco “Terra di Libertà”, una canzone dedicata al popolo ucraino realizzata insieme al cantante ucraino, ora profugo in Italia, Lyubomir Zgurskyy. La serata sarà aperta dalla musica rom e sinti del compositore Alexian Santino Spinelli.

«Con il cuore straziato – dichiara Gian Luca Fiorentini, leader degli EasyPop – speriamo che queste parole possano dare un po’ di forza a chi, in queste ore, in questi giorni, sta soffrendo immensamente, nascosto nei sotterranei o in fuga verso altro paesi. Vi siamo vicini».

Gemelli, Ruggero Ricci, Gloriadaicapellibiondi, Merysse, Florilegio, Marcello Romeo, Moreno Lombardi con gli Arancia Meccanica, Work in Progress, Dates e EasyPop sono gli artisti presenti venerdì presso La Birreria di FORLÌ (Viale Italia, 12).

Invece, sabato 25 giugno presso La Birreria di Faenza (Via Granarolo, 17) si esibiranno Sara Calamelli, Francesco Gilioli, Gabriele Andrini, Laura Lo Buono, Matilde Pestillo, Emoji of Soul, Claudio Toschi, Cesare Barolini, Francesco Chiari, Giorgia Montevecchi, Tupamaros, Cerchi Sonori, Emil Spada e Lyubomir Zgurskyi. Apriranno la serata Alexian Spinelli Duo.

Per aderire all’iniziativa con interventi, letture, performance musicali e di altro tipo, è possibile scrivere al seguente indirizzo mail: segreteria@materialimusicali.it.

Il MEI, la più importante rassegna della musica indipendente italiana, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi, si terrà il 30 settembre, l’1 e il 2 ottobre nelle piazze centrali di Faenza (RA). Tre giorni di concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi e palchi faentini, aggiungendo contenuti Extra MEI online, dirette streaming e contenuti esclusivi sul sito e sulle pagine social ufficiali della manifestazione che festeggia i suoi primi 25 anni. L’edizione di quest’anno è dedicata a Ivan Graziani, scomparso 25 anni fa.

Fin dalla prima storica edizione, il MEI,  la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Diodato, Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Brunori Sas, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax, e tantissimi altri) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come Ermal Meta, Fulminacci, Lo Stato Sociale, Ghali, I Cani, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo e tanti altri). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e più recentemente i Måneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime e uniche esibizioni in un festival indipendente fuori da Roma. Durante i suoi 27 anni di attività il MEI, con le sue edizioni ufficiali insieme alle tante edizioni speciali (a Bari, Roma e in altre città), ha registrato un totale di 1 milione di presenze, la partecipazione di 10mila artisti e band dal vivo, 5mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana. Anche quest’anno il MEI trasformerà Faenza per tre giorni in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente. Verranno selezionate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane, e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la Penisola e selezionati da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival,dal circuito di AIA – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air. Quest’estate, inoltre, il MEI 25 realizzerà vari eventi in anteprima in diverse città italiane come Procida, Capitale della Cultura, Rimini e tante altre.

Il MEI 2022 è realizzato con il contributo di Comune di Faenza, Regione Emilia-Romagna, Emilia Romagna Music Commission, AFI – Associazione Fonografici Italiani, La BCC Ravennate Forlivese e Imolese, Confesercenti Ravenna,  ERCultura, Camera di Commercio di Ravenna, SIAE, Nuovo IMAIE, Lazio Sound, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Unione Romagna Faentina. Inoltre collaborano Terapia Artistica Intensiva, Esibirsi, SIEDAS, It-Folk e La Squadra per la Musica.