25 Giugno 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Intervista a Bosco: “Scrivo più per me che per gli altri, Cremonini mi ha segnato”

Cosa vuoi comunicare attraverso la tua arte e la tua musica? 

Quello che cerco di comunicare è il mio mondo interiore, le sensazioni, le situazioni, il quotidiano e il particolare. Scrivo più per me che per gli altri, ma sapere che in qualche modo sfioro i sentimenti della gente con quello che canto mi da uno strano senso di comprensione che mi fa sentire meno solo. Io scrivo per liberarmi, e se riesco a liberare anche qualcun altro mi sento bene.

La tua musica pensi abbia aiutato qualcuno o in parte abbia salvato te stesso?

La mia musica non mi ha ancora salvato ma ci sta provando in ogni modo, forse mai ci riuscirà perché non mi conoscerò mai abbastanza per essere salvato da qualcosa che nasce da me. Per lo meno, questo è quello che penso ora. Mi è stato detto più volte che con una mia canzone sono riuscito ad aiutare qualcuno in un momento difficile e io non potrei esserne più felice, nonostante io non scriva per aiutare nessuno: non mi sento di poter essere portavoce di un aiuto che sto ancora cercando io stesso. Se succede, succede. 

Qual è la canzone che ti ha cambiato la prospettiva di vita? Hai degli artisti preferiti? 

Tra tutte penso che la canzone che più mi ha cambiato facendomi anche sentire il bisogno e la voglia di scrivere sia “La Nuova Stella di Broadway” di Cesare Cremonini. Già dal primo ascolto avevo percepito qualcosa di più in quella canzone, riesce a portarmi dentro il suo mondo tramite immagini vivide e sensoriali. I miei artisti preferiti, sia italiani che stranieri, da cui spesso traggo ispirazione, sono Battisti, Gazzelle, Coez, Harry Styles, Blanco, Shawn Mendes. 

Qual è la cultura di riferimento musicale a cui ti ispiri? 

Mi ispiro molto all’indie pop italiano per quanto riguarda la scrittura, mentre mi spingo più sul versante elettronico e sperimentale per il sound, grazie anche all’aiuto dei produttori con cui ho il piacere di collaborare.

Oltre alla musica ti occupi di altro? 

Oltre al mio progetto musicale insegno canto e chitarra in due scuole di musica, mente durante l’estate cerco qualche lavoro part-time per poter sostenere le spese delle produzioni a cui sto lavorando.