5 Luglio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Zanira, intervista: “Il mio animo gipsy si esprime nella musica”

Ciao, da cosa è dovuta la scelta del tuo nome d’arte?

La fusione delle iniziali del mio cognome e del mio nome ha portato a questo nome. Mi è subito piaciuto perché rimanda al mio animo un po’ gipsy che nella vita quotidiana trova poco spazio di espressione, ma emerge quando lascio andare la mia parte artistica e istintiva.

Di cosa parla il nuovo singolo Reason?

Reason parla della fugacità di quei momenti di consapevolezza, in cui mi connetto con la mia parte più profonda, in cui tutto diventa improvvisamente più chiaro e piango per l’emozione di ritrovarmi.

Chi ha realizzato la copertina e come questa scelta?

Una mia grande amica Valeria Iamele fa disegni con acquerelli e china che fin da subito mi avevano colpito. Per questo ho chiesto a lei di creare la copertina dei primi singoli.

A maggio esce il tuo primo disco, che cosa dobbiamo aspettarci?

L’album contiene due canzoni in inglese, le prime che ho scritto, prodotte dal musicista Mattia Tavani e 5 canzoni in italiano prodotte da RGBprisma. Ho scelto di chiamare l’album “Risvegli” perché ogni canzone di questo album è stato un piccolo risveglio di una parte di me prima un po’ sopita, che pian piano si sta risvegliando e dispiegando.

Scrivi sia in italiano che in inglese, quale lingua ritieni più congeniale e quale differenze hai constatato?

Inizialmente l’ inglese mi riusciva più semplice e credo si trattasse di una forma di protezione, una piccola barriera messa tra le mie parole e chi le avrebbe ascoltate. Ma poi ho vinto il blocco e ho scoperto che la mia lingua mi permette di essere più libera, di giocare, di raccontare e di esprimermi più a fondo.