2 Dicembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

“Avisini che spettacolo!”: i Fool Arcana si aggiudicano la vittoria

Ci hanno fatto ridere, emozionare, cantare e ballare, li abbiamo guardati con gli occhi grandi e lucidi: i 13 talenti selezionati dalla giuria sono stati questo, un turbinio e un vorticare di emozioni ci hanno accompagnandoci fino alla finalissima del contest “Avisini che spettacolo!”, tenutasi sabato 7 maggio in Piazza Città di Lombardia, Milano. A vincere il contest sono i “Fool Arcana”, la band di Milano che con il loro sound jazz sono stati in grado di raggiungere e conquistare il voto di tutti i giudici, ricordandoci quanto l’arte, in sé e per sé, sia motore primordiale e principale veicolo di emozioni.

Il secondo e terzo posto per Diorama e TES, i talenti di Milano e Lodi che si sono dimostrati essere grandi artisti, impeccabili nelle loro esibizioni capaci di trascinare il pubblico presente.

Ed è proprio l’umanità trasmessa dal vincitore, i “Fool Arcana”, e dalla loro arte una delle caratteristiche fondamentali per la famiglia di Avis Regionale Lombardia, elemento indispensabile per un buon donatore e valore morale degno di nota e rilievo. L’appuntamento di sabato è stato un momento anche per sensibilizzare e far scoprire l’attività di Associazione che pone le proprie basi su donatori volontari e sulla completa gratuità del servizio: è proprio grazie all’umanità di queste persone, all’efficienza dello staff Avis e agli incentivi e al supporto di Regione Lombardia che l’Associazione riesce a garantirsi una completa autonomia e a perseverare nella sua solida e strutturata attività.

Un grande successo per la prima edizione del contest “Avisini che spettacolo!”: a seguire l’evento, tramite la diretta streaming sui canali social, sono state quasi 400 persone. A rendere però possibile questa competizione artistica, inserita nell’ambito della Civil Week 2022, è stato il lavoro congiunto con il partner istituzionale Regione Lombardia, insieme al media partner Radio Number One.

L’origine del contest si deve a Ilaria, madrina della competizione artistica che, il 23 giugno 2019 ha perso il fratello Pietro e che per 15 ore ha avuto bisogno di litri e litri di trasfusioni tra sangue e piastrine per cercare di restare in vita, tentando l’impossibile per salvarlo. È solo grazie alla donazione anonima che le è stato permesso di stare insieme al fratello qualche ora in più per salutarlo. Per questo in occasione del suo compleanno ha avviato una raccolta fondi volta a sensibilizzare i giovani alla donazione. Ed è proprio grazie ai fondi raccolti da Ilaria che Avis Regionale Lombardia ha potuto mettere in palio i tre premi per gli artisti vincitori. “Non c’è un momento in cui questa mancanza non sia una presenza costante che cammina ogni giorno accanto a me, ma potrebbe non essere così per qualcun altro in futuro.”scrive Ilaria con grande emozione“Per questo ho deciso di fare qualcosa affinché le condizioni di partenza siano le migliori possibili per tutti. Il contest “Avisini che spettacolo!” è un progetto di sensibilizzazione volto al riconoscimento, da parte di sempre più persone, dell’importanza di donare il sangue”.

“Una bellissima iniziativa, che Regione Lombardia ha voluto sostenere con convinzione – dichiara Stefano Bolognini, Assessore Regionale allo Sviluppo Città Metropolitana, Giovani e Comunicazione -, così come sostiene e continuerà a sostenere le attività di Avis Regionale Lombardia. L’esperienza del contest “AVISINI che spettacolo!” è stata importante e positiva proprio perché i protagonisti sul palco sono stati i giovani. Faccio i miei complimenti ai vincitori, ma il fatto che tanti ragazzi e ragazze abbiano deciso di partecipare al contest è già di per sé un successo e, soprattutto, la testimonianza inequivocabile delle loro grandi capacità, creatività, voglia di fare. Regione Lombardia è al loro fianco e continuerà a sostenerli, valorizzarli e raccontarli, dando loro opportunità e occasioni di essere davvero protagonisti”.

“Il contest è stato pensato come momento di condivisione, capace di creare coesione e unità, non solo tra la grande famiglia di Avis Regionale Lombardia ma tra tutta la popolazione lombarda.” – ha dichiarato Oscar Bianchi, Presidente di Avis Regionale Lombardia“La competizione ha voluto emozionare e coinvolgere il grande pubblico, ma anche ricordare i valori di Avis e la misson dell’Associazione, unendo l’utile al dilettevole e premiando l’estro e la creatività degli artisti che hanno partecipato all’evento. Ma a vincere non sono solamente i primi tre candidati selezionati, è l’intera Avis: l’evento è stato un successo, proprio grazie ai donatori, proprio grazie a ciascuno di voi; la nostra Associazione si è confermata, ancora una volta, una grande famiglia unita insieme da valori condivisi e da legami profondi e consolidati nel tempo”.