25 Maggio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Buon inizio del 2022 in un trimestre di bassa stagionalità

grazie allo slancio positivo di fondo,

accoppiato con phasing e basi di confronto favorevoli

Forte ripresa on premise in Europa, a beneficio in particolare del portafoglio aperitivi ad alta marginalità

Principali risultati del primo trimestre 2022

· Vendite nette dichiarate di 534,8 milioni di euro , in crescita del +34,4% su base riportata . Crescita organica del +29,4 % vs. il primo trimestre 2021 (+43,7% rispetto al primo trimestre 2019 o CAGR organico a 3 anni del +12,8%), grazie al sano slancio del marchio e alla forte ripresa on premise in Europa, beneficiando in particolare degli aperitivi ad alto margine, potenziati anche da facili basi di confronto e phasing.

· EBIT rettificato di € 114,3 milioni , in crescita del +66,8% su base riportata. Crescita organica del +58,5% rispetto al primo trimestre 2021 (+62,1% rispetto al primo trimestre 2019 o CAGR organico a 3 anni del +17,5%) , aumento del margine di +390 punti base.

· EBITDA rettificato di € 134,7 milioni, in crescita del +53,7% su base riportata. Crescita organica del +46,5% rispetto al primo trimestre 2021 (+52,5% rispetto al primo trimestre 2019 o CAGR organico a 3 anni del +15,1%) .

· Utile prima delle imposte di Gruppo a € 107,0 milioni, in crescita del +65,1%. Utile prima delle imposte rettificato di 111,7 milioni di euro, in crescita del +74,1% .

· Indebitamento finanziario netto di 834,6 milioni di euro al 31 marzo 2022, sostanzialmente invariato rispetto al 31 dicembre 2021. Rapporto tra indebitamento finanziario netto e EBITDA mobile rettificato a 1,5 volte al 31 marzo 2022 , con un leggero miglioramento rispetto all’anno 2021 fine .

Milano, 3 maggio 2022- Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano NV (Reuters CPRI.MI-Bloomberg CPR IM) ha approvato le informazioni finanziarie aggiuntive al 31 marzo 2022.

Bob Kunze-Concewitz, amministratore delegato: ‘Nel complesso, abbiamo avuto un inizio d’anno molto solido con un continuo slancio sottostante e una forte ripresa in loco in Europa . Questa performance positiva è stata amplificata anche dal phasing e dalle facili basi di confronto in un trimestre a bassa stagionalità.

Guardando al resto del 2022, rimaniamo fiduciosi sul continuo forte slancio commerciale nei nostri marchi e mercati chiave. Nel frattempo, la performance complessiva rifletterà gli effetti di una graduale normalizzazione delle spedizioni dovuta al phasing, alle diverse basi di confronto durante il resto dell’anno e al conflitto in Ucraina. Allo stesso tempo, permangono volatilità e incertezza dovute alla pandemia in corso e alle tensioni geopolitiche . Confermiamo la nostra previsione di un margine EBIT organico piatto nel 2022 ( [1] ) poiché faremo leva su adeguati aumenti di prezzo e mix positivo per mitigare la prevista intensificazione della pressione inflazionistica sui costi di input.’.