19 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Inaugurata a Castel Cerreto la “Corte dei Massari”

È stata inaugurata alla presenza delle autorità locali e del CDA della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, la “Corte dei Massari – Corte solidale”, un innovativo progetto socio-educativo per la cura e lo sviluppo della comunità locale, che si inserisce dentro le iniziative educative e socio culturali poste in essere da FIEB nella frazione di Castel Cerreto (Treviglio). Dopo l’avvio nel settembre 2021 della Scuola per lavorare nell’agroalimentare nel nuovo Centro Polifunzionale Giuliano Donati Petteni, l’inaugurazione della Corte segna l’inizio di un nuovo percorso innovativo.

Gestito dalla Cooperativa Alchimia e dal Consorzio FA – Famiglie e Accoglienza, il progetto raggruppa in un unico spazio di circa 1000 mq, iniziative socio-educative che rispondono a diversi bisogni di minori e famiglie e progetti di housing sociale per soggetti fragili. Tra gli altri, comunità alloggio per l’accoglienza residenziale di minori in difficoltà, servizi per l’autismo, laboratori contro la dispersione scolastica e il ritiro sociale per adolescenti, appartamenti per giovani single o coppie, leve civiche residenti, papà separati, appartamenti per il “dopo di noi”, percorso di “emancipazione” dalla famiglia d’origine per le persone con disabilità. Il focus di questo modello insediativo e sociale è “accoglienza per tutti”, soprattutto in una società sempre meno attenta ai bisogni degli individui, per ripartire e ritrovare una propria strada verso l’autonomia.

Trovando sede in un territorio storicamente votato all’agricoltura, il progetto della “Corte dei Massari – Corte solidale” ha tra i suoi obiettivi anche la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale in cui è inserito, partecipando attivamente al raggiungimento dei goals stabiliti nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. Le azioni previste, inoltre, terranno fortemente conto del contesto territoriale in cui si svolgeranno, rispettando la caratteristica agricola dell’ambente circostante e facendo crescere, come valore, il benessere fornito dall’ambiente rurale.

AffermaLuigi Sorzi, presidente della Fondazione Istituti Educativi “Il progetto della Corte dei Massari- Corte solidale è nato dall’interazione virtuosa tra soggetti attenti ai bisogni del territorio. È una sfida e una opportunità per un territorio che da sempre è stato precursore in tante iniziative di attenzione ai bisognosi. La Colonia Agricola di inizi ‘900, la Società dei Probi Contadini di Mons. Portaluppi esempio di affittanza collettiva e le più recenti esperienze della Cooperativa Castel Cerreto, dell’Associazione Fraternità, della Scuola per Lavorare nell’agroalimentare sono testimonianza di capacità di interpretazione dei tempi che cambiano, di innovazione e di condivisione di valori quali: cooperazione, attenzione all’educazione e alla formazione dei più giovani, cura per l’ambiente e amore per la terra. Il progetto darà risposte ai bisogni sociali del trevigliese con l’obiettivo di continuare a mantenere il primato di Castel Cerreto quale quartiere all’avanguardia, solidale e inclusivo.

Aggiunge Nadia Pautasso, presidente di Cooperativa Alchimia “La nostra cooperativa nasce nel 1986 per sviluppare progetti e servizi di promozione sociale e contribuire allo sviluppo delle comunità locali. Il progetto “Corte dei Massari” ci sta quindi particolarmente a cuore perché sposa perfettamente i nostri obiettivi e risponde ai bisogni dei più fragili”.

Conclude Francesco Fossati, presidente di Consorzio FA – Famiglia e Accoglienza “In Consorzio FA crediamo fortemente nel rispetto della persona, delle diversità individuali e nell’importanza dell’integrazione sociale, che verranno veicolate nel progetto “Corte dei Massari”. Una vera e propria corte sociale, in cui potremo mettere in atto servizi socio-assistenziali ed educativi, venendo incontro ai bisogni di minori e famiglie in difficoltà”.