22 Maggio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Teatro Malibran, il sindaco Brugnaro alla prima del musical “Casanova Opera Pop”


Ha debuttato questa sera, al Teatro Malibran di Venezia, “Casanova Opera Pop”, il musical ideato e prodotto da Red Canzian, tratto dal romanzo di Matteo Strukul “Giacomo Casanova – La sonata dei cuori infranti”, uscito nel 2018 e tradotto in oltre dieci lingue. Ad assistere alla prima dello spettacolo, che rientra tra gli eventi celebrativi dei 1600 anni della città, era presente il sindaco Luigi Brugnaro.

Ambientato a Venezia, “Casanova Opera Pop” è uno spettacolo diviso in due atti, con più di 30 cambi di scena, che in oltre due ore propone 35 brani inediti, dei quali 29 cantati e 6 solo musicali, raccontando Giacomo Casanova in un’età intorno ai 35 anni, al rientro dall’esilio e strenuo difensore della città dai giochi di potere che la vorrebbero venduta allo straniero.

Ad interpretare il protagonista è Gian Marco Schiaretti, affiancato da Angelica Cinquantini nel ruolo di Francesca Erizzo. Il ruolo del potente e corrotto Inquisitore Pietro Garzoni è affidato a Gipeto, mentre Manuela Zanier veste i panni della perfida Contessa Von Steinberg. A completare il cast, oltre agli attori che impersonificano i numerosi altri personaggi della storia, ci sono anche dieci ballerini-acrobati, che interpretano, nelle coreografie dallo stile guerriero di Martina Nadalini e Roberto Carrozzino, le Ombre, i Veneziani al Carnevale, i nobili in festa e i momenti corali della storia.

Lo spettacolo è prodotto da Red Canzian, che ne segue la direzione artistica, affiancato dalla moglie Beatrix Niederwieser, che si occupa degli aspetti operativi. Completano il team creativo Chiara Canzian, addetta alla direzione canti e resident director del musical durante il tour, il lighting designer Fabio Barettin e il direttore degli allestimenti scenici Massimo Checchetto.

“Casanova Opera Pop” andrà in scena al Teatro Malibran anche sabato 22 e domenica 23 gennaio. Lo spettacolo proseguirà poi il suo tour in giro per l’Italia toccando le città di Bergamo, Udine, Milano, Treviso e Torino.