22 Maggio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

L’esclusiva promozione di Status Match di Destination Canada con Air Canada è promettente Sean O’Neill , Skift

Nel 2017 a Saskatoon, una coppia pattina al Cameco Meewasin Skating Rink al Nutrien Plaza. Foto di Chris Hendrickson.


Skift Take
Destination Canada ha aperto nuovi orizzonti aiutando a pagare molti volantini di stato d’élite negli Stati Uniti per ottenere lo stato corrispondente su Air Canada. La promozione è stata un esempio degno di nota di un’organizzazione di marketing di destinazione che lavorava con un’azienda di tecnologia di viaggio per rivolgersi a clienti di alto valore.

Sean O’Neill


Destination Canada ha fatto qualcosa di insolito a settembre per un’organizzazione di marketing di destinazione. Ha utilizzato i suoi fondi per aiutare a pagare un programma che consente ai viaggiatori statunitensi che hanno lo status di élite con vettori statunitensi come American Airlines e Delta Air Lines di ricevere lo stato corrispondente su Air Canada durante un periodo promozionale.

Il programma intendeva incoraggiare i frequent flyer a fare più viaggi in Canada tentandoli con vantaggi d’élite su Air Canada. La promozione, rivendicata come prima da un’organizzazione di marketing di destinazione, è iniziata alla fine di settembre e ha smesso di accettare nuovi candidati alla fine di dicembre.

“Francamente, sono entusiasta”, ha affermato Gloria Loree, chief marketing officer di Destination Canada. “Grazie alle conversioni, questi ospiti avranno vantaggi per un anno, il che significa per noi la possibilità di avere un impegno continuo con loro attraverso un marketing personalizzato”.


Gli organizzatori hanno detto che era troppo presto per conoscere i risultati completi. Ma c’era stata “una grande diffusione” tra i quasi 20.000 viaggiatori che hanno avuto l’opportunità di iscriversi. Per mantenere lo status di élite per l’intero anno, i clienti hanno dovuto prenotare e volare un viaggio di andata e ritorno con Air Canada entro il 15 gennaio, e molti lo hanno fatto.

I partecipanti sono stati anche invitati a iscriversi al marketing one-to-one da Destination Canada.

“Stiamo vedendo risultati eccezionali con o comunicazioni e-mail”, ha detto Loree. “In questo momento, il tasso di annullamento dell’iscrizione è inferiore all’1%. Il “tasso di apertura” per i messaggi è superiore al 60%. Queste metriche sono risultati di gran lunga migliori rispetto ad altre tattiche che abbiamo impiegato in passato”.

Destination Canada ha visto questa coorte di frequent flyer come un segmento di valore particolarmente elevato da coltivare. I frequent flyer tendono a spendere di più per viaggio e spesso viaggiano per affari, a vantaggio delle economie locali.

“Tendono anche ad essere piuttosto curiosi di provare nuove esperienze nelle aree che stanno visitando, il che è positivo per le comunità”, ha detto Loree.

La campagna di corrispondenza dello stato consente inoltre a Destination Canada di iniziare a considerare il valore della vita di questa coorte di viaggiatori e di misurare e confrontare meglio quali partnership e programmi producono risultati.

“I dati possono aiutarci a mettere a punto l’altro lavoro che svolgiamo con altri marchi di affinità e con compagnie aeree e altri fornitori”, ha affermato Loree.

Alla ricerca di un ritorno ai volumi d’aria

Destination Canada sta facendo altre promozioni per cercare di incoraggiare più voli. Ad esempio, ha condotto una campagna di marketing per la promozione dei viaggi nazionali in collaborazione con il vettore canadese WestJet.

Guardando al futuro, l’ente del turismo vuole collaborare con le compagnie aeree statunitensi per essere creativo e promuovere i viaggi transfrontalieri in modi reciprocamente vantaggiosi.

“Siamo disposti a contribuire al marketing per aiutare le compagnie aeree a raggiungere i loro obiettivi per fattori di carico elevati, il che aiuterà anche le comunità di destinazione”, ha affermato Loree.

Assistenza tecnica di Status Match

L’ente governativo per il turismo ha sfruttato Status Match , un fornitore di tecnologia di viaggio che fa parte di Loyalty Data Co. e con sede a Singapore, per gestire la sfida in collaborazione con Aeroplan , il programma frequent flyer di Air Canada.

Da settembre 2021, Status Match ha lanciato campagne con Lufthansa Group, Emirates e Frontier Airlines.

“Le partite di stato sono il modo più economico ed efficace per integrare un cliente che spenderà molto”, ha affermato Mark Ross-Smith, co-fondatore e CEO di StatusMatch. “È più efficace di una vendita ed è più efficace dell’esecuzione di promozioni come la possibilità di guadagnare il  doppio delle miglia qualificanti Elite”.

Il venditore è completamente bootstrap (il che significa che non ha preso capitali esterni), è redditizio e ha generato “ricavi a sette cifre” l’anno scorso, ha affermato Ross-Smith.

La compagnia comprende ex dirigenti di compagnie aeree come Phil Gunter, che ha creato e gestito per sette anni Velocity di Virgin Australia, e Stuart Dinnis, che ha gestito per molti anni il programma Elevate di Virgin America. I dirigenti hanno visto l’opportunità di creare un esperto in outsourcing per aiutare le compagnie aeree a muoversi rapidamente e sperimentare nuovi modi per apportare valore ai loro programmi frequent flyer.

Un problema che affligge le campagne di corrispondenza dello stato è la convalida delle affermazioni. La frode è diffusa, poiché alcune persone presentano affermazioni false. Status Match utilizza un mix di trucchi informatici e controlli incrociati del database per ridurre i livelli di frode, risparmiando grattacapi alle compagnie aeree clienti.

La startup è anche specializzata nel capire i tipi di interfacce di marketing che aumenteranno il coinvolgimento.

In alcuni casi, Status Match offre un servizio completamente white label.

“Ci occupiamo della fatturazione e del regolamento con l’azienda emittente della carta di credito, progettiamo e ospitiamo l’interfaccia e abbiamo l’assistenza clienti per rispondere alle domande”, ha affermato Ross-Smith. “Nella promozione Frontier, la compagnia aerea consente ai clienti di abbinare lo status di élite su 15 programmi alberghieri nel programma della loro compagnia aerea. Questa mossa ha ampliato il valore per i clienti, ma ha anche ampliato la complessità del progetto, ed è qui che possiamo intervenire per aiutare”.

Il verdetto è ancora in sospeso sullo sforzo di Destination Canada. Ci vorrà un anno di dati per vedere la performance complessiva della campagna. Eppure la prima parola sembrava promettente.

“In termini di ciò che ho visto in altre partite di status, questo era solo testa e spalle sopra qualsiasi altra cosa”, ha detto Ross-Smith.