22 Maggio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

La cantautrice cremasca Arianna Vitale in diretta a Radio Bruno Brescia

arianna-vitale-diretta-radio-bruno-brescia
<div class="at-above-post addthis_tool" data-url="https://www.zarabaza.it/2022/01/23/la-cantautrice-cremasca-arianna-vitale-in-diretta-a-radio-bruno-brescia/"></div>Arianna Vitale, in diretta a Radio Bruno Brescia e intervistata da Nicoletta Del Vecchio, presenta in anteprima il primo singolo estratto dal nuovo album "Nel tempo che rimane"<!-- AddThis Advanced Settings above via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Advanced Settings below via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Advanced Settings generic via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Share Buttons above via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Share Buttons below via filter on get_the_excerpt --><div class="at-below-post addthis_tool" data-url="https://www.zarabaza.it/2022/01/23/la-cantautrice-cremasca-arianna-vitale-in-diretta-a-radio-bruno-brescia/"></div><!-- AddThis Share Buttons generic via filter on get_the_excerpt -->

Sabato 22 gennaio Arianna Vitale, cantautrice cremasca è stata intervistata in diretta da Nicoletta Del Vecchio nel programma Bruno Mattina di Radio Bruno Brescia

Per l’occasione si è parlato dell’album “Nel tempo che rimane” e, in particolare del primo singolo estratto “Autunno 2019” che verrà prossimamente pubblicato in tutti i Digital Stores. 

arianna-vitale-diretta-radio-bruno-brescia

L’album, arrangiato e prodotto presso gli studi della Panorama Recording studio di Mattia Limenta, si articola in 7 brani che raccontano ognuno pezzi di vita della cantautrice cremasca.

Il brano “Autunno 2019” che sarà il primo singolo ad essere pubblicato, racconta del periodo difficile vissuto a seguito dell’infortunio del compagno di Arianna, Paolo Bonfanti. 

Nel brano ci sono chiari riferimenti allo stato di alienazione vissuto dall’artista laddove, succube di un trauma psicologico che per mesi l’ha resa estranea a tutto, le ore e i giorni scorrevano inesorabilmente tra sale d’attesa e ospedali, in un costante senso di vuoto, di attesa e di paura.

Nel testo chiari riferimenti a questa condizione psicologica. Ogni strofa è preludio di una situazione, di uno stato d’animo. 

Una, due, centomila fughe

Inizia così la canzone. 

Le fughe delle piastrelle che Arianna ha contato in quegli interminabili 3 mesi vissuti a Milano tra gli ambulatori e le sale di fisioterapia al San Giuseppe e quelle della sala d’attesa della camera iperbarica al Niguarda.

Tracklist dell’album “Nel tempo che rimane”

  • Autunno 2019
  • Disinnescata
  • Blusbagliato
  • Leonessa
  • Una bambina
  • Fidati di queste ciglia
  • Ti guardo

Pillole di vita della cantautrice cremasca Arianna Vitale

Cresciuta a Milano in una famiglia numerosa e sicuramente non benestante, Arianna era una bambina vivace, intelligente e soprattutto cantava, suonava e ballava. Sempre. Qualunque cosa.

Peccato avere avuto una vita famigliare così travagliata che, oltre a non averle permesso di sviluppare i talenti creativi innati, le ha sicuramente segnato il destino in modo indelebile.
Arianna aveva 24 anni quando lasciò la casa materna, incinta di quasi 8 mesi.

Cantante da sempre, per pura passione e predisposizione naturale,trova la strada del cantautorato a 43 anni a seguito di un licenziamento che le permetterà, finalmente, di fermarsi per qualche mese e guardarsi dentro.

Da questa pausa di riflessione nascerà AHRI in quanto cantautrice.

La nascita di Ahri


Nel 2013 firma il contratto con l’Etichetta Clemmy Communication sotto cui pubblica il primo EP

“Semplicemente Ahri”

Nel 2014 Arianna decide di prendere una chitarra classica da studio e comincia a suonarla.

A fatica e rilento l’attività cantautorale prosegue e a maggio del 2016 viene pubblicato “Non Chiamarlo amore”, il primo brano scritto anche a livello musicale da Arianna.

In autonomia crea e cura il suo sito, scrive alle radio, alle TV, ai magazine di settore. Cura la pagina Facebook, i profili social e il profilo Spotify.

Decide di distribuire in autonomia tutta la sua musica e chiude in contratto con l’etichetta precedente.

Nel 2018 scrive e pubblica “Non siamo le maschere che portiamo” 7 ballate rock da lei scritte e composte, affidate a MPC di Caravaggio (BG) per la produzione.

Sempre nel 2018 Fonda AHRI & FRIENDS (concerti artistici) e AHRI & ARCA (concerti a sostegno disabilità) e comincia a fare concerti nel territorio cremasco.

Tutto sembra procedere a gonfie vele, ma un brutto infortunio al compagno, proprio il 2 ottobre 2019 sospende e rimanda tutto.

I live programmati vengono annullati.

Nei mesi invernali del 2019 cadrà il silenzio più totale su ogni social dell’artista.


A marzo 2020, timidamente e lentamente Arianna riprende tutte le sue attività.

Si occupa del compagno affiancandolo e aiutandolo nella lunga riabilitazione e torna ad occuparsi di musica, nei ritagli di tempo libero.

Nel frattempo, su richiesta del produttore Clemmy Della Rocca, scrive il singolo “Fermati”


Nei ritagli di tempo libero e nei momenti di serenità, Arianna scrive il suo terzo album, partecipando poi agli arrangiamenti e alla produzione presso il Panorama Studio Recording di Offanengo (CR)

Oggi, finalmente, L’album “Nel tempo che rimane” è pronto per la pubblicazione.

Dove poter seguire la cantautrice cremasca Ahri, alias Arianna Vitale

  1. Profilo Instagram
  2. Pagina Facebook
  3. Canale Youtube
  4. Profilo Spotify
  5. Profilo Soundcloud
  6. Profilo Tik Tok
  7. Sito ufficiale

Per contatto diretto scrivere a: info@ariannavitale.com