16 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

MOZART DA CAMERA

PER LA SETTIMANA MOZARTIANA A VERONA, UN PROGRAMMA DI RARITÀ ESEGUITE DAI
PROFESSORI DELL’ORCHESTRA DI FONDAZIONE ARENA

domenica 9 GENNAIO, ore 15.30

Teatro Filarmonico

Prosegue la collaborazione di Fondazione Arena di Verona con il Comune di
Verona, la Fondazione Cariverona e l’Accademia Filarmonica di Verona per
omaggiare Mozart. Le celebrazioni, nate per i 250 anni dalla sua visita a
Verona, sono un atteso appuntamento riproposto in sinergia per la città per
il terzo anno consecutivo. In programma al Filarmonico Divertimenti, Trii e
Quartetti per archi e fiati.

La Fondazione Arena di Verona, dopo i due concerti sinfonici inaugurali
2020 e 2021 e il memorabile Requiem eseguito tra le millenarie pietre
areniane nel corso del Festival d’estate, propone un pomeriggio monografico
dedicato interamente al Mozart da camera, musica di rara esecuzione e
raffinatissima fattura, con alcuni professori dell’Orchestra della
Fondazione Arena: Sofia Gelsomini (violino), Massimiliano Di Stefano
(viola), Massimiliano Martinelli (violoncello), Pier Filippo Barbano
(flauto), Francesca Rodomonti e Francesco Scandolari (oboi), Paolo Guelfi e
Domenico Faccin (fagotti), Andrea Leasi e Domenico Guglielmello (corni). Il
concerto si terrà al Teatro Filarmonico domenica 9 gennaio alle 15.30 e
saranno eseguite composizioni per diversi organici concepite dal giovane
Mozart tra il 1775 e il 1781: due Divertimenti per fiati k213 e k270, il
Quartetto per archi e oboe k370 e quello per archi e flauto k285, quindi il
primo Preludio e fuga per trio d’archi dal k404a orchestrato dall’omonima
pagina di Bach in re minore.

Per l’occasione i biglietti di ogni ordine e posto del Teatro sono già in
vendita al prezzo speciale di 10€ online sul sito <http://www.arena.it/>
arena.it, presso la Biglietteria centrale e, due ore prima dello spettacolo,
anche presso la Biglietteria di via Mutilati.

Il concerto fa parte dell’iniziative Mozart a Verona 2022: una settimana di
eventi dal 5 all’11 gennaio che vede per il terzo anno consecutivo la
collaborazione tra Comune di Verona, Fondazione Cariverona, Accademia
Filarmonica di Verona e Fondazione Arena in occasione dell’anniversario dei
252 anni dall’importante visita in città del genio salisburghese, all’epoca
non ancora quattordicenne.

Per l’accesso ad ogni iniziativa è richiesto per legge di esibire il
cosiddetto “green pass rafforzato” (ottenibile dall’avvenuta vaccinazione o
guarigione) e di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento.
Per ulteriori informazioni:
<http://www.fondazionecariverona.org/mozart-a-verona/>
www.fondazionecariverona.org/mozart-a-verona/, <https://www.arena.it/>
arena.it e canali social.