30 Novembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Controllo dell’olio: il sondaggio Castrol sulle abitudini degli italiani

Controllo dell'olio
Controllo del livello dell’olio: la maggior parte degli automobilisti non li fa regolarmente, con conseguenze sull’efficienza del motore e le emissioni. Il sondaggio di Castrol

Un nuovo sondaggio a livello nazionale ha rivelato che solo il 24% dei proprietari italiani di auto controlla il livello dell’olio motore della propria vettura una volta al mese*, la frequenza che gli esperti di lubrificanti di Castrol suggeriscono per garantire l’efficienza del carburante, ridurre al minimo le emissioni di CO2 e prolungare la durata del motore.

La nuova ricerca è stata commissionata da Castrol nell’ambito della campagna “Sfida del Controllo dell’Olio”, volta a sottolineare l’importanza di effettuare il controllo del livello dell’olio motore con cadenza regolare. Il concorso Castrol prevede la messa in palio di kit gratuiti per il rabbocco dell’olio e consigli online utili per supportare gli automobilisti a controllare autonomamente, rapidamente e facilmente il livello dell’olio della propria auto.

In Italia, sono molte le officine Castrol ad aver aderito alla campagna e a offrire agli automobilisti controlli gratuiti dell’olio. I clienti possono trovare le officine Castrol più vicine visitando la sezione “Trova officina” del sito Castrol.

Il sondaggio di Castrol ha rivelato che alcune auto circolano sulle strade italiane per periodi prolungati senza aver effettuato alcun controllo del livello di olio motore: il 26% sostiene di demandare questa attività all’officina solo in occasione della revisione annuale del veicolo. Il 28% degli intervistati ha dichiarato di non sapere la frequenza con cui dovrebbero teoricamente avvenire i controlli dell’olio.

Il 20% dei proprietari di auto intervistati ha affermato di controllare il livello dell’olio solo quando si accende una spia. Tuttavia, secondo Castrol, nella maggior parte delle auto la spia dell’olio si accende soltanto quando l’olio è al minimo o sotto tale livello e quando, pertanto, il motore può già essere stato seriamente danneggiato.

Il 33% dei proprietari italiani di auto non ha mai rabboccato l’olio motore dell’auto attuale o di un’auto precedente e il 12% afferma di non sapere come effettuare il controllo del livello dell’olio della propria vettura. Molti sostengono di non sentirsi sicuri nell’effettuare un controllo del livello dell’olio da soli e quasi la metà (46%) è d’accordo con l’affermazione “Preferisco che lo controlli un tecnico/meccanico, perché è in grado di svolgere un lavoro più efficace”. Solo il 43% degli intervistati dichiara di verificare di persona il livello dell’olio, mentre il resto delle persone ha riferito di rivolgersi al partner, al coniuge, a un vicino, a un parente o a un collega di lavoro.

Castrol stima che il 21% dei veicoli che circolano sulle strade europee registri un basso livello di olio e che l’8% per tale motivo, possa subire danni immediati.

*Ricerca OnePoll – Svolta nel corso di luglio 2021 con la partecipazione di 1.000 proprietari italiani di auto