1 Dicembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Presentato il progetto “I fagioli ribelli”

Un’idea innovativa di alimentazione in supporto alle terapie. Un’iniziativa volta al miglioramento della qualità della vita dei pazienti pediatrici e adulti con malattia renale cronica. UniCredit tra i sostenitori

Si è svolta a Bologna lapresentazione del progetto I FAGIOLI RIBELLI – Prevenzione, educazione e nuove strategie alimentari. Un’idea innovativa di alimentazione in supporto alle terapie. Un progetto pilota per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti pediatrici e adulti con malattia renale cronica. Ad illustrare l’iniziativa sono stati Giovanni da Schio, presidente Associazione Il Sogno di Stefano Onlus; Bruno Damini, giornalista scrittore, autore del volume “I Fagioli Ribelli”; Andrea Pasini, responsabile Programma di Nefrologia e Dialisi Pediatrica, IRCCS AOU di Bologna; Loris Pironi, direttore Struttura di Nutrizione Clinica e Metabolismo, IRCCS AOU di Bologna; Gaetano La Manna, direttore Struttura di Nefrologia, Dialisi e Trapianto, IRCCS AOU di Bologna. Tra i presenti anche Andrea Valgimigli, ANTR (Associazione Nazionale Trapiantati di Rene); Pier Giuliano Sansoni, ANED Emilia-Romagna (Associazione Nazionale Emodializzati); Roberto Mugavero, editore Minerva; Joan Crous, presidente coop. Eta Beta; e Livio Stellati, Head of Territorial Development Centro Nord UniCredit.

La banca è infatti tra i sostenitori dell’iniziativa che sabato 30 ottobre prevede la realizzazione del “PRANZO COI FAGIOLI RIBELLI”, in programma presso la sede dell’associazione Eta Beta, in via del Battirame a Bologna,con ricette validate dalla Struttura di Nutrizione Clinica e Metabolismo dell’IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, elaborate da prestigiosi chef bolognesi.


“Siamo orgogliosi – spiega Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit – di poter dare un sostegno concreto ad un progetto che riguarda tante famiglie che ogni giorno si trovano a fronteggiare problemi legati alle restrizioni alimentari imposte dalla malattia ai propri bambini. Il Gruppo UniCredit è da sempre sensibile alle tematiche del sociale e della sostenibilità e quanto possiamo fare oggi ci offre la possibilità di testimoniare ancora una volta questa attenzione.  Il sostegno all’iniziativa I Fagioli Ribelli, in sinergia con eccellenze quali il Policlinico S. Orsola di Bologna e illustri chef bolognesi, conferma la nostra capacità di ascoltare e rispondere anche a queste istanze del territorio”.