1 Dicembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

La John Lewis Partnership entra nella Race to Zero, supportando la transizione verso un’economia decarbonizzata

  • Il partenariato fisserà obiettivi scientifici in linea con la limitazione dell’aumento della temperatura globale a 1,5°C per le operazioni e la catena di approvvigionamento (scopo 1, 2 e 3)
     
  • Inoltre, la Partnership ha nominato nuovi Specialisti del cambiamento climatico per rafforzare il team e apportare ulteriori competenze per aiutare a definire gli obiettivi e una tabella di marcia per Net Zero
     
  • La partnership lavorerà con un consulente di terze parti leader per supportare lo sviluppo della nostra strategia di riduzione delle emissioni 

La John Lewis Partnership si è unita a un gruppo leader di aziende che hanno aderito alla SBTi Business Ambition per 1,5°C e hanno anche aderito alla campagna UNFCCC Race to Zero *. 

Per mitigare alcuni dei peggiori impatti climatici e prevenire uno stato di danni irreversibili alle società, alle economie e al mondo naturale, è essenziale mantenere l’aumento della temperatura a 1,5°C al di sopra dei livelli preindustriali. Ciò significa dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030 e raggiungere lo zero delle emissioni nette entro il 2050.

Marija Rompani, Direttore di Sostenibilità ed Etica presso la John Lewis Partnership, commenta: “Questo è un anno critico per la politica climatica. I leader mondiali si incontreranno alla COP26 tra poche settimane ed è essenziale che questo vertice globale acceleri l’azione verso gli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi e dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. 

“Siamo assolutamente impegnati in questa ambizione e riconosciamo l’importante ruolo che il settore della vendita al dettaglio ha nel supportare i suoi obiettivi. Ovviamente non saremo in grado di risolvere la crisi climatica da soli, ma siamo pronti a intraprendere azioni coraggiose per assicurarci di essere parte della soluzione e non vediamo l’ora di compiere questo prossimo passo fondamentale mentre fissiamo i nostri obiettivi basati sulla scienza”.

Stiamo definendo i nostri obiettivi scientifici per Waitrose e John Lewis in linea con il percorso di 1,5°C. Ciò si basa sui nostri impegni esistenti di raggiungere emissioni nette pari a zero in tutte le nostre operazioni entro il 2035 e di approvvigionarsi solo da aziende agricole nette zero nel Regno Unito entro il 2035. Garantirà inoltre che la nostra attività segua un percorso di riduzione del carbonio credibile e scientificamente verificato mentre noi sostenere il viaggio verso le emissioni nette zero. 

La partnership ha nominato nuovi specialisti del cambiamento climatico per rafforzare il team e apportare ulteriori competenze per aiutare a definire gli obiettivi e la nostra tabella di marcia per Net Zero: Alex Sutton e Simon Winch. 

  • Alex guiderà il nostro programma sul cambiamento climatico. Si unisce da SSE dove ha ricoperto la posizione di Chief Sustainability Officer per il business della loro rete e ha creato una strategia Net Zero leader del settore per il loro piano aziendale quinquennale da 2,2 miliardi di sterline. Ha anche stabilito il primo obiettivo scientifico di 1,5 gradi al mondo per una società di reti. 
  • Simon si unisce come responsabile dell’ambiente, con la responsabilità dell’approccio del partenariato al cambiamento climatico, nonché alla biodiversità, alla circolarità e allo spreco alimentare. Precedentemente al Virgin Group, Simon ha una carriera pluridecennale nel campo della sostenibilità, avendo lavorato nell’area come consulente nell’ambito dell’istruzione superiore, nei settori pubblico e del volontariato e come CEO di Veganuary, un’organizzazione no profit a base vegetale globale.