17 Ottobre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

IKEA continua l’impegno per l’azione per il clima aderendo alla COP26 come partner

  • IKEA UK & Ireland è annunciata come partner per la conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite COP26 a Glasgow e fornirà alcune aree chiave all’interno della sede della COP26
  • La partnership si basa sull’impegno di lunga data di IKEA a intraprendere azioni per il clima, con obiettivi basati sulla scienza che supportano i suoi impegni per diventare positivi per il clima entro il 2030* e raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050
  • La Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP26 è un momento critico per ispirare e consentire a tutti, negli affari, nei governi e oltre, di intraprendere un’azione climatica ambiziosa e fornire un cambiamento reale

IKEA è nominata Partner per la Conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite COP26. La conferenza, che si terrà dal 31 ottobre al 12 novembre, sarà un momento importante per invertire la rotta sul cambiamento climatico ed è l’ultima, migliore occasione per farlo bene.La visione IKEA è quella di creare una vita quotidiana migliore per molte persone. Il cambiamento climatico minaccia questo, per le persone di oggi e per le generazioni future. Ecco perché IKEA si impegna a diventare favorevole al clima entro il 2030 riducendo le emissioni di gas serra più di quante ne emetta la catena del valore IKEA, mentre fa crescere il business IKEA. IKEA si impegna a rispettare l’Accordo di Parigi e a contribuire a limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali. 
La collaborazione può aiutare a creare il cambiamento sistemico su larga scala necessario per combattere la crisi climatica. IKEA è determinata a far parte di questo cambiamento e la COP26 rappresenta un’enorme opportunità quando si tratta di affrontare la necessità di partnership e collaborazione in tutto il settore.
Peter Jelkeby, Country Retail Manager e Chief Sustainability Officer di IKEA UK & Ireland, ha dichiarato: “Il cambiamento climatico è uno dei problemi principali del nostro tempo e siamo determinati a dimostrare che è un buon affare essere un buon affare. In IKEA vogliamo dimostrare che una vita sana e sostenibile può essere conveniente, attraente e conveniente per molte persone.
“Oggi, nel Regno Unito, i nostri servizi Buy back e Take back, gli hub circolari in-store e le piattaforme online per i prodotti di seconda mano stanno già aiutando i nostri clienti a vivere stili di vita più sostenibili, contribuendo al contempo a creare l’economia circolare che noi dovrò passare a net-zero. Siamo orgogliosi di essere partner della COP26 e non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto e in collaborazione con il governo del Regno Unito e altri partner per cogliere subito questa opportunità per un’ambiziosa azione per il clima”. 
Il presidente designato della COP26 Alok Sharma ha dichiarato: “Sono lieto di dare il benvenuto a IKEA nella famiglia della COP26 in qualità di partner per la conferenza delle Nazioni Unite sul clima che si terrà a Glasgow a novembre. Stanno dimostrando la leadership climatica nel loro campo impegnandosi in obiettivi basati sulla scienza, incluso il dimezzamento delle loro emissioni entro il 2030. 
“Lavorando con il consiglio comunale di Glasgow in modo che i mobili del vertice possano essere riutilizzati, IKEA sta contribuendo a garantire che ci sia un’eredità locale duratura dalla COP26. Non vedo l’ora di lavorare con IKEA e tutti i nostri partner prima del vertice, poiché assicuriamo una COP26 di successo e inclusiva”.
Jesper Brodin, CEO di Ingka Group, ha dichiarato: “Siamo nel decennio più importante per quanto riguarda il cambiamento climatico e anche se ci sono sfide da affrontare, siamo ottimisti sul fatto che lavorando insieme possiamo rendere la COP26, Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, un successo . Con impegni e azioni audaci da parte di aziende, governi e società, abbiamo nelle nostre mani garantire una transizione giusta verso un futuro zero-net”.
In vista della COP26, Ingka Group, il più grande rivenditore IKEA in 32 paesi, sta sostenendo un’azione per il clima più ambiziosa con partner chiave come la coalizione We Mean Business, la WEF Alliance of CEO Climate Leader e iniziative come RE100 e EV100. Inoltre, in qualità di membro fondatore della campagna al dettaglio Race to Zero Breakthroughs, Ingka Group vuole condividere il business case per l’azione per il clima e aiutare ad aumentare il numero di rivenditori globali con obiettivi basati sulla scienza (SBT). Con solo il 5% dei rivenditori globali che hanno stabilito SBT, COP26 è un forum per consentire l’azione e il cambiamento positivo. 
In qualità di partner, IKEA UK & Ireland fornirà alcune aree chiave all’interno della sede della COP26 a Glasgow. Dopo la conferenza, IKEA UK & Ireland lavorerà a stretto contatto con il Consiglio comunale di Glasgow e il Cabinet Office per garantire che i mobili abbiano una seconda vita e vengano donati a organizzazioni di beneficenza e/o progetti della comunità locale.—————-
Azioni chiave IKEA per il clima:

  • Energie rinnovabili: eliminare gradualmente i combustibili fossili e puntare al 100% di energia rinnovabile (elettricità, riscaldamento, raffreddamento e combustibili) in tutta la catena del valore IKEA entro il 2030. Entro il 2025 Ingka Group passerà a consegne a domicilio a emissioni zero al 100% in tutti i mercati. 
  • Mirerà a garantire il consumo di elettricità rinnovabile al 100% attraverso le proprie operazioni.
  • Trasporti e logistica a basse emissioni di carbonio: entro il 2030, IKEA mira a ridurre le emissioni assolute di gas serra derivanti dal trasporto dei prodotti del 15% rispetto al 2017. Il Gruppo Ingka mirerà a consegne a domicilio a emissioni zero del 100% entro il 2025 nei suoi 32 paesi.
  • Approvvigionamento sostenibile e design circolare: IKEA mira a diventare un’azienda circolare, utilizzando solo materiali rinnovabili e riciclati con un impatto climatico inferiore e progettando prodotti per la circolarità entro il 2030. 
  • Consentire ai clienti di vivere una vita più sana e sostenibile: entro il 2030, miriamo a ispirare e consentire a più di 1 miliardo di persone di vivere una vita migliore entro i confini del pianeta.

——————————————–*IKEA clima positivo significa ridurre più emissioni di gas serra (GHG) di quante ne emetta la catena del valore IKEA entro il 2030, facendo crescere al contempo il business IKEA. IKEA si impegna a rispettare l’Accordo di Parigi e a contribuire a limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali. Ciò include l’impegno a dimezzare le emissioni nette assolute di gas serra dalla catena del valore IKEA totale entro il 2030. Raggiungeremo questo obiettivo riducendo drasticamente le emissioni di gas serra attraverso obiettivi basati sulla scienza e rimuovendo il carbonio dall’atmosfera attraverso processi naturali e stoccandolo nel terreno, piante e prodotti attraverso una migliore gestione delle foreste e dell’agricoltura all’interno della catena del valore IKEA. Contribuiremo a un’ulteriore riduzione delle emissioni di gas serra nella società andando oltre IKEA, ad esempio consentendo ai clienti di generare energia rinnovabile in casa.

Ingka Group (Ingka Holding BV e le sue entità controllate) è uno dei 12 diversi gruppi di società che possiedono e gestiscono la vendita al dettaglio IKEA in virtù di accordi di franchising con Inter IKEA Systems BV Il gruppo Ingka ha tre aree di attività: IKEA Retail, Ingka Investments e Ingka Centres. Ingka Group è un partner strategico nel sistema di franchising IKEA, che gestisce 389 negozi IKEA in 32 paesi. Questi negozi IKEA hanno registrato 706 milioni di visite durante l’anno fiscale 20 e 3,6 miliardi di visite a IKEA.com . Ingka Group opera sotto la visione IKEA: creare una vita quotidiana migliore per molte persone offrendo un’ampia gamma di prodotti per l’arredamento della casa ben progettati e funzionali a prezzi così bassi che il maggior numero possibile di persone può permetterselo.