17 Ottobre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Parole e note di questa cosa che chiami amore

Alla scoperta della poesia della grande scuola cantautorale italiana

L’1, 2 e 3 ottobre, a Roma al Piccolo Teatro dell’Arte (via Teatro 249/51, ore 20.00 1 e 2 ottobre, ore 18 domenica 3 ottobre), in programma Parole e note di questa cosa che chiami amore, uno spettacolo per la regia di Francesco Proietti con le musiche originali di Francesco Di Giovanni: una chitarra, un pianoforte e tre voci, per “raccontare” le canzoni d’amore dei più famosi cantautori italiani, rileggendole nell’espressione del Teatro-Canzone.
Un viaggio lungo la poesia di autori come Paolo Conte, Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè, Francesco De Gregori, Ivano Fossati, Giorgio Gaber, Francesco Guccini, Totò, Roberto Vecchioni e Renato Zero. “Senza nulla togliere – ci spiega Di Giovanni – alla musica di questi grandi, che fa parte ormai dell’immaginario collettivo, abbiamo scelto di accompagnare i versi delle loro più celebri canzoni con musica totalmente differente. E siamo andati a pescare nel vasto parco delle ​​Songs tra le sessanta che ho scritto nell’arco di un vita. Sono tutti brani animati da un profondo feeling jazzistico, che fanno parte dei momenti più intimi e poetici, non a caso, del mio scrivere.”

Sul palco, a fianco dello stesso Di Giovanni alla chitarra ci sarà Gabriella De Nardo al pianoforte, voci narranti: Alessandro Lanza, Francesco Proietti e Alessia Rabacchi.