17 Settembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Ottava e ultima recita per l’opera di Verdi al 98° Arena di Verona Festival 2021

ULTIMO NABUCCO STORICO, EPICO, INTENSO

Il più grande dramma corale verdiano è raccontato attraverso toccanti immagini del ‘900 con la collaborazione del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – I prigionieri levano il canto Va’ pensiero tra il filo spinato – Daniel Oren dirige Orchestra e Coro della Fondazione e i migliori interpreti di oggi tra cui Enkhbat, Pirozzi, Siwek, Stroppa.

Nabucco

Arena di Verona

L’ultima rappresentazione di Nabucco va in scena mercoledì 1° settembre nel suo nuovo allestimento, creazione eccezionale per il 2021, forte ed emozionante, nel rispetto del senso del dramma verdiano che narra la storia di un popolo assediato, deportato in schiavitù in terra nemica e lì condannato a morte, come avvenuto anche negli anni ’40. Nabucco torna quindi a coinvolgere e commuovere, grazie al prestigioso cast internazionale che conferma gli artisti della prima, dal protagonista interpretato da Amartuvshin Enkhbat alla straordinaria Abigaille di Anna Pirozzi, al basso Rafał Siwek come Zaccaria, guida del popolo ebraico. L’Orchestra e il Coro della Fondazione Arena di Verona sono diretti dal M° Daniel Oren.

Con questi artisti, richiesti nei teatri di tutto il mondo nei rispettivi e molto impegnativi ruoli, tornano il giovane Ismaele interpretato dal tenore Riccardo Rados; la convertita Fenena del mezzosoprano Annalisa Stroppa, quindi il baritono Nicolò Ceriani come Gran Sacerdote di Belo, il tenore Carlo Bosi come ufficiale Abdallo ed Elena Borin nei panni di Anna, sorella di Zaccaria). Daniel Oren dirige l’Orchestra della Fondazione Arena e il Coro preparato dal maestro Vito Lombardi. Si tratta dell’ultima imperdibile occasione per lasciarsi emozionare dalla grande Opera all’Arena di Verona in una forma insolita ma non meno vera. Lo spettacolo coinvolge solisti, Ballo, mimi e figuranti nel nuovo allestimento realizzato dal team creativo areniano in collaborazione con D-wok per le scenografie digitali e con immagini provenienti dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara, ambasciatore di Bellezza e soprattutto testimone concreto dei frammenti di Storia rappresentata.

Ultima rappresentazione di Nabucco per il Festival 2021. Biglietti disponibili a partire da 23 euro.

La settimana conclusiva del Festival areniano prosegue con le rappresentazioni di La Traviata (giovedì 2 settembre), Turandot (venerdì 3 settembre) e infine Aida (sabato 4 settembre).

Dal 6 agosto, per l’accesso all’Arena di Verona si applicano gli obblighi di legge che prevedono l’EU Digital Covid Certificate (“Green Pass”) o altra certificazione. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito web all’indirizzo https://www.arena.it/it/arena-di-verona/info-covid