23 Settembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

L’ALBA TEATRALIZZATA ALLA VALLE DEI TEMPLI

Sold out e 400 spettatori rimasti dietro i cancelli, stamattina alle 4

E’ lo spettacolo all’alba che in Sicilia che ha raccolto più partecipanti in assoluto: stamattina dinanzi ai cancelli della Valle dei Templi non c’erano soltanto i 600 partecipanti che avevano prenotato la visita teatralizzata di “Al passo coi Templi” ma anche altre 400 visitatori che, complici le norme di contingentamento, hanno dovuto rinunciare allo spettacolo. Una coda di auto lunghissima alle 4 del mattino, e tanta, tanta gente che ha obbligato la Valle a chiedere rinforzi per il controllo dei green pass, in maniera da permettere ad ogni gruppo di entrare nell’area archeologica in tempo per assistere all’alba.

Ma soprattutto, un successo clamoroso per il lavoro che ha unito la  visita guidata (ogni partecipante era fornito di cuffie whisper), teatro e musical fusi insieme per una narrazione unica. Che ha permesso di visitare la Valle dei Templi interrotti soltanto da dei ed eroi della mitologia classica, dasatiri che apparivano da dietro le colonne. Paride ha deciso ancora una volta chi è la più bella tra le dee, Cassandra ha predetto un futuro nefasto ad un mondo che pensa solo alle guerre e dimentica la Natura, Ettore si batte e viene ucciso da Achille, Dafne fugge dall’amore di Apollo che la trasforma in alloro … miti leggeri come carezze che nascono dalla Valle dei Templi immersa nell’oscurità. “Al passo coi templi”, lo spettacolo di Marco Savatteri con la Casa del Musical, costruito dal Parco archeologico con la collaborazione di Coopculture, è stato il primo lavoro in assoluto che ha unito, due anni fa, teatro e visite nei siti. E ha aperto la strada ad operazioni simili, in tanti altri siti siciliani.

LE ALTRE DATE DELLE ALBE. Il 25 e il 29 agosto si replica … E non temere il domani di Gaetano Aronica e Giovanni Volpe con gli attori della Fondazione Teatro Luigi Pirandello. Il 27 e il 28 agosto toccherà invece all’Iliade interpretata da Sebastiano Lo Monaco, sotto il tempio della Concordia.