21 Settembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Notti in quota con Courmayeur Outdoor Nights: escursioni, stelle, sport e gastronomia

È la prima estate in cui a Courmayeur la montagna si vive anche dopo il tramonto, e soprattutto di notte. Gli appuntamenti di Courmayeur Outdoor Nights aprono le porte a una serie di esperienze uniche nell’arco alpino. Si cammina tra boschi e pascoli in quota, si imparano i segreti delle costellazioni, si cena in rifugio, ci si diverte sul campo da golf o su una parete di arrampicata illuminata. E chi desidera ammirare il Monte Bianco al calar del sole può salire a bordo di Skyway Monte Bianco per un aperitivo davanti allo spettacolo del tramonto più alto d’Italia.

Courmayeur_ Quest’estate, per la prima volta, si può vivere Courmayeur di notte, raggiungendo baite e punti panoramici al calar del sole: un’esperienza che finora veniva proposta solo d’inverno. Un’immersione nello scenario addormentato del Monte Bianco, tra le sagome scure delle montagne, sotto un manto di stelle.

L’esperienza inizia al calar del sole: Skyway Monte Biancodal 31 luglio al 28 agosto, sarà aperta eccezionalmente in orario serale, su prenotazione, fino alle 19.30. Si saluta il giorno – magari dopo una divertente giornata di sport in montagna – ammirando il sole scomparire dietro le cime, nel punto più alto d’Italia. A Punta Helbronner si fa aperitivo davanti a una distesa di vette altissime, tra i ghiacciai accesi dai colori del tramonto, in un silenzio irreale: un momento indimenticabile.

Una volta scesa la notte si può partecipare agli appuntamenti di Courmayeur Outdoor Nights: tante le iniziative organizzate dagli operatori del turismo.

Come “Vaghe stelle dell’Orsa”, la passeggiata serale organizzata da Trekking Habitat giovedì 29 luglio, dalle 21.00 alle 23.30, dedicata al cielo notturno. Si cammina, accompagnati dalle guide naturalistiche, alla luce della luna, sotto il manto di tantissime stelle, grazie all’assenza di inquinamento luminoso. Si avanza lentamente, con i sensi all’erta e lo sguardo puntato al cielo, scoprendo storie e miti legati alle costellazioni: Cassiopea, l’Orsa Maggiore, Antares, in un racconto che si dipana ad ogni passo. (info@trekking-habitat.com – 3358118731).

Martedì 3 agosto l’appuntamento è in Val Ferret, al Golf Club Courmayeur et Grandes Jorasses, dove alle 21.00 si svolge una gara notturna aperta a soci ed ospiti, la Grande Stevens International. Al calar del sole, il contesto naturale appare ancora più maestoso: la luce delle stelle fa risaltare il profilo delle Grandes Jorasses e del Monte Bianco. Ogni dettaglio è pensato per offrire, oltre al puro piacere della competizione, quello di essere immersi in uno scenario insolito, quasi irreale. I tee di partenza sono segnalati da indicatori luminosi, le piste sono contraddistinte da led verdi, mentre il perimetro del green è circondato da led bianchi. Solo le palline da golf restano immutate. La formula di gioco è la Louisiana a coppie su 6 buche. I giocatori apprezzeranno inoltre la “merenda” notturna a base di prodotti gastronomici locali. (segreteria@golfcourmayeur.it – 0165 89103).

Si cambia scenario lunedì 16 agosto: l’appuntamento è alle 21.15 in Val Veny, per l’osservazione delle stelle a cura dell’Osservatorio Astronomico della Regione Valle d’Aosta. Siamo nel bosco del Peuterey, a pochi km da Courmayeur, un luogo magico sulle sponde del torrente Veny, incastonato tra le vette. Un ricercatore dell’Osservatorio guida i partecipanti verso le stelle, in una metaforica scalata, illustrando astri e costellazioni visibili grazie a uno speciale puntatore laser. La mitologia classica, la cosmologia e l’astrofisica si fondono in una narrazione che affascina i sensi e l’intelletto. L’appuntamento è previsto anche in caso di maltempo: in tal caso l’osservazione ad occhio nudo lascia il posto alle riprese effettuate con i telescopi di Saint-Barthélemy, sede dell’Osservatorio Astronomico della Regione Valle d’Aosta. (info@oavda.it – 0165 770050).

Si torna a fare sport in notturna, questa volta con le Guide Alpine di CourmayeurMercoledì 18 agosto, alle 21.00, ci si ritrova ad Entrelevie, a un km dalla frazione di Dolonne, e precisamente alla palestra di arrampicata all’aperto, illuminata per consentire allenamenti e scalate. Un appuntamento gratuito adatto a tutti, anche ai neofiti, che potranno apprendere le basi di uno sport che offre la sensazione di fondersi letteralmente con la montagna. L’arrampicata in notturna è particolarmente affascinante, e regala forti emozioni: nel silenzio, circondati dalle vette, si vive un’esperienza fuori dal comune. Tutto questo in completa sicurezza, grazie alla maestria dei membri della Società delle Guide Alpine di Courmayeur, la più antica d’Italia – e la seconda al mondo – capaci di mettere a loro agio chiunque si accosti a questa disciplina. (info@guidecourmayeur.com – 0165 842064)

Infine, Courmayeur Outdoor Nights si chiude con l’escursione notturna con gustosa cena in rifugio organizzata da Sirdar Montagne. Sabato 21 agosto, alle 18.30, si parte da Arp Nouvaz, in Val Ferret, per raggiungere il rifugio Elena con le torce elettriche, camminando in uno scenario naturale maestoso. Lungo il sentiero si ascolta la guida naturalistica raccontare i segreti del territorio, storie e “pillole” dedicate alla natura. Giunti alla meta si cena nella cantina di stagionatura dei formaggi, appena ristrutturata: una chicca architettonica risalente ai tempi in cui rifugio Elena era ancora un alpeggio di alta montagna. Dopo cena si riparte percorrendo un sentiero differente, per scoprire la Val Ferret da una differente angolazione. (info@sirdar-montagne.com – 3478632466).