Luglio 26, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

“Arezzo dei lettori”: il 23 e 24 luglio due giornate all’insegna del libro e della lettura

Protagonista della tappa anche Gad Lerner con la Lectio “I confini sono un ostacolo o una protezione?”

Fra gli appuntamenti la Lectio “Filosofia come lingua viva. Come le parole degli altri ci aiutano a vivere e a capirci” di Ilaria Gaspari 

Il progetto “La città dei lettori” continua il suo viaggio in Toscana per la prima edizione diffusa della manifestazione

Firenze – Il progetto “La città dei lettori”, la manifestazione dedicata al libro e alla letteratura arriva ad Arezzo con “Arezzo dei lettori”, per un doppio appuntamento, il 23 e 24 luglio, alla Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi (Corso Italia 14), per la prima edizione diffusa della manifestazione

La rassegna, che vede nel motto “Leggere cambia tutto” l‘essenza della manifestazione, perché la lettura pone sempre nuovi orizzonti, è ideata e curata dall’Associazione Wimbledon APS, con la direzione di Gabriele Ametrano, la collaborazione e il contributo di Fondazione CR Firenze e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e il supporto di Unicoop Firenze, IED Firenze – Istituto Europeo di Design e Cesvot. 

“Abbiamo da sempre scelto collaborazioni che fossero simbolo della diffusione culturale sul territorio – dichiara Gabriele Ametrano, direttore de La città dei lettori e presidente dell’Associazone Wimbledon APS che ha ideato e cura il progetto -Sarà questo il terzo anno in cui la nostra organizzazione ha l’onore di poter portare i suoi ospiti in quello che può essere considerato un eccellente polo culturale di Arezzo: Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi. L’inconfutabile bellezza dei suoi spazi e l’impegno nel diffondere l’arte e la cultura della Fondazione Ivan Bruschi che ne gestisce le attività sono in perfetta sintonia con il nostro percorso. Quest’anno la collaborazione accoglie la prima edizione di ‘Arezzo dei lettori’, per noi l’inizio di un nuovo viaggio nel territorio aretino e una conferma della centralità di questa Istituzione nella nostra geografia culturale e progettuale

“La Fondazione Ivan Bruschi è lieta ed al tempo stesso onorata di collaborare per il terzo anno  con La città dei lettori, ospitando alla Casa Museo  alcuni dei significativi eventi previsti nell’ambito del Festival”- commenta Carlo Sisi, conservatore della Fondazione Ivan Bruschi – “Dopo un inverno che ha visto il nostro museo chiuso al pubblico per molti mesi durante i quali il nostro lavoro non si è comunque mai fermato trovando modalità e strumenti innovativi per continuare a dialogare con il pubblico, abbiamo riaperto le porte riportando nelle suggestive sale del Museo un ricco programma: la permanenza della mostra L’Oriente in Casa, in collaborazione con il Museo Stibbert, l’esposizione Merce Cunningham il coreografo che lavorò con Andy Warhol, Fuorimostra di American Art 1961 2001 di Palazzo Strozzi, la musica della Stagione Concertistica Internazionale e di Jazz&Wine, incontri e approfondimenti di carattere storico/artistico, visite teatralizzate per i più piccoli. Grazie all’Associazione Wimbledon abbiamo l’occasione di proporre anche due iniziative culturali di grande eccellenza dedicate alla lettura e alla letteratura”.

Venerdì 23 gli appuntamenti iniziano, alle ore 17:00, con i Paesaggi letterari: un progetto, a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi, nato per far conoscere i luoghi della città a chi partecipa al festival in compagnia di guide specializzate e di un autore del programma. L’appuntamento prevede una passeggiata con letture da Vite sognate del Vasari di Enzo Fileno Carabba (Bompiani). Gli appuntamenti di Paesaggi Letterari hanno un costo di 8 euro e devono essere prenotati su www.lacittadeilettori.it.  

A seguire, alle ore 19:00, in programma la Lectio “I confini sono un ostacolo o una protezione?” di Gad Lerner, giornalista, conduttore televisivo e saggista. Lerner è nato a Beirut nel 1954 da una famiglia ebraica che ha dovuto lasciare il Libano dopo soli tre anni, trasferendosi a Milano. Come giornalista, ha lavorato nelle principali testate italiane da inviato o con ruoli di direzione, inoltre ha ideato e condotto vari programmi d’informazione televisiva.

Con Io Leggo! lo spazio dedicato ai bambini e ai ragazzi, curato da Teresa Porcella in collaborazione con l’Associazione Scioglilibro, si apre, alle ore 11:00, la giornata di sabato 24. L’iniziativa vede la lettura interattiva di Monsieur Magritte (LibriVolanti) di e con Lilith Moscon e Francesco Chiacchio. Gli appuntamenti proseguono, alle ore 17:00, con Paesaggi letterari: passeggiata con letture da Le novelle della nonna di Emma Perodi. Gli appuntamenti di Paesaggi Letterari hanno un costo di 8 euro e devono essere prenotati su www.lacittadeilettori.it.  

Alle ore 18:00 l’iniziativa Emma Perodi in Toscana che vede gli interventi di Luca Santini, presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, di Annalisa Baracchi e Alberta Piroci, rispettivamente presidente e responsabile del Parco Letterario Emma Perodi e le Foreste Casentinesi, e che è realizzata in collaborazione con il Parco Emma Perodi e le Foreste Casentinesi. Infine, alle ore 19, appuntamento con Ilaria Gaspari e la Lectio “Filosofia come lingua viva. Come le parole degli altri ci aiutano a vivere e a capirci”

La manifestazione è stata pensata e organizzata per consentirne la fruizione in tutta sicurezza. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito (fino a esaurimento posti – non occorre prenotazione) e sarà garantito il rispetto delle misure anti Covid.

Dopo Arezzo “La Città dei Lettori”, che partecipa attivamente e condivide i valori del Patto della Lettura della Regione Toscana e dei Comuni del territorio per la promozione letteraria, fa tappa nel suo cuore pulsante: Villa Bardini (Costa San Giorgio 2) a Firenze.

Oltre a essere uno dei primi eventi letterari italiani plastic free, “La città dei lettori” si tinge di verde con il progetto “La foresta dei Lettori” creato in collaborazione con Treedom, che ha l’obiettivo di abbattere la produzione di CO2. 

“La città dei lettori” si inserisce nel progetto Piazza Dante #Festivalinrete che unisce quarantaquattro Festival di approfondimento culturale italiani. Sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal Mibact, Piazza Dante #Festivalinrete è una delle più importanti iniziative che nel 2021 renderanno omaggio a Dante Alighieri in occasione dei settecento anni dalla morte.