27 Novembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

La Candela C-7 volante vince la più prestigiosa gara di motoscafi elettrici a Monaco

Battendo le barche elettriche convenzionali che racchiudono una potenza dieci volte maggiore, l’ultra efficiente C-7 mostra perché le barche future falliranno.

Candela C-7 è la prima barca elettrica ad aliscafo prodotta in serie. È anche la barca premium elettrica più venduta in Europa e dalla sua introduzione nel 2019 ha vinto numerosi premi per la tecnologia innovativa che le consente di volare sopra la superficie, utilizzando l’80% in meno di energia rispetto alle barche convenzionali.

Gareggiando nella gara YCM International Speed ​​Record di venerdì durante il Monaco Energy Challenge, la più grande competizione al mondo per barche elettriche e nuove energie ospitata dal Monaco Yacht Club, il C-7 di fabbricazione svedese ha battuto altre 14 barche elettriche nel 1/8 di miglio nautico gara sprint. Con una media di 27.055 nodi, il Candela C-7 ha tagliato il traguardo a una velocità superiore a 31 nodi, nonostante il maltempo e le grandi onde.

Ancora più impressionante, l’ultra efficiente C-7 ha battuto i tradizionali motoscafi elettrici con scafo dotati di motori dieci volte più grandi, dimostrando perché l’aliscafo è il futuro per i motoscafi.

Il 25 piedi Candela C-7 ha bisogno di soli 25 CV per navigare a una velocità di 20 nodi. Con una potenza massima di 87 CV durante il decollo, il suo motore elettrico è minuscolo rispetto ai motori montati su barche a motore plananti convenzionali della stessa dimensione. A causa dell’elevata resistenza idrodinamica, le imbarcazioni plananti di solito necessitano di diverse centinaia di cavalli per raggiungere velocità elevate.

– Questo è un grande giorno per la nautica elettrica. Volevamo dimostrare che invece di montare motori più grandi e più batterie in scafi convenzionali e inefficienti, gli aliscafi consentono di utilizzare meno energia per raggiungere velocità più elevate e ottenere una lunga autonomia. È così che possiamo rendere la nautica veramente sostenibile, ha affermato Mikael Mahlberg di Candela dopo la gara.

– Volando sopra l’acqua, ottieni anche una guida più fluida con tempo mosso, ha aggiunto Mahlberg.

– Il C-7 ha più in comune con un aereo che con una barca. Il sistema di controllo ricorda quello di un moderno caccia a reazione, come l’F-16. Come pilota, devi solo guidare e controllare la velocità, tutto il resto è gestito dal computer, ha detto Mahlberg.

Il C-7 è dotato del sofisticato computer di bordo di Candela, il controllore di volo, che regola automaticamente l’aliscafo 100 volte al secondo per tenere conto del vento laterale, delle onde e dei carichi diversi. Ricevendo input da diversi sensori, il controller di volo calcola l’angolo di attacco ottimale della lamina per garantire una guida fluida.

Il sistema aliscafo di Candela – con due ali subacquee che possono essere retratte per un facile stoccaggio quando si trascina la barca o si entra in porti poco profondi – viene ora sfruttato per le barche elettriche più grandi. L’anno prossimo, Candela lancerà il traghetto elettrico P-30 per la città di Stoccolma, così come un taxi acqueo per 12 persone, chiamato Candela P-12.