Luglio 29, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

QUANDO IL CAFFÈ FA DEL BENE.NESPRESSO LANCIA “KAHAWA ya CONGO”, SPERANZA DEL CONGO

Un caffè biologico con aromi di nocciole e una leggera nota fruttata,

nato grazie al programma Reviving Origins che mira a rilanciare la produzione di caffè in regioni colpite da avversità.

Milano  Avere cura significa riportare in vita il caffè e le comunità che lo coltivano. Nespresso lancia un caffè unico, non solo perché è parte di una produzione monorigine biologica, dall’aroma dolce e fruttato che conquisterà i più esigenti coffee lovers, ma anche per l’obiettivo con cui nasce. KAHAWA ya CONGO, (Speranza del Congo) è infatti l’ultimo arrivato tra i caffè stagionali parte di Reviving Origins, il programma di Nespresso che mira a rilanciare la produzione di caffè in quelle regioni del mondo colpite da avversità come crisi economiche, cambiamenti climatici e conflitti. Il primo caffè monorigine biologico del programma Reviving Origins, KAHAWA ya CONGO, proviene dalla regione del Lago Kivu nel Congo orientale in cui, le ricche piogge e i terreni vulcanici forniscono un ambiente ideale per la coltivazione di incredibili specialità di caffè Arabica. KAHAWA ya CONGO è un caffè stagionale dal gusto morbido, con note di cereali tostati, aromi di nocciole e una leggera nota fruttata.

In questa zona della Repubblica Democratica del Congo è presente una comunità di coltivatori e coltivatrici di caffè, un tempo florida, ma che è stata devastata da decenni di instabilità politica ed economica. Nespresso, grazie anche alla collaborazione con alcuni importanti partner internazionali, ha lavorato a stretto contatto con oltre 2.500 coltivatori della zona Sud Kivu, per migliorare la qualità e la resa del caffè e per implementare pratiche agricole sostenibili, che hanno contribuito al contempo ad aumentare gli introiti dei coltivatori.

Un impegno che proseguirà con l’espansione del programma nel Nord Kivu, con il conseguente coinvolgimento di altri 1.700 coltivatori biologici certificati, e che non si limita alle aree di pertinenza della coltivazione del caffè ma che si è già ampliato attraverso importanti investimenti destinati al miglioramento delle condizioni di vita dell’intera popolazione della regione: la creazione di 23 punti di accesso all’acqua e l’istituzione di presidi sanitari in grado di fornire oltre 13.000 consulenze sanitarie all’anno alle comunità locali, supporto fondamentale per combattere uno dei principali problemi sanitari del Paese, il colera.

L’introduzione del programma Reviving Origins in Congo sta anche aiutando a combattere le disuguaglianze di genere nella coltivazione del caffè, sostenendo una maggiore prosperità e uguaglianza tra donne e uomini.

Esempio concreto di come il caffè possa diventare una forza eccezionale per fare del bene e generare un impatto positivo nei confronti dei coltivatori e delle loro comunità, il programma Reviving Origins ha dato vita in pochi anni ad alcuni tra i migliori caffè provenienti da ogni parte del mondo, prendendosi cura, al contempo, delle persone che con passione contribuiscono tutti i giorni a crearli. Si tratta inoltre di caffè stagionali disponibili solo in volumi limitati per dare alle comunità locali la possibilità di continuare a ricostruire la propria economia del caffè, aumentando, anno dopo anno, la quantità di caffè che arriva da ogni regione, aiutando i coltivatori e le coltivatrici ad aumentare la produttività e la qualità del proprio caffè.

Reviving Origins KAHAWA ya CONGO è disponibile in Italia per la gamma Original e ha un’intensità 7. Il terroir ideale del Congo dona vita a un caffè biologico vellutato, che presenta sia delicate note fruttate sia aromi di cereali dolci. Con il programma AAA Sustainable Quality™ Program, che coinvolge più di 110.000 coltivatori e coltivatrici in tutto il mondo e la certificazione biologica, Nespresso ha sviluppato un progetto per l’implementazione di una produzione climate-smart, avvalendosi di vivai, rafforzando le pratiche biologiche e lo sviluppo delle conoscenze nonché migliorando la qualità del caffè e in generale le attività locali del settore.

Reviving Origins Congo viene sottoposto a tostatura separata 50/50, in entrambi i casi la tostatura è scura e breve, nonostante la prima sia leggermente più scura e più lunga per svilupparne al meglio l’intensità, entrambe le tostature sono infine sottoposte a una macinatura media.

È consigliato come Espresso (40 ml/1,35 oz) e può essere gustato anche come Lungo (110 ml/3,75 oz)

Grazie al programma Reviving Origins la gamma di caffè che hanno potuto “rivivere” con Nespresso inizia nel Sud Sudan nel 2011. L’edizione limitata SULUJA ti SOUTH SUDAN è diventata la seconda esportazione del paese dopo il petrolio nel 2015 e nel 2016. Nel 2016, Nespresso ha lanciato le edizioni limitate AURORA de la PAZ, il suo primo caffè dalla regione in conflitto di Caquetá, Colombia, e CAFECITO de CUBA il primo caffè cubano ad arrivare negli Stati Uniti in più di cinquant’anni. Nel 2019, Nespresso ha lanciato ufficialmente il suo programma Reviving Origins insieme a nuovi caffè monorigine dallo Zimbabwe orientale e dalla Colombia, seguito da Puerto Rico. Nel 2020, Nespresso ha introdotto anche AMAHA awe UGANDA dalle regioni dei Monti Rwenzori in Uganda, e ora KAHAWA ya CONGO dalla regione del Kivu della Repubblica Democratica del Congo.