21 Settembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Espositori in primo piano: Save the Duck

Il marchio milanese Save the Duck celebra 10 anni di luxury e cruelty-free outerwear

Exhibitors Spotlight si concentra su una selezione di brand che espongono a Pitti Uomo 100, presentando le loro collezioni e i loro progetti speciali.

Mentre il fast fashion si fossilizza lentamente in una reliquia del passato, lasciando spazio all’acquisto consapevole e ai metodi di produzione sostenibili, la nuova consapevolezza ambientale sta erodendo il superato status quo dell’industria degli ultimi decenni. Allo stesso tempo, mentre le attività globali cominciano a ripartire, i vincoli logistici della pandemia spingono sia le aziende che i singoli a riconsiderare nella sua totalità l’impatto ecologico del nostro stile di vita pre-COVID, il frenetico consumismo e le modalità di viaggio.Ispirandosi alla riapertura globale e contando su una lezione acquisita, Save the Duck propone una collezione centrata su un messaggio estremamente attuale. Per la SS22, il marchio di outerwear interamente animal-free si basa sul claim “so close yet so far”: una consapevole panoramica sulla trasformazione del mondo, che tiene conto dei cambiamenti nelle nostre pratiche collettive e dei valori e desideri che la accompagnano. E se, invece di ravvivare abitudini radicate e dannose, ci arrendessimo al richiamo della natura e riattivassimo il legame innato con la natura?Fondato nel 2012 da Nicolas Bargi, Save the Duck è un marchio giovane e innovativo con alle spalle un’eredità manifatturiera che risale al 1914. Approssimandosi al primo decennio di attività, il brand italiano presenta un approccio ben definito allo stile. Lussuoso, di qualità eccellente e orgogliosamente rispettoso di tutti gli esseri viventi. Si unisce così all’ondata di designer di fascia alta che di recente hanno bandito l’uso di prodotti di derivazione animale, dimostrando che lo stile non deve per forza finire nella crudeltà o nel disastro ecologico. La selezione di capi inclusa nella collezione SS22 di Save the Duck spazia da giacche a vento a felpe, t-shirt e polo dalle linee morbide e fluide, ideali sia per i pendolari urbani che per gli avventurosi esploratori della natura. 

Onorando l’impegno a lungo termine verso la causa animale, per la SS22 il marchio milanese ha inoltre collaborato con WildAid, l’organizzazione di protezione della fauna selvatica. Il risultato è una speciale capsule collection che trae ispirazione dalla bellezza di cinque specie marine oggi gravemente minacciate. Per come stanno le cose, un consumatore motivato, educato e illuminato oggi è l’appassionato di moda del futuro.