27 Novembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

PARCO DELLA TERRAMARA, SI SCOPRE L’AMBIENTE PREISTORICO

Domenica 6 giugno, appuntamento con la paleobotanica Giovanna Barbieri per ricostruire il paesaggio dell’età del bronzo. Ingressi ogni ora per 14 persone

In quale paesaggio si muovevano gli abitanti delle Terramare? C’erano gli alberi? E si potevano raccogliere i frutti? Rispondono a queste domande, guidando i bambini alla scoperta dell’ambiente dell’età del bronzo, le visite guidare in programma domenica 6 giugno al Parco archeologico della Terramara di Montale.

Sarà Giovanna Barbieri, del laboratorio di Palinologia, Paleobotanica e Orto botanico di Unimore, ad accompagnare i visitatori alla scoperta di “Terramare e ambiente”. L’ambiente della grande pianura che ha visto nascere e fiorire la civiltà delle terramare ha subito nel corso di quattro secoli profonde trasformazioni, dovute in parte proprio all’attività umana. Le analisi archeobotaniche di pollini, semi, frutti e carboni provenienti dagli scavi hanno fornito numerosi dati per ricostruire il paesaggio dell’età del bronzo.

Nel museo all’aperto, che ospita le ricostruzioni di due palafitte, è stata prestata grande attenzione all’ambiente naturale: le specie esotiche preesistenti alla realizzazione del museo sono state gradualmente eliminate e sostituite con specie individuate dalle analisi archeobotaniche o comunque compatibili con l’ambiente naturale dell’epoca, come la quercia, il carpino, l’olmo, l’acero, il corniolo, il prugnolo, il noce, il frassino, il tasso, il salice e la vite. Lungo le sponde del fossato ricostruito sono presenti piante tipiche dell’ambiente umido di pianura.

Ai bambini verrà consegnato tutto il materiale necessario alla realizzazione di un fantastico erbario alla ricerca delle piante di 3500 anni fa.

Le visite guidate all’area archeologica e alle ricostruzioni dell’antico villaggio sono su prenotazione, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, e partono ogni ora dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 per un massimo di 14 persone per gruppo. Il costo del biglietto intero è di 7 euro; il ridotto (dai 6 ai 13 anni) costa 5 euro; l’ingresso è gratuito fino a 5 anni e dai 65 anni ed è previsto uno sconto del 50 per cento per i possessori della fidelity card del Parco. Per informazioni e prenotazioni si può telefonare al numero 335 8136948 oppure, chiamando la domenica negli orari di apertura 059 532020; o scrivere al Parco (museo@parcomontale.it) assicurandosi di ricevere conferma. Scaricando l’App io Prenoto è possibile prenotare la visita online.

La Terramara di Montale è aperta al pubblico domeniche e festivi fino al 20 giugno 2021. I programmi delle iniziative si trovano anche sul sito (www.parcomontale.it) e sulla pagina Facebook parcomontale.