Giugno 18, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

La navigazione sostenibile in mostra al Salone Nautico Venezia

La Fondazione Musei Civici di Venezia conferma la sua partecipazione al Salone Nautico di Venezia con la seconda edizione della mostra MUVE Yacht Projects che si svolge all’interno della Tesa 113 dell’Arsenale fino al 6 giugno 2021.

Venezia, 30 maggio 2021 – Per tutta la durata del Salone Nautico Venezia la Fondazione Musei Civici di Venezia sarà presente con la seconda edizione della mostra MUVE Yacht Projects che si svolgerà all’interno della tesa 113 dell’Arsenale.

L’esposizione presenterà i lavori selezionati tramite il Bando internazionale per la selezione di studi e progetti di barche – Navigazione sostenibile, promosso da Fondazione Musei Civici di Venezia, Comune di Venezia, Vela spa, in collaborazione con le principali istituzioni ed enti cittadini.

Nel 2020/21 il bando è stato specificatamente rivolto a due tipologie di progetti di yacht e mezzi nautici di trasporto ad elevate caratteristiche sostenibili: yacht a vela e motore appartenenti a classi fino a 24 metri mezzi di trasporto di persone e/o mezzi per acque interne. I progetti inviati sono stati 54, da professionisti e studenti, singoli o associati, o società che hanno realizzato e/o semplicemente ideato progetti e studi di barche di qualsiasi tipologia e materiale.

Il Comitato Scientifico, nominato dal Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e composto da quattro figure di spicco nel mondo del design, dell’industria e dell’accademia (Alberto Bassi – professore Università IUAV, Sean Mc Cartan – professore Coventry University (UK), Gabriella Belli – direttore MUVE e Carlo Nuvolari-Duodo ingegnere e architetto navale), ne ha selezionati 16 provenienti da tutta Italia, che nei giorni del Salone Nautico verranno esposti nella Tesa 113 dell’Arsenale con un allestimento ispirato alla barchetta di carta, piegata come un origami.

Durante il periodo del Salone Nautico Venezia, dagli spazi dell’Arsenale saranno trasmessi incontri e webinar sul tema dell’innovazione e della sostenibilità nel settore nautico.

Grazie alla guida dei mediatori culturali di MUVE Education, nell’info-point allestito nell’area dell’Arsenale che servì da rifugio antiaereo nel secondo conflitto mondiale – trasformata in un vero e proprio spazio “museale” didattico – i visitatori del Salone Nautico potranno conoscere le vicende del sottomarino Dandolo, anch’esso nelle collezionidel Museo Navale, varato a Monfalcone nel dicembre del 1967 e disarmato nel 1996.

Tutti i visitatori del Salone Nautico che vorranno recarsi ai Musei Civici, secondo le modalità previste e negli orari d’apertura, potranno entrare con biglietto ridotto presentando il ticket del Salone Nautico. Allo stesso modo, i visitatori dei Musei avranno diritto all’agevolazione d’ingresso al Salone Nautico.

L’avvio del Salone Nautico di Venezia proprio negli spazi suggestivi dell’Arsenale è anche l’occasione per visitare il Museo Storico Navale nell’edificio del XV secolo che fu “Granaio” della Serenissima, museo recentemente riaperto al pubblico dopo le restrizioni della pandemia. Un sito, i cui servizi al pubblico sono gestiti dalla Fondazione MUVE insieme a Vela spa, dove poter ammirare alcune delle imbarcazioni più affascinanti dell’antica Repubblica veneziana e ripercorrere un aspetto pregnante della storia della città lagunare. Per tutta la durata del Salone Nautico, fino al 6 giugno, il Museo sarà aperto tutti i giorni dalle 11 alle 17. Dall’11 giugno all’1 novembre 2021 l’apertura avverrà solo nei fine settimana, dal venerdì alla domenica dalle 11 alle 17. Il Museo sarà visitabile con biglietto ridotto.

Il Salone Nautico Venezia è promosso dal Comune di Venezia e realizzato attraverso la società Vela spa, in collaborazione con la Marina Militare Italiana. Partner della manifestazione sono importanti realtà come Eni, Intesa San Paolo, Generali, Consorzio Prosecco DOC e Camera Di Commercio Venezia e Rovigo. Partner tecnici Mole Urbana, e-concept e ABB.