27 Novembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

E’ on air la nuova campagna Voiello: “La pasta come Napoli comanda”

Al centro il legame indissolubile dello storico marchio di pasta con la passionalità e l’estro del territorio campano

Napoli– La passionalità, la tradizione, l’esuberanza tutta partenopea sono racchiuse nel nuovo film di brand Voiello, on air da domenica 23 maggio.

Ad accompagnare all’interno della Napoli più autentica, fatta di buon cibo, convivialità, dove non manca mai anche una giusta dose di sana follia, è una voce narrante d’eccezione, quella di chef Antonino Cannavacciuolo. Napoletano doc per eccellenza, oltre ad essere il portavoce dell’unicità della pasta Voiello – superiore, tenace, ruvida, consistente e che cattura i sughi come nessuna, grazie all’utilizzo del Grano Aureo 100% italiano – e dei suoi formati più iconici, come Il gran spaghetto, Il Gran fusillo e La penna doppia rigatura, traghetterà il telespettatore nel cuore delle cucine campane.

Al centro del racconto del nuovo film di brand – che fa leva sulle origini e sui valori di Voiello – un messaggio semplice e diretto: “La pasta come Napoli comanda”. La pasta che diventa anche sinonimo di legame con le tradizioni e con le peculiarità delle persone che rendono questa città unica al mondo. Una città per certi aspetti esagerata e che, proprio da questa esagerazione trae la sua forza e il suo essere inimitabile. Proprio come Voiello. 

La nuova campagna di marca fa leva sulle nostre origini e i nostri valori – dichiara Sara Caggiati, SeniorMarketing Manager Voiello – e il nostro intento è quello di raccontare alle persone cosa fa di Voiello una pasta smisuratamente buona: a cominciare dal suo legame con Napoli, da cui mutua i valori di passione, intensità ed estro. A questo si aggiunge l’attenzione per la selezione della materia prima: il Grano Aureo 100% italiano, dall’elevato contenuto proteico. Quanto alle strategie comunicative, che si sviluppano sia online sia offline, l’azienda punta su un mix di strumenti e touch point finalizzati a ottenere una comunicazione più efficace e capillare possibile – spiega Caggiati – con uno storytelling emozionale e vicino alle persone”. 

Il nuovo film è ambientato interamente tra i vicoli e le bellezze della città di Napoli ed ha coinvolto comparse e attori 100% campani: due sposi che si baciano appassionatamente in una piazza, uno street artist napoletano che riproduce Pulcinella sulla facciata di un palazzo, i tifosi di una squadra di calcio, ‘o pazzariello, l’artista di strada stravagante e burlone che si impegna a far divertire i passanti per strada e che, insieme ad una band di musicisti, rappresenta una parte della storia popolare. Questi sono solo alcuni degli affreschi che si ritrovano nel manifesto della comunicazione Voiello. Un crocevia di esistenze – che appartengono al territorio – accomunate da tradizione e contemporaneità. Così come è per Voiello che, da oltre 140 anni, guarda avanti, ma con un occhio rivolto alle sue origini e radici partenopee.

Informazioni su Voiello

L’Antica Marca di pasta napoletana Voiello è stata fondata nel 1879 a Torre Annunziata, quando August Van Vittel, ingegnere svizzero, arriva per costruire la ferrovia Napoli Portici e si innamora di Rosetta Inzerillo, figlia di un piccolo pastaio locale. Da lì il sogno, quello di fare la pasta migliore di Napoli. Voiello è riconosciuta da sempre come una pasta dalla qualità superiore e simbolo della cultura pastaia partenopea. La selezione delle materie prime, a partire dall’esclusivo utilizzo del Grano Aureo (100% italiano), e i formati legati alla tradizione, la rendono impeccabile, una pasta che è sinonimo di eccellenza. Una pasta da sempre apprezzata per la consistenza tenace, ruvidissima (grazie alla trafilatura al bronzo), capace di catturare i sughi come nessuna.

Lo Stabilimento Barilla di Marcianise (Caserta). Un Plant all’avanguardia per la qualità e l’innovazione (industria 4.0), impegnato da anni nella gestione ambientale

Un mix di tradizione, innovazione e gestione ambientale alla base dello stabilimento Barilla di Marcianise, nel Casertano. Qui, il Gruppo Barilla ha trovato terreno fertile per produrre ed esportare nel mondo il simbolo della cucina italiana, la pasta, prodotta nel rispetto dell’antica arte pastificatoria campana.

Barilla, da quasi cinquant’anni, con il marchio Voiello ci regala una pasta di grano duro Aureo di straordinaria qualità, vero e proprio orgoglio della gastronomia campana.

Oggi, lo stabilimento di Marcianise rappresenta il polo mondiale della produzione di paste di semola speciali e della celebre Pasta Voiello, realizzata con solo Grano Aureo 100% italiano di qualità superiore (in media 15,5% di proteine). Il Plant, costruito nel 1968 e divenuto cinque anni dopo proprietà della Barilla, conta una superficie totale di 87.500 mq, 9 linee produttive e 140 dipendenti.

In questo stabilimento, nel 2020, sono state prodotte ben 115.725 tonnellate di pasta e 28.567 tonnellate di pasta Voiello.

Uno stabilimento all’avanguardia impegnato da anni nella gestione ambientale: -39% di consumi di acqua su prodotto finito e -26% di emissioni di CO2 su prodotto finito negli ultimi 10 anni ed un aumento della percentuale del riciclo dei rifiuti generati fino al 95%. Come ulteriore dimostrazione dell’attenzione del Gruppo di Parma verso quest’area, il piano degli investimenti degli ultimi 10 anni è stato di circa 70 Mio€ passando da una media di 4Mio€/Anno a circa 9,5Mio€/Anno sui fronti della qualità del prodotto, sicurezza per le persone, sostenibilità ambientale ed innovazione con l’industria 4.0.

Il Gruppo Barilla

Barilla è un’azienda di famiglia non quotata in borsa, presieduta dai fratelli Guido, Luca e Paolo Barilla. Venne fondata dal loro bisnonno Pietro Barilla, che nel 1877 aprì una bottega di pane e pasta a Parma, oggi famosa in Italia e nel mondo per le sue eccellenze gastronomiche. Con i suoi marchi – Barilla, Mulino Bianco, Pan di Stelle, Gran Cereale, Harrys, Pavesi, Wasa, Filiz, Yemina e Vesta, Misko, Voiello, Cucina Barilla – promuove un’alimentazione gustosa, gioiosa e sana, ispirata alla Dieta Mediterranea e allo stile di vita italiano.

Quando apre la sua bottega oltre 140 anni fa, Pietro Barilla ha come parole d’ordine: fare cibo buono. Oggi, questo è diventato il modo di fare impresa di Barilla: “Buono per Te, Buono per il Pianeta”, che rappresenta l’impegno quotidiano delle oltre 8.000 persone che lavorano nel Gruppo e di una filiera che ne condivide valori e passione per la qualità.

“Buono Per Te” significa migliorare continuamente i prodotti, incentivare l’adozione di corretti stili di vita e favorire l’accesso al cibo delle persone. “Buono Per il Pianeta” significa promuovere filiere sostenibili, ridurre e compensare le emissioni di CO2 e impegnarsi a ridurre i consumi di acqua nella filiera produttiva.

Per saperne di più, visitare: www.barillagroup.com; Twitter: @barillagroup