Giugno 16, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

NOI SIAMO VETRO – WE ARE GLASS

in mostra al Museo del Vetro di Murano le opere di Paola Bertoldo, Paola Vianello e Marta Buso

Venezia – C’è tempo fino al 3 giugno per visitare l’esposizione Noi Siamo Vetro – We are Glass, nel giardino del Museo del Vetro di Murano. L’esposizione rientra all’interno del calendario di eventi della nona edizione del festival Arts’ Connection, promosso e organizzato da Lisette Caputo, che sostiene la rinascita del vetro artistico di Murano attraverso la cultura e che quest’anno si aggiunge alle celebrazioni per i 1600 anni di Venezia. 

In mostra ci sono le opere firmate dalle impiraresse Paola Bertoldo e Paola Vianello e dalla fotografa Marta Buso, che declinano il vetro secondo la propria creatività. Le artiste delle perle esaltano il gusto della moda e del glamour: un vetro che, in forma di preziose perline, si può indossare come corpetto, borsa o calzature. Pezzi unici, realizzati interamente a mano, legando le antiche tradizioni a stili contemporanei e sperimentando nuove tecniche. Come quella del Soutache, l’arte di contornare le perle con fili colorati creando infiniti disegni e infiniti colori. Si tratta di una tecnica di origine russa e dei paesi dell’est, un tempo utilizzata per la decorazione degli abiti attraverso fettucce, generalmente di seta, cucite insieme per formare elementi decorativi. Dall’altra parte, invece, la fotografa Marta Buso espone un’immagine stampata su alluminio e intitolata “Aleph”, ossia la prima lettera dell’alfabeto fenicio e dell’alfabeto ebraico. L’origine insomma, il principio, perché anche la perla rappresenta un microcosmo per la cui creazione entrano in gioco i quattro elementi vitali: acqua, terra, aria e fuoco. 

La mostra sarà visitabile fino al 3 giugno secondo gli orari del Museo, dal venerdì alla domenica dalle 11 alle 17 (ultimo ingresso ore 16). In base alle ultime disposizioni normative, per entrare al Museo del Vetro nei giorni di sabato, domenica e festivi, è necessario prenotare con un giorno di anticipo rispetto alla visita.

Il festival proseguirà fino alla fine dell’anno in formula di “edizione estesa”, con articolate iniziative ospitate nel Padiglione del Vetro, al Salone nautico all’Arsenale, durante il Festival del Cinema, a Palazzo Balbi e in alcuni noti locali veneziani e coinvolgerà 77 protagonisti tra artisti, perlere, impiraresse, performer e designer di moda, sotto la direzione artistica di Lisette Caputo dell’Associazione di Promozione Culturale “Lillyth”.