Maggio 6, 2021

DA INTESA SANPAOLO 2,5 MILIONI DI EURO ALLA PAPERDI SRL PER FINANZIARE PROGETTI DI CRESCITA SOSTENIBILE


• S-Loan è il finanziamento ideato dal primo gruppo bancario italiano per
supportare le imprese virtuose a conseguire obiettivi ESG
• Focus su politiche di approvvigionamento green e iniziative rivolte all’intera
filiera per l’adozione di buone pratiche sociali e ambientali
Caserta, 30 aprile 2021 – La crescita sostenibile al centro del progetto di sviluppo della Paperdi Srl,
finanziato da Intesa Sanpaolo con 2,5 milioni di euro e che prevede obiettivi di miglioramento ESG
(Environmental, Social, Governance). Il finanziamento S-Loan, strutturato per accompagnare gli sforzi
delle imprese nella direzione di una maggiore sostenibilità, è in questo caso garantito da Mediocredito
Centrale nell’ambito del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle aziende italiane durante
l’emergenza Covid-19. Il finanziamento, come previsto dal Decreto, è finalizzato a sostenere il capitale
circolante, il costo del personale e a finanziare il piano investimenti di Paperdi Srl che sarà incentrato
su nuovi programmi ESG, già strategici per un’azienda che opera nel settore della carta.
L’operazione, della durata di 72 mesi, prevede due obiettivi di miglioramento in ambito ESG.
Il primo è riferito all’introduzione di una politica di approvvigionamento green estesa a tutta la filiera

  • acquisti, trasporti e forniture energetiche – che si traduce nella preferenza di prodotti e servizi a minor
    impatto ambientale. Il secondo obiettivo è relativo allo sviluppo di programmi di incremento del welfare
    aziendale.
    Questi valori hanno trovato piena condivisione nella soluzione proposta da Intesa Sanpaolo attraverso
    il finanziamento S-Loan, che prevede il monitoraggio degli obiettivi rilevati nell’ambito della nota
    integrativa del bilancio della società. Il primo gruppo bancario italiano ritiene fondamentale promuovere
    lo sviluppo di una economia sostenibile favorendo la diffusione di una cultura improntata ai criteri ESG.
    Intesa Sanpaolo infatti ritiene fondamentale promuovere lo sviluppo di una economia sostenibile,
    favorendo lo sviluppo di tale cultura riconoscendo la rilevanza degli investimenti che vengono inquadrati
    nei tre criteri guida, denominati ESG. Grazie al finanziamento a medio-lungo termine S-Loan, le imprese
    possono contare su supporto finanziario per interventi verso una maggiore sostenibilità sotto il profilo
    ambientale, sociale e di governance di impresa. Il finanziamento sostiene le esigenze finanziarie di mediolungo termine dell’azienda con condizioni dedicate agevolate, grazie alle riduzioni di tasso riconosciute
    al raggiungimento degli obiettivi di miglioramento in ambito ESG. Per ogni anno in cui l’impegno sarà
    rispettato sarà riconosciuto uno sconto sul finanziamento al fine di premiare i risultati conseguiti.
    Infine per ogni S-Loan sottoscritto, come nel caso specifico, Intesa Sanpaolo si impegna a effettuare una
    donazione di 200 euro a un progetto di valenza sociale. In particolare il progetto selezionato è “A scuola
    di inclusione: giocando si impara” in collaborazione con l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare
    Direzione Nazionale. Il ricavato della raccolta sarà destinato alla realizzazione di parchi gioco per bambini
    con disabilità in 16 regioni italiane.
    Il percorso di accompagnamento alla transizione sostenibile delle aziende è uno dei pilastri di “Motore
    Italia”, il programma strategico di finanziamenti e iniziative realizzato da Intesa Sanpaolo per
    consentire alle piccole e medie imprese italiane di superare la fase di difficoltà causata dalla crisi
    pandemica e rilanciarsi attraverso progetti di sviluppo e crescita. Il piano prevede un plafond nazionale
    di 50 miliardi di euro e mette a disposizione circa 2,5 miliardi di nuovo credito per le imprese
    campane.
    Vincenzo Di Leva, Amministratore Unico di Paperdi Srl: “La nostra azienda ha da sempre come
    riferimento un modello di crescita sostenibile, la cui equazione di base è conciliare le performance
    economiche con un comportamento etico nei confronti dei nostri stakeholders e della collettività tutta.
    In termini di miglioramento della performance ambientale la direzione è quella di efficientare l’intera
    filiera. Tra i progetti da realizzare nel prossimo triennio meritano particolare menzione l’installazione
    presso lo stabilimento di produzione della carta di un nuovo impianto di cogenerazione energetica, che
    consente la produzione dell’energia elettrica dalla combustione del gas metano meno impattante sul
    piano ambientale; il lancio di un nuovo sistema di dispenser ad erogazione controllata volto a ridurre
    gli sprechi ed, infine, una graduale sostituzione degli imballi in plastica con quelli in carta per il
    confezionamento dei prodotti finiti. L’opportunità concessaci da Intesa Sanpaolo, nostro storico
    partner, rappresenta per noi un’attestazione dell’impegno dedicato negli anni alla sostenibilità e ci
    consente di guardare al futuro fiduciosi di poter ulteriormente consolidare il nostro orientamento”.
    Giuseppe Nargi, Direttore Regionale Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo:
    “L’attenzione alle esigenze del territorio è al centro dell’impegno e delle azioni del nostro Gruppo.
    Siamo orgogliosi di poter supportare una realtà come Paperdi Srl, che promuove da sempre un modello
    di crescita ispirato ai principi di sostenibilità ambientale e sociale. La storia di questa azienda
    testimonia un modo di fare impresa che contribuisce alla creazione di valore collettivo e che va
    sviluppato con la massima priorità. Da parte nostra, mettiamo a disposizione importanti plafond
    dedicati espressamente agli investimenti in sostenibilità e circular economy. Inoltre integriamo questi
    temi nella valutazione del merito creditizio, proprio per orientare le nostre imprese su un percorso
    effettivo e credibile”.