Maggio 8, 2021

KitKat sarà a impatto zero entro il 2025, aumentando gli sforzi per la sostenibilità

KitKat , uno dei marchi di cioccolato più famosi al mondo, si è impegnato oggi a diventare carbon neutral entro il 2025. KitKat mira a ridurre le emissioni generate attraverso l’approvvigionamento dei suoi ingredienti, la fabbricazione del prodotto e la sua distribuzione di oltre il 50% come parte del piano.

La maggior parte delle emissioni si verifica quando si producono gli ingredienti di KitKat come il cacao e il latte. Il marchio ridurrà queste emissioni il più possibile attraverso iniziative come il ripristino delle foreste e il sostegno alla transizione verso un’agricoltura rigenerativa.

Per tutte le emissioni che non possono essere eliminate, il marchio investirà in compensazioni di alta qualità basate su soluzioni climatiche naturali.

KitKat sta lavorando con The Carbon Trust, una società di consulenza globale in materia di cambiamenti climatici e sostenibilità, per misurare l’attuale impronta di carbonio del marchio e completerà questo processo più avanti nel 2021.

Protezione e ripristino delle foreste
La deforestazione è uno dei principali motori globali delle emissioni di carbonio nella filiera agricola. Nestlé ha utilizzato una varietà di strumenti negli ultimi dieci anni, tra cui certificazione, mappatura della catena di approvvigionamento e immagini satellitari, per raggiungere il suo impegno contro la deforestazione.

Inoltre, Nestlé si sta concentrando sulla conservazione e il ripristino delle foreste. Ad esempio, nel 2019 ha pubblicato un piano d’azione (pdf, 860 KB) per aiutare a proteggere e ripristinare le foreste nella sua catena di approvvigionamento del cacao. All’inizio di questo mese, Nestlé ha unito le forze con altre per lanciare il Collettivo Rimba . Questa iniziativa sostiene la protezione e il ripristino di oltre 500.000 ettari di paesaggi forestali tropicali nel sud-est asiatico, dove l’azienda si procura i suoi ingredienti.

Espansione dell’agricoltura rigenerativa
KitKat amplierà il suo lavoro con cacao, olio di palma, cereali, zucchero e produttori di latte per implementare pratiche rigenerative. Metodi di coltivazione come la riduzione degli input sintetici, una migliore gestione del suolo e la piantumazione di alberi possono aiutare a ridurre il carbonio dall’atmosfera, migliorare la biodiversità e aumentare la produttività in azienda. A sostegno di ciò, KitKat aiuterà gli agricoltori a piantare cinque milioni di alberi da ombra da cui ricava il cacao entro il 2025.

Accelerare la transizione all’elettricità rinnovabile
KitKat sta lavorando per migliorare l’impronta ambientale dei suoi stabilimenti. Ha già ridotto l’energia richiesta per produrre KitKat di oltre il 40% per tonnellata di prodotto dal 2000.

Nestlé sta già utilizzando elettricità rinnovabile negli stabilimenti di produzione di KitKat , come l’energia ricavata da impianti solari in Medio Oriente e Brasile. L’azienda continuerà a trovare nuovi modi per porre fine alla dipendenza dai combustibili fossili e utilizzare elettricità rinnovabile al 100% per tutte le fabbriche KitKat prima della fine del 2025.

Basandosi su più di un decennio di azione
KitKat ha una storia di miglioramento della sostenibilità della sua catena di fornitura che risale a più di un decennio. Nel 2009, Nestlé ha lanciato il Nestlé Cocoa Plan e nel 2016 KitKat ha acquistato il 100% del suo cacao dal programma. Nell’ambito del Piano, Nestlé ha piantato oltre 15 milioni di alberi di cacao e ha investito CHF 300 milioni nella sostenibilità del cacao.

Il nuovo impegno di KitKat a emissioni zero integra gli sforzi continui dell’azienda per ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale. Nestlé si impegna a raggiungere le emissioni nette zero ovunque entro il 2050, lungo tutta la sua catena del valore.