Giugno 17, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Open weekend AstraZeneca alla Fiera del Mediterraneo: boom di somministrazioni

Buona affluenza nel primo giorno del weekend di porte aperte AstraZeneca alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. A metà pomeriggio sono state 1180 le dosi di questo siero anti-Covid somministrate a chi ha aderito al finesettimana di vaccinazioni straordinarie senza prenotazione per i cittadini tra i 60 e i 79 anni senza patologie o fragilità.

“L’iniziativa è pienamente riuscita – dichiara Renato Costa, commissario all’emergenza sanitaria nella Città metropolitana di Palermo -. Lo dimostrano già i numeri parziali, aggiornati alle 17,30 del primo giorno di open weekend alla Fiera: 1180 somministrazioni di questo vaccino in sole nove ore è un vero record per la Fiera del Mediterraneo, considerando che, in genere, qui ci attestiamo su una media di 400-500 inoculazioni giornaliere di AstraZeneca. Stiamo ricostruendo la fiducia in un vaccino finito al centro delle polemiche e che invece è un alleato prezioso nella lotta alla pandemia. I cittadini sanno che i casi di trombosi sono rarissimi: oggi hanno dimostrato di non avere paura”. L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha individuato e analizzato 86 casi di trombosi su 25 milioni di vaccinati con AstraZeneca. Sempre secondo dati Ema, questo vaccino causa lo 0,0004% di trombosi, cioè quattro su un milione di somministrazioni. Il Coronavirus, invece, è all’origine del 16,5% di casi di trombosi tra chi contrae l’infezione.

Due su cinque i corridoi dell’hub destinati ai vaccinandi con AstraZeneca; negli altri tre sono andate avanti regolarmente le inoculazioni di siero anti-Covid Pfizer ai cittadini ultraottantenni o estremamente vulnerabili.

Lunghe code fin dal mattino nel viale principale della Fiera. Le vaccinazioni senza prenotazione, nell’ambito dell’open weekend, si effettuano dalle 8 alle 22, orario di chiusura dei cancelli. Fino a mezzanotte, invece, ma entrando al massimo entro le 22, andranno avanti le vaccinazioni di tutti coloro che, a prescindere dall’open weekend, si erano già prenotati in precedenza.

Nonostante l’iniziativa di questo finesettimana sia aperta senza prenotazione a chi ha tra i 60 (anche da compiere entro il 2021) e i 79 anni, sulla piattaforma dell’hub https://fiera.asppalermo.org/ è stato messo a disposizione un sistema di preregistrazione per permettere alla struttura di organizzare meglio gli accessi. La preregistrazione, inoltre, è fortemente consigliata perché permette di accorciare di molto i tempi di attesa. Le persone che si preregistrano, infatti, possono scaricare la modulistica per il consenso al vaccino e presentarsi già in Fiera con i fogli compilati e pronti per la consegna all’accettazione. Inoltre, sempre preregistrandosi, si può indicare un orario di arrivo. Oltre 1100 le preregistrazioni raccolte, al momento, per la tre giorni di open weekend all’hub provinciale; solo per la giornata di venerdì sono state 500.

Oltre alla Fiera del Mediterraneo, sono 17 i centri vaccinali di Palermo e provincia che aderiscono al finesettimana di porte aperte ad AstraZeneca. Ecco l’elenco:

  • Cto – Ospedali riuniti Villa Sofia Cervello ore 8-20;
  • Arnas Civico, ore 14-20;
  • Ospedale Ingrassia, ore 15-22;
  • Ospedale Corleone, ore 15-22;
  • Ospedale Termini Imerese, ore 15-22;
  • Ospedale Partinico, ore 15-22;
  • Ospedale Petralia, ore 15-22;
  • Distretto Cefalù, ore 8-20;
  • Distretto Termini, ore 8-20;
  • Distretto Carini, ore 8-20;
  • Distretto Misilmeri, ore 8-20;
  • Distretto Bagheria, ore 8-20;
  • Distretto Lercara Friddi, ore 8-20;
  • Distretto Partinico, ore 8-20;
  • Distretto Petralia, ore 8-20;
  • Villa delle Ginestre, ore 8-22;
  • Ospedale Madonna dell’alto di Petralia Sottana, ore 15-22.