15 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

“Fellini e Fellinette”: il 15 aprile un evento in omaggio al grande regista promosso dal Settore Cultura, Circuito Cinema e Cineforum italiano

Giovedì 15 aprile, alle ore 17, è in programma l’evento Fellini e Fellinette, organizzato dal Settore Cultura del Comune di Venezia e Circuito Cinema Venezia con Cinit-Cineforum Italiano. L’evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook di Circuito Cinema Venezia. L’incontro sarà l’occasione per rievocare, raccontare, scoprire aspetti meno noti del grande regista Federico Fellini.

All’evento saranno presenti Francesca Fabbri Fellini, Marco Vanelli, Marco Bellano con il coordinamento di Alessandro Cuk. Il Cinit festeggia i suoi primi cinquant’anni con un numero speciale della sua storica rivista, “Cabiria”, dedicato a Federico Fellini. Per l’occasione, all’evento Fellini e Fellinette parteciperanno la nipote del grande regista, Francesca Fabbri Fellini, autrice del cortometraggio dal titolo “La Fellinette”, il direttore della rivista “Cabiria” Marco Vanelli e Marco Bellano, docente di History of Animation dell’Università di Padova.

A coordinare l’incontro sarà il vicedirettore di Cinit, Alessandro Cuk. Cabiria, storica rivista di critica e approfondimento cinematografici, dedica un intero numero a Federico Fellini: della sua poliedrica creatività si parla approfonditamente nello speciale. Il direttore Marco Vanelli affronta alcuni aspetti meno conosciuti del regista romagnolo, a partire dall’amicizia con lo scrittore Mario Tobino e del progetto comune di un film poi mai realizzato.

Inoltre, si parla del misterioso “debutto” salgariano di Fellini rimasto incompiuto e di Fellini personaggio letterario. Marco Bellano, infine, racconta il cortometraggio di Francesca Fabbri Fellini, La Fellinette. Questo è il nome che il regista diede, nel 1971, a un disegno per la sua nipotina Francesca di sei anni: un’affettuosa caricatura della bambina mentre cammina lungo la riva del mare. Nel 2020, a cent’anni dalla nascita di Fellini, il cortometraggio è diventato una piccola celebrazione del regista: il disegno è stato trasformato in un personaggio animato che appare come un sogno in un circo.

Maggiori informazioni sul sito: www.culturavenezia.it/cinema