Giugno 17, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

“InvestiAMOSociale”, c’è il concorso per supportare progetti ad alto impatto sociale

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e UniCredit, in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture e il coinvolgimento di numerosi partner nazionali e locali, è rivolto agli Enti del Terzo Settore ed ha l’obiettivo di individuare e sostenere l’imprenditorialità sociale del territorio. Call aperta dal 14 aprile fino al 30 giugno 2021. In palio premi in denaro per un ammontare complessivo di 150mila euro, singoli finanziamenti a impatto sociale fino a 90mila euro e attività di formazione e supporto per l’accompagnamento e la realizzazione dei progetti.

PERUGIA – Far crescere l’imprenditorialità sociale e sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in riposta ai bisogni del territorio capaci di generare impatto anche in termini di inclusione sociale e lavorativa dei soggetti più vulnerabili. Questi i principali obiettivi che si pone “InvestiAMOSociale”, il concorso nato dalla volontà condivisa di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e UniCredit, in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture, realizzato con il coinvolgimento dei partner Human Foundation, Confcooperative, Legacoop Umbria, Cesvol Umbria e con il supporto scientifico di AICCON (Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit).

L’iniziativa si rivolge sia alle imprese sociali e alle cooperative sociali già costituite, sia alle organizzazioni del mondo associativo e del volontariato, alle fondazioni, alle imprese cooperative e di capitali che intendono trasformarsi in impresa sociale che presentano progetti, già iniziati o in fase di avviamento, in grado di generare un valore aggiunto e un impatto sul territorio in termini di ricadute sociali ed economiche anche  sotto il profilo occupazionale, in particolare attraverso l’inclusione dei soggetti più fragili. Gli ambiti di azione individuati sono: agrifood, cultura, economia circolare, servizi socio sanitari ed inserimento lavorativo, servizi educativi, turismo esperienziale e sociale, welfare aziendale e di comunità.

Requisito di base per candidarsi è che il richiedente abbia la propria sede legale o una sede operativa nel territorio di tradizionale operatività della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia (i Comuni sono elencati nel Regolamento del Concorso).

Per partecipare basterà inviare le proposte progettuali entro il 30 giugno attraverso la piattaforma digitale ideatre60 messa a disposizione da Fondazione Italiana Accenture. Una giuria composta da rappresentanti di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, UniCredit, Fondazione Italiana Accenture, AICCON e Human Foundation valuterà le migliori proposte stilando una prima classifica in cui saranno inseriti 15 Enti finalisti che passeranno alla fase successiva e che potranno partecipare ad un workshop formativo con esperti, finalizzato all’acquisizione e al rafforzamento di competenze utili al perfezionamento dei progetti presentati.

Gli Enti finalisti avranno l’opportunità di esporre il proprio progetto alla giuria finale, che procederà con la proclamazione di cinque vincitori.

Ai fini del punteggio si terrà conto anche della potenzialità dei progetti di essere replicabili, economicamente sostenibili e portatori di innovazione tecnologica.

Per ciascun vincitore, in palio un contributo in denaro di 30mila euro, stanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. A ciò si aggiungono un premio speciale pari a 10mila euro, erogato da Fondazione Italiana Accenture a favore del progetto che riterrà più tecnologicamente innovativo tra i vincitori. Inoltre, è offerta loro la possibilità di accedere a un finanziamento UniCredit ad impatto sociale fino a 90mila euro – a tasso zero per il finanziato, in virtù del contributo in conto interessi garantito dalla stessa banca – nell’ambito del programma UniCredit Social Impact Banking. Quest’ultimoprevede anche il riconoscimento di una premialità fino a 4mila euro al raggiungimento degli obiettivi sociali dei singoli progetti premiati, secondo lo schema del pay for success.

Ai vincitori sarà garantita anche la possibilità di usufruire di servizi di tutoring e mentoring curati da Cesvol Umbria, Confcooperative Umbria e Legacoop Umbria.

Human Foundation, infine, con il contributo di UniCredit, provvederà a fornire formazione e supporto tecnico per la valutazione e rendicontazione dell’impatto sociale delle attività avviate dalle organizzazioni vincitrici.

Il regolamento è consultabile dal 12 aprile collegandosi al link  https:// investiamosociale.ideatre60.it/. Dalla stessa piattaforma sarà possibile iscriversi a partire dal 14 aprile.

“Il Welfare territoriale e comunitario – afferma il Vice Presidente di FCRPG, Nicola Bastioni – rappresenta una linea di intervento fortemente strategica di cui il concorso “INVESTIAMO SOCIALE” vuole essere parte integrante e propulsiva. La crisi pandemica ha messo a durissima prova il tessuto socioeconomico del nostro territorio ma ha anche fatto emergere una significativa capacità di resilienza. L’iniziativa mira a captare e stimolare tutte le forze, sia nuove che già esistenti, pronte a rispondere al forte e crescente bisogno di imprenditorialità a spiccato impatto sociale, in grado di creare occupazione a favore dei soggetti più deboli a cui, da tempo, la nostra costante attività di monitoraggio ci suggerisce di attribuire una speciale priorità.

“INVESTIAMO SOCIALE” rappresenta una sorta di paradigma perché sintetizza i principi cardine su cui si fondano tutte le nostre azioni, presenti e future, a sostegno del Welfare: in costante sinergia con tutti i soggetti territoriali che si prefiggono il bene comune e lo sviluppo economico innovativo, sostenibile, misurabile in termini d’impatto e replicabile, riteniamo strategico non solo finanziare ma accompagnare tali iniziative con percorsi formativi ad hoc che contribuiscano ad elevare le competenze progettuali, la capacità di fare rete e ad utilizzare al meglio le svariate forme di sostegno attuate, direttamente o in forma mediata, dall’Unione Europea”.


“Questo bando – sottolinea Livio Stellati, Responsabile Territorial Relations Centro Nord UniCredit – risponde ad un’esigenza forte della comunità, amplificata dalle conseguenze imposte dalla pandemia, e costituisce allo stesso tempo un’opportunità per l’intero territorio. Per la crescita delle imprese sociali che vi insistono, per la collettività che potrà usufruire di nuovi servizi ad alto impatto, per il rafforzamento della sinergia tra partner di rilievo che costituisce una risorsa preziosa a beneficio dello sviluppo economico e sociale dell’area. Obiettivi che, come banca, perseguiamo con un ruolo sempre più attivo grazie al nostro programma Social Impact Banking, attraverso il quale puntiamo a contribuire allo sviluppo di una società più equa e inclusiva individuando, finanziando e promuovendo iniziative che hanno un impatto sociale positivo. Ciò perché vogliamo essere non solo finanziatori, ma anche protagonisti e facilitatori di un cambiamento positivo nella società”.


“Siamo contenti di avere contribuito alla progettazione e alla realizzazione di “InvestiAmo Sociale” poiché innovazione, formazione e imprenditorialità sociale sono elementi centrali della mission di Fondazione Italiana Accenture. In particolare, crediamo nell’innovazione tecnologica come strumento di crescita per il Terzo Settore. Per questo “InvestiAmo Sociale” sarà ospitata su ideatre60, la piattaforma digitale che Fondazione Italiana Accenture mette al servizio di programmi e iniziative di economia sociale, e inoltre premieremo con 10.000 euro il progetto in grado di esprimere, soprattutto grazie all’adozione di soluzioni tecnologiche innovative, il suo potenziale trasformativo per migliorare l’impatto sul territorio di Perugia” – Simona Torre, Segretario Generale, Fondazione Italiana Accenture.