Aprile 10, 2021

Nestlé sostiene il cibo a base vegetale con investimenti in Asia

Nestlé ha raddoppiato oggi i suoi piani per sostenere il cibo a base vegetale in Asia con l’inaugurazione di un sito di produzione di hamburger, cotolette, carne macinata e altro a Shah Alam, in Malesia.

La nuova struttura ha la capacità di produrre 8.000 tonnellate di alimenti a base vegetale all’anno e fornirà sia servizi di ristorazione che vendita al dettaglio con il nuovo marchio Harvest Gourmet .

Con la produzione di alimenti a base vegetale ora online in Cina e in Malesia, Nestlé sta cercando di aiutare a guidare la “rivoluzione alimentare silenziosa” in atto in Asia. Sempre più persone scelgono opzioni a base vegetale per uno stile di vita più sano con un impatto minore sul pianeta.

In un recente sondaggio di GlobalData, oltre il 40% degli intervistati nei paesi della regione dell’Asia e dell’Oceania ha affermato di essersi spostato verso alimenti più vegetali. L’11% sta ora optando per una dieta puramente vegetariana o vegana e un terzo sta riducendo il consumo di carne diventando “flessitario”, incentrando la propria dieta su alimenti a base vegetale senza eliminare completamente la carne.

Harvest Gourmet ha già firmato accordi per la fornitura di catene di ristoranti globali e regionali, tra cui Element Fresh in Cina, KyoChon in Malesia e Carl’s Jr a Singapore. Fornirà anche una domanda crescente nel retail, a partire dalla Cina con Tmall e Hema.

Dare alle persone sapori e piatti familiari è davvero importante per convincere più persone a provare alternative di carne, motivo per cui Nestlé si sta assicurando che i prodotti locali siano progettati per il gusto asiatico e le applicazioni della cucina locale come gnocchi, frittura in padella, brasatura, katsudon e altro . Nella vendita al dettaglio, i primi piatti preparati in Cina includono versioni a base vegetale di classici locali come il pollo Gong Bao e le polpette brasate.

Chris Johnson, CEO di Nestlé per Asia, Oceania e Africa: “Stiamo davvero andando ‘oltre il panino’ per catturare i gusti locali e convincere le persone a provare opzioni a base vegetale. Riteniamo che più persone scelgono il cibo a base vegetale, meglio per loro e per il pianeta. Ecco perché siamo in prima linea in questo cambiamento e investiamo per il futuro “.

Nestlé ha investito molto in Asia per sostenere il crescente interesse per le proteine ​​vegetali. Ciò include gli impianti di produzione a Tianjin, in Cina e Shah Alam, in Malesia, con quest’ultimo certificato halal.

A livello mondiale, Nestlé ha circa 300 R & D scienziati, ingegneri e sviluppatori di prodotti dedicati alla ricerca e sviluppo di prodotti a base di piante. Per adattare i prodotti alle esigenze dei consumatori asiatici, l’azienda fa leva sui suoi centri di ricerca e sviluppo a Singapore, Pechino, Cina, nonché a Manesar, in India.

Tecnologi alimentari, scienziati e chef adattano le alternative di carne e latticini alle preferenze locali utilizzando ingredienti di provenienza regionale e ricette semplificate ispirate ai piatti preferiti in tutta l’Asia. Utilizzando tecnologie proprietarie, assicurano la giusta consistenza, gusto e un profilo nutrizionale superiore. Lavorando a fianco degli esperti della ristorazione, realizzano anche prodotti fuori casa per l’uso nelle cucine professionali, tenendo conto delle loro specifiche esigenze di cottura e servizio.

Thomas Hauser, Head of Global Product and Technology Development di Nestlé: “Siamo costantemente alla ricerca di nuove tecnologie e ricette per offrire un’ampia gamma di prodotti vegetali dal gusto eccezionale, nutrienti e sostenibili sia per la vendita al dettaglio che per l’esterno. Le nostre capacità di innovazione locale in Asia ci consentono di accelerare l’innovazione di straordinarie alternative a base vegetale che i consumatori asiatici adorano “.

Ben nota per i suoi marchi di vendita al dettaglio, Nestlé ha anche una forte attività per i clienti di ristoranti e servizi di ristorazione, dalle grandi catene ai piccoli caffè e bar. In collaborazione con gli chef del settore, gli chef interni di Nestlé sviluppano applicazioni di menu nelle cucine locali per consentire ai clienti di deliziare i propri commensali.

Tahira Shiraz-Longden, Vice President, Food – Nestlé Professional (Asia, Oceania e Africa): “Con oltre il 40% dei consumatori asiatici che scelgono di mangiare meno o niente carne nella loro dieta, la domanda di alimenti a base vegetale non è più una tendenza alimentare, è un cambiamento sociale. Che sia motivato dalla salute personale o da un pianeta più sostenibile, siamo entusiasti di portare la nostra conoscenza e competenza a base vegetale in questa regione e adattarci ai gusti locali. Siamo fiduciosi che con i suoi sapori e le sue consistenze sensazionali, Harvest Gourmet farà innamorare la regione del cibo a base vegetale “.