Aprile 10, 2021

Coldiretti dona 2000 chili di prodotti alimentari ad Asp.

L’assessore Coletti: “Tante famiglie in difficoltà ritroveranno la dignità di un pasto con prodotti italiani di qualità”

Sono 2000 i chili di prodotti alimentari della filiera italiana di alta qualità che finiranno nella settimana di Pasqua sulle tavole delle famiglie ferraresi più colpite economicamente dalla pandemia. Nella mattinata di oggi (venerdì 2 aprile) nella sede Asp Ferrara di via Ripagrande, alla presenza dell’assessore comunale alle Politiche Sociali Cristina Coletti, dell’amministratore unico di Asp Cristina Pellicioni e del direttore generale (facente funzione) Fabrizio Samaritani, il direttore di Coldiretti Ferrara Alessandro Visotti ha donato 40 pacchi contenenti ognuno 50 chili di pregiati alimenti del Made in Italy come pasta, formaggi, biscotti, olio, carne, sughi e scatolame. I pacchi di alimenti sono stati quindi destinati ai nuclei familiari in stato di bisogno già individuati dai servizi sociali.

“L’auspicio – ha sottolineato l’assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti – è che il gesto dal grande cuore operato in questo periodo da Coldiretti possa essere l’inizio del rilancio per tanti nostri concittadini che da lunghissimi mesi stanno soffrendo in maniera drammatica le conseguenze dell’epidemia. La dignità passa anche attraverso la consumazione di un pasto completo composto da prodotti di qualità, e con oggi tante famiglie hanno la possibilità di ritrovarla. Il buon cibo inoltre contribuisce a dare un sostegno morale, prima che fisico”. L’iniziativa, organizzata a livello nazionale da Coldiretti si chiama infatti ‘A sostegno di chi ha più bisogno’, e coinvolge numerose aziende del sistema agroalimentare italiano: “Esprimiamo tanta gratitudine – ha proseguito l’assessore Coletti – per le tante azioni che si sono susseguite da un anno a questa parte per aiutare in maniera concreta le fasce più fragili della popolazione. Per tutto questo tempo, il Comune di Ferrara ha sempre fatto la propria parte, ma senza l’apporto delle numerose organizzazioni che ogni giorno si sono adoperate con noi per sostenere i cittadini più in difficoltà tutto sarebbe stato più complicato. La risposta che tutta la città ha dato, e continua a dare, ha fatto sì che si creasse una rete solida in nome della solidarietà, e con questa donazione Coldiretti non fa altro che rafforzarla. Un grazie può apparire scontato ma è più che mai doveroso”.

“Si tratta di un’operazione – ha affermato Alessandro Visotti, direttore di Coldiretti Ferrara – che vuole essere un segnale di speranza. Abbiamo voluto dare un segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana verso le fasce della popolazione più colpite dalle difficoltà economiche. Il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza diventi un impegno strutturale che aggiunge valore etico alla spesa quotidiana degli italiani e dei concittadini ferraresi. Pensiamo che gli oltre 2000 chili di prodotti veri emblemi del Made in Italy, pur nella consapevolezza dei limiti delle nostre possibilità, potranno contribuire a donare un po’ di serenità a famiglie che oggi hanno bisogno di supporto anche per le necessità più basilari come il buon cibo”.

[Nella foto – scaricabile in fondo alla pagina – un momento della consegna dei prodotti alimentari svoltasi venerdì 2 aprile 2021 nella sede Asp di via Ripagrande a Ferrara]