Luglio 24, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

American Airlines e Deloitte sono pionieri nella soluzione di mercato per ridurre le emissioni di carbonio dai viaggi aerei

FORT WORTH, Texas – American Airlines e Deloitte hanno annunciato oggi una collaborazione innovativa per promuovere l’uso del carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) per ridurre le emissioni dell’aviazione. L’accordo sulle emissioni SAF tra American e Deloitte riduce le emissioni del ciclo di vita dell’aviazione di 3.050 tonnellate di anidride carbonica (CO2), che equivalgono a circa 10.000 passeggeri che volano di sola andata da New York City a Los Angeles.

Programma pilota innovativo progettato per aumentare la produzione di carburante per aviazione sostenibile

FORT WORTH, Texas – American Airlines e Deloitte hanno annunciato oggi una collaborazione innovativa per promuovere l’uso del carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) per ridurre le emissioni dell’aviazione. L’accordo sulle emissioni SAF tra American e Deloitte riduce le emissioni del ciclo di vita dell’aviazione di 3.050 tonnellate di anidride carbonica (CO2), che equivalgono a circa 10.000 passeggeri che volano di sola andata da New York City a Los Angeles.

Questa è una delle prime collaborazioni tra un’organizzazione che cerca di ridurre le emissioni nette dei viaggi d’affari e una compagnia aerea statunitense che utilizza SAF nelle sue operazioni quotidiane. Ciò offre a Deloitte un’opportunità nel settore dell’aviazione per contribuire a raggiungere il suo ambizioso obiettivo di ridurre del 50% le emissioni di viaggi d’affari per dipendente entro il 2030. Deloitte riconosce l’importanza di SAF nel migliorare la sua capacità di connettersi con i clienti attraverso viaggi di lavoro sostenibili.

“Riconosciamo il ruolo importante svolto dalla comunità imprenditoriale nel facilitare la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. È un compito monumentale che nessuna organizzazione può risolvere da sola, motivo per cui non vediamo l’ora di lavorare con American Airlines su un nuovo concetto per accelerare l’adozione di una fonte di carburante in grado di ridurre drasticamente le emissioni dell’aviazione “, ha affermato Joe Ucuzoglu, CEO di Deloitte negli Stati Uniti. . “Per compiere progressi significativi nella lotta al cambiamento climatico, è fondamentale che le organizzazioni continuino a collaborare attraverso soluzioni innovative e azioni coraggiose”.

Deloitte e American riconoscono che SAF è uno strumento importante per ridurre le emissioni del trasporto aereo, sebbene non sia ancora disponibile alla scala o al prezzo necessario per ridurre le emissioni in modo significativo. Questa collaborazione esplorerà come una nuova soluzione basata sul mercato – un certificato che assegna il valore di riduzione delle emissioni di SAF – può avvantaggiare le aziende che cercano di ridurre le emissioni dei viaggi d’affari Scope 3.

“Investire nella decarbonizzazione dell’aviazione è un imperativo per la nostra azienda e il nostro settore”, ha affermato Doug Parker, Presidente e CEO di American. “Mentre lavoriamo verso il nostro obiettivo di raggiungere le emissioni nette zero entro il 2050, sappiamo di poter aiutare ad accelerare la transizione ai viaggi aerei a basse emissioni di carbonio attraverso collaborazioni come queste, soddisfacendo le esigenze dei nostri clienti e del pianeta. Siamo orgogliosi ed entusiasti di lavorare con Deloitte per portare avanti la nostra visione condivisa per un futuro più sostenibile “.

Il certificato SAF è un concetto in fase di sviluppo dall’iniziativa Clean Skies for Tomorrow del World Economic Forum , volta a sbloccare nuovo capitale per aumentare la produzione SAF sfruttando l’ambizione degli obiettivi climatici aziendali per ridurre le emissioni dei viaggi d’affari. SAF, insieme ai certificati, può essere utilizzato dalle aziende per contribuire a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità.

“Riconosciamo che l’azione più immediata per ottenere un volo a emissioni zero è l’investimento e il rapido aumento della produzione e dell’uso sostenibili di carburante per l’aviazione, che a sua volta richiederà meccanismi di regolamentazione innovativi e chiari segnali di domanda”, ha affermato Christoph Wolff , Capo del programma Shaping the Future of Mobility presso il World Economic Forum. “Siamo lieti di vedere questa dimostrazione da parte di Deloitte e American Airlines che un nuovo meccanismo basato sul mercato è praticabile e può aiutare a soddisfare le esigenze delle società con obiettivi climatici ambiziosi”.

LAX in Los Angeles. Photo by Brandon Wade for American Airlines

L’impegno di Deloitte per la sostenibilità

Il nostro scopo è realizzato attraverso il nostro impegno a guidare scelte climatiche responsabili come parte dell’ambizione di WorldClimate ea sostegno dell’Accordo di Parigi.

Riconosciamo che il cambiamento inizia all’interno. Deloitte si è fissata degli standard, compreso il raggiungimento di zero emissioni nette entro il 2030. Cercheremo anche di entrare in contatto con gli altri, responsabilizzando i nostri professionisti e coinvolgendo il nostro ecosistema più ampio, per creare soluzioni che facilitino la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Ciò richiederà reinventare, reinventare e ridisegnare molte delle esperienze quotidiane della nostra vita, nonché il modo in cui operano le imprese e le economie.

Strategia americana per il cambiamento climatico

In risposta alla pressante sfida globale del cambiamento climatico, American ha fissato l’obiettivo di raggiungere le emissioni nette di carbonio zero entro il 2050 e ha sviluppato un percorso chiaro per raggiungerlo. La riduzione dell’uso del carburante per aviogetti tradizionale è un obiettivo centrale della strategia sul cambiamento climatico della compagnia aerea, motivo per cui American ha intrapreso la più ampia iniziativa di sostituzione della flotta nella storia dell’aviazione commerciale e si è impegnata ad acquistare 9 milioni di galloni di carburante per aviazione sostenibile nei prossimi tre anni. Quel SAF soddisfa o supera tutte le caratteristiche prestazionali del carburante per aviogetti a base di petrolio, ma è costituito da materie prime provenienti da fonti sostenibili e ha emissioni di CO2 del ciclo di vita inferiori di almeno il 75% rispetto a quelle del carburante per aviogetti a base di petrolio.

A lungo termine, American sta lavorando per facilitare progressi più ampi nella politica, nei mercati, nelle infrastrutture e nella tecnologia che alla fine consentiranno la transizione all’aviazione a basse emissioni di carbonio. Sebbene ci siano molti passi che la compagnia aerea può intraprendere per ridurre la sua impronta di carbonio, la transizione verso un futuro dell’aviazione a basse o zero emissioni di carbonio dipenderà dagli sforzi combinati del settore privato e dalle politiche efficaci dei governi a tutti i livelli, insieme ai progressi nella cellula del velivolo. , motori e tecnologie del carburante. Maggiori informazioni sulla strategia di sostenibilità di American sono disponibili nell’ultimo rapporto ESG della compagnia aerea .

JFK Airport in New York. Photo by Brandon Wade for American Airlines