Agosto 2, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Tra ossessione e teatro. Una nuova avventura del Commissario Montalbano con “Il metodo Catalanotti”

L’amatissimo personaggio del Commissario Montalbano tornerà in prima serata su Rai1 lunedì 8 marzo con un nuovo attesissimo film: “Il metodo Catalanotti”. La regia di questo nuovo capitolo è di Alberto Sironi e Luca Zingaretti, che ha ricoperto il ruolo di regista a seguito della scomparsa di Sironi.


Dopo la perdita di Andrea Camilleri e di Alberto Sironi (ricordati con grande rispetto durante la conferenza stampa), il grande pubblico si chiede adesso che cosa ne sarà di uno dei suoi personaggi preferiti. Il produttore Carlo degli Esposti, ben consapevole dell’apprensione del pubblico, ha affermato con certezza che Montalbano è eterno nella mente e nel cuore degli spettatori.

Il legame tra Montalbano e il pubblico è un patto che non tradisce e non delude: è un circolo virtuoso tra la grande letteratura di Camilleri e la grande televisione italiana.


Questa nuova avventura vedrà Montalbano impegnato nelle indagini sull’omicidio di un uomo, Carmelo Catalanotti, regista teatrale ideatore di un particolare metodo di recitazione centrato sull’entrare in contatto con i propri lati oscuri.

Il tema del teatro, tipicamente Pirandelliano, è stato uno dei temi più cari alla scrittura di Camilleri: l’ossessione per il teatro rappresenterà infatti, in questo caso enigmatico, un punto di snodo fondamentale, rivelando anche aspetti nascosti e mai visti del Commissario Montalbano. Allo spettatore sarà data la possibilità di scoprire che dentro il grande personaggio, dentro all’uomo tutto d’un pezzo, c’è una crepa: è proprio tale crepa che dona al pubblico emozione e sentimento. La novità è puramente umana e sentimentale.


Trattare il tema del teatro è fondamentale anche per il periodo storico che ci troviamo a vivere, un momento in cui i lavoratori dello spettacolo richiedono l’attenzione delle istituzioni, come ricordato in conferenza stampa anche da Luca Zingaretti, socio fondatore di UNITA (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo). Sicuramente anche questo aspetto contribuirà a muovere emozioni profonde nel cuore dello spettatore e ad appassionarlo ancora di più ad uno dei personaggi più amati della televisione italiana.