27 Febbraio, 2021

VHIT, azienda del Gruppo Bosch, premiata dal CONAI

Il CONAI ha scelto di premiare la soluzione di VHIT nell’ambito delle attività di prevenzione rivolte alla sostenibilità ambientale dei propri imballaggiLa soluzione di packaging di una pompa del vuoto presentata da VHIT consente di passare da 3 componenti di imballo ad un unico elemento che assolve tutte le funzioniIl Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI) ha scelto di premiare la soluzione di VHIT Spa (Vacuum and Hydraulic Products Italy), azienda del Gruppo Bosch in Italia, in riferimento all’ottimizzazione della logistica e alla semplificazione del sistema imballo. Lo stabilimento di Offanengo si è, infatti, distinto nel bando per l’Ecodesign degli imballaggi nell’economia circolare. Tale bando è rivolto a tutte quelle aziende che nel biennio 2018-2019 hanno investito in attività di prevenzione rivolte alla sostenibilità ambientale dei propri imballaggi, andando ad agire su leve come: riutilizzo, facilitazione delle attività di riciclo, risparmio di materia prima, utilizzo di materie provenienti da riciclo, ottimizzazione della logistica, semplificazione del sistema di imballo e ottimizzazione dei processi produttivi. La soluzione presentata da VHIT è relativa all’imballaggio utilizzato per la spedizione di una pompa del vuoto per i propri clienti. Nella vecchia configurazione, il packaging consisteva nell’utilizzo di una cassetta di plastica rigida (KLT), un termoformato e un separatore in plastica.

A causa di vincoli legati al peso massimo della cassetta, non era possibile occupare tutte e tre le posizioni per cui il blister inizialmente era stato studiato e questo comportava una mancata ottimizzazione dello spazio disponibile. Considerando la possibilità di alloggiare 2 pompe per cassetta e 25 cassette per pallet, l’unità di movimentazione era pari a 50 pompe. Nella nuova configurazione, il packaging proposto è formato da un unico elemento: un termoformato auto-portante. Considerando 2 pompe per termoformato e 60 termoformati per pallet, l’unità di movimentazione diventa 120 pompe.Il CONAI ha scelto di premiare la soluzione di VHIT in riferimento all’ottimizzazione della logistica e alla semplificazione del sistema imballo. Per la prima si intende il miglioramento delle operazioni di handling, stoccaggio e trasporto. Nel caso presentato da VHIT, l’aumento del numero di pompe per unità di movimentazione da 50 a 120 ha avuto un impatto positivo sullo spazio necessario allo stoccaggio dei pallet, sul numero di operazioni di movimentazione e sul numero di trasporti organizzati per la spedizione verso il cliente. Per semplificazione del sistema imballo, invece, si fa riferimento all’integrazione di più funzioni in una sola componente dell’imballo, eliminando un elemento e quindi semplificando il sistema.

Oggi le aziende sono chiamate a rispondere a una grande sfida: realizzare un packaging sostenibile, intelligente e che diventi uno strumento di comunicazione a diversi livelli. Integrare sostenibilità ambientale ed economica è la missione per un futuro che è già cominciato” ha dichiarato Corrado La Forgia, Amministratore Delegato di VHIT Spa.Lo strumento utilizzato per la valutazione dei casi presentati dalle aziende partecipanti al bando è chiamato Ecotool, tool informatico che applica il Life Cycle Assessment (LCA), ovvero un procedimento scientifico ed oggettivo di valutazione dei carichi energetici e ambientali relativi al sistema analizzato, effettuato attraverso l’identificazione delle risorse energetiche, dei materiali usati e dei rifiuti rilasciati nell’ambiente lungo tutto il ciclo di vita del prodotto.