1 Marzo, 2021

Un Martedì Grasso infuocato e “futuristico” concluderà la Settimana Grassa 2021

L’appuntamento sarà aperto dagli artisti di “Umanesimo Artificiale
per poi lasciare spazio a Carlo Simoni con il Canto I dell’inferno

Tutto pronto per l’atto finale della Settimana Grassa “Digital Edition” che da Giovedì Grasso (11 febbraio) ha regalato appuntamenti legati al Carnevale e a Dante Alighieri, trasmessi in diretta streaming sui social dell’Ente Carnevalesca, del Comune di Fano, dei media e su Fano Tv. Una serie di serate che hanno spaziato dalla grande musica dell’Orchestra Sinfonica Rossini, al dj set di un mostro sacro della House Music come Joe T. Vannelli, passando per rappresentazioni teatrali che hanno ripercorso alcuni dei Canti più belli della Divina Commedia.

La settimana grassa si concluderà come vuole la tradizione, ossia con il Martedì Grasso e il rogo del Pupo. Anche in questo caso purtroppo la pandemia non permetterà di assistere di persona al consueto rito che spazza via tutti i peccati commessi durante il periodo del Carnevale, ma lo si potrà seguire in diretta tramite i canali sopra indicati.

La serata avrà inizio alle 21 con la Fabbrica del Carnevale vestita a festa. Via con il countdown dal 1321(anno di morte di Dante) che, allo scoccare del 2021, lascerà la scena al presente grazie ad Umanesimo Artificiale. “E sol volgea con l’altro fio” lo spettacolo realizzato dall’associazione che proporrà una reinterpretazione dell’ inferno dantesco attraverso algoritmi di intelligenza artificiale. Una celebrazione delle nuove forme di linguaggio applicate all’arte in un continuo loop tra uomo e macchina e tra reale ed artificiale. Lo spettacolo sarà impreziosito da una danza tra la ballerina Celeste Sambuchi e un drone. Una scena surreale accompagnata da alcuni versi, sempre prodotti dagli algoritmi,  recitati dalla presidente Maria Flora Giammarioli.

Si tornerà poi indietro di 700 anni dove all’attore Carlo Simoni reciterà alcuni versi del  Canto I dell’inferno.  

Il Martedì Grasso si concluderà con il sindaco del Carnevale Dante Alighieri che riconsegnerà fascia e chiavi della città, al primo cittadino Massimo Seri il quale, assieme alla presidente, darà alle fiamme il Pupo chiudendo ufficialmente la Settimana Grassa 2021.

“Nonostante le difficoltà – ha commentato la presidente Maria Flora Giammarioli -, questa nuova operazione ci sta dando soddisfazioni. Gli appuntamenti che abbiamo proposto sono stati seguiti da tante persone e siamo sicuri che anche il Martedì Grasso non sarà da meno. I fanesi hanno voglia di Carnevale e noi abbiamo cercato di dargli qualcosa che per quanto possibile lo ricordasse. Una settimana non troppo comica e sguaiata anche per rispetto nei confronti del periodo che stiamo vivendo e soprattutto verso coloro che a causa di questa pandemia hanno perso molto. Abbiamo inoltre voluto valorizzare i professionisti del territorio coinvolgendoli il più possibile nelle varie puntate della Settimana Grassa. Anche gli artisti, che soffrono terribilmente il lungo periodo di fermo, non sono stati lasciati da parte, attori, registi, tecnici e  maestri carristi i quali  entro la fine del mese dovranno consegnare i bozzetti per la realizzazione dei carri per il Carnevale 2021. Ribadisco che i carri si faranno e verranno utilizzati durante la stagione estiva in base a ciò che ci sarà permesso fare. Il nostro unico fine in questa particolare edizione è stato tutelate gli artisti e le maestranze come qualsiasi azienda fa con i propri lavoratori”.

L’Ente Carnevalesca ringrazia per la vicinanza gli sponsor che hanno comunque supportato questa edizione digitale del Carnevale di Fano, a partire dalla Bcc, passando poi per Profilglass, Pietrelli Porte, Pesceazzurro, Brico Center, e Fanocenter.