Luglio 31, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Carnevale di Venezia 2021: tradizionale, emozionale, digitale. Un’edizione streaming

Alcuni dati sull’edizione 2021 conclusasi oggi, martedì 16 febbraio.

VeneziaL’edizione digitale straordinaria del Carnevale di Venezia 2021 è giunta al termine dopo otto giorni di ricca attività online e con un’ottima risposta da parte del pubblico nazionale e internazionale. Il Sindaco Luigi Brugnaro: “Edizione unica nel suo genere. La cosa più importante era far capire al mondo e a chi ama la nostra città e il Carnevale in particolare, che Venezia è viva ed è pronta a ripartire proprio dalle sue tradizioni e dall’innovazione”.

Trasmissione, in migliaia collegati allo streaming quotidiano

Dal 6 al 7 febbraio e dall’11 al 16 febbraio, 8 puntate in streaming trasmesse da Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia, a partire dalle ore 17.00 per circa un’ora e mezza, in diretta sul sito del Carnevale, sui suoi canali social e su Televenezia (canale 71 del digitale terrestre). Una carrellata di interviste, curiosità e racconti sul Carnevale presente e passato – dalla storia delle dodici Marie al Volo dell’Angelo, dalle sue maschere più famose ai costumi e ai travestimenti, dal teatro alla trasgressione – , per un totale di oltre 15 ore di trasmissione in diretta;

Per ciascuna puntata, sono stati impegnati ogni giorno 12 ospiti, 10 tecnici e 10 artisti per un totale di 150 maestranze tecnico artistiche coinvolte.

In onda su sito ufficiale del Carnevale (15mila contatti giorno), sui canali social del Carnevale di Venezia (Fb oltre 90mila, iG 30mila circa) e su Televenezia. Tantissime le interazioni con il pubblico collegato da tutto il mondo durante le dirette Facebook.

Mille partecipanti alle Virtual Room

24 Stanze Virtuali del Carnevale di Venezia, di cui 20 dedicate ai bimbi e ai ragazzi di età compresa tra i 7 ai 17 anni, in diretta dalle sale di Ca’ Vendramin Calergi, hanno intrattenuto grandi e bambini, previa registrazione sul sito ufficiale del Carnevale. In particolare, per i più piccoli, il Kids Carnival ha proposto laboratori, performance, racconti interattivi, e un’edizione digitale del concorso La Mascherina più Bella. Per gli adolescenti, il Teen Carnival ha proposto travestimenti, tutorial, contest, meet&greet con gli influencer del momento: Alice de Bortoli (con l’edizione delle pillole Alice al Carnevale di Venezia e con la virtual dedicata alla maschera) e Diego Fusina con il Tik Tok Carnival Challenge.

4 Stanze Virtuali sono state dedicate al concorso della Maschera più bella che ha vistooltre 1000 partecipanti. Aperto alle persone di tutte le età, il tradizionale concorso de La Maschera più Bella si è svolto quest’anno in forma digitale. I partecipanti, iscritti sul sito ufficiale, sono stati selezionati dalla giuria composta dal Team Artistico del Carnevale di Venezia riunita in studio, e hanno partecipato alle dirette degli appuntamenti giornalieri nelle Stanze Virtuali sino sabato 13 febbraio. I finalisti hanno poi sfilato in diretta streaming su tutti i canali ufficiali del Carnevale di Venezia e su Televenezia domenica 14 febbraio. Il vincitore – quest’anno due maschere a pari merito, La Medichessa della Peste ( Castel San Lorenzo, Italia) e  La gioia di vivere (Amburgo, Germania) sarà ospite speciale del Carnevale di Venezia 2022.

Per ciascun collegamento dalla Stanza Virtuale, sono stati impegnati 4 tecnici, 2 animatori.

Produzione e trasmissioni di 50 “Storie di Carnevale”

Ogni giorno inoltre, durante le puntate e sui canali social, sono state prodotte e trasmesse le Storie di Carnevale, oltre 50 brevi clip da 4 minuti in totale, appositamente realizzate per l’edizione 2021, che hanno permesso di scoprire i protagonisti – artisti, artigiani, costumisti – ma anche i luoghi del Carnevale, dalle origini al Carnevale dei giorni nostri: dai musei ai teatri, dagli atelier ai laboratori di maschere, dagli esercizi commerciali ai ristoranti, ai bàcari, alle pasticcerie e ai caffè dove si apprezzano le golosità tipiche del momento.

Sono stati coinvolti gli atelier di costumi tipici del Carnevale e le maestranze dell’artigianato veneziano, nonché le botteghe dei mascareri tramite l’omonima compagnia. Inoltre è stata promossa l’enogastronomia e l’ospitalità del periodo carnevalizio attraverso il coinvolgimento di bàcari, ristoranti, pasticcerie, panetterie.

E’ stata un’edizione del Carnevale unica nel suo genere alla quale hanno lavorato moltissime persone – è il commento del Sindaco di Venezia Luigi BrugnaroVorrei ringraziare tutti per l’impegno e per i risultati ottenuti con le dirette streaming. La cosa più importante era far capire al mondo e a chi ama la nostra città e il Carnevale in particolare, che Venezia è viva ed è pronta a ripartire proprio dalle sue tradizioni e dall’innovazione. Questo racconto in televisione e sui social della storia e delle tradizioni della nostra Città, che ha coinvolto anche le categorie produttive, gli artigiani, le maestranze e soprattutto tanti giovani che hanno interagito con le virtual room, – prosegue il Sindaco – è stato un esperimento utile anche in vista delle celebrazioni dei 1600 anni della Città che inizieranno il prossimo 25 marzo e che saranno una grande e importante occasione di rilancio per la Città e tutto il territorio metropolitano.”

Marie del Carnevale

Il Carnevale di Venezia 2021 ha tenuto fede alla tradizione, portando a compimento l’elezione della Maria del Carnevale 2020, rimasta in sospeso dalla scorsa edizione. Presentate a gruppi di tre dal Principe Maurice, grande cerimoniere del Carnevale di Venezia, all’interno di ogni trasmissione dall’11 al 14 febbraio, le Marie vincitriciMara Stefanuto, Maria del Carnevale 2020-2021 e Gioia Mayer, Maria del Gazzettino 2020-2021 – sono state selezionate lunedì 15, in collegamento online con la giuria, e poi presentate al pubblico con la vestizione dell’Atelier Pietro Longhi, martedì grasso, 16 febbraio, in streaming sul sito e sui canali social ufficiali del Carnevale.

Mara Stefanuto volerà come Angelo del Carnevale dal campanile nell’edizione 2022, domenica 20 febbraio.

Il Carnevale di Venezia a Cortina, per i Mondiali di Sci 2021

Venezia è stata protagonista sulla neve di Cortina grazie alla magia del suo Carnevale condita dalla creatività e dalla fantasia di Antonia Sautter, stilista e direttore artistico de Il Ballo del Doge. La magia unica di uno degli appuntamenti più esclusivi del Carnevale questa volta ha offerto in mondovisione una spettacolare sfilata di sontuosi abiti storici e costumi d’epoca dell’atelier Sautter. Il tutto condito dalle suggestive immagini di Venezia curate da Oliver Astrologo per una produzione appositamente commissionata da VELA, la società partecipata del Comune di Venezia che organizza e cura il Carnevale di Venezia.

Per la Cerimonia di Apertura dei Mondiali di Cortina 2021, Antonia Sautter ha ideato una parata storica e allegorica con protagonistiuna Venezia Golden Age, Il Doge e la Regina di Cipro Caterina Cornaro, la Corte dei Dignitari della Serenissima, il mercante e viaggiatore Marco Polo e la cortigiana Veronica Franco. Accompagnata in corteo da Nettuno, una Venezia Regina del Mare ha poi reso omaggio a Cortina, Regina delle Dolomiti, rappresentata dalla campionessa mondiale olimpica Tina Maze, vestita con l’abito bianco a fiocchi di neve, cristalli e perle realizzato appositamente per l’occasione. Venezia, ha portato simbolicamente, in dono a Cortina la fantasmagorìa del suo Carnevale, contenuta in una emblematica cornucopia.

Mediaticità

Il Carnevale di Venezia 2021 in edizione digitale ha richiamato l’attenzione di oltre 30 servizi giornalistici nazionali e internazionali dedicati a testimonianza della vitalità del brand Carnevale di Venezia. Un’azione di promozione del Carnevale di Venezia che ci traghetta alla prossima edizione della manifestazione che si svolgerà dal 12 febbraio al 1 marzo 2022.

“Un grazie, dunque, – conclude Luigi Brugnaro – a tutti coloro che hanno lavorato e partecipato a questo Carnevale. Il nostro è solo un arrivederci all’edizione del 2022”.