1 Marzo, 2021

Segnali di ripartenza dai musei lombardi


Con il passaggio in zona gialla, molti musei, fondazioni e spazi espositivi della Lombardia riaprono i propri spazi al pubblico.

Finalmente possiamo tornare ad ammirare dipinti, sculture, opere d’arte godendo dell’emozione insostituibile di ammirare un capolavoro dal vivo

Scopriremo una nota comune nelle mostre riaperte negli spazi espositivi lombardi: un filo conduttore rosa, che vede le donne protagoniste di rassegne, mostre monografiche ed eventi.  Ecco quindi le mostre in corso e in apertura in Lombardia che non potete proprio perdere! 

Ricordate che i musei e tutti gli spazi dell’arte sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì e chiusi nel fine settimana e che prenotare online è la scelta migliore (a volte obbligatoria) per evitare code e inconvenienti.

I talenti delle donne, nei musei milanesi riaperti 
Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Fede Galizia, Giovanna Garzoni: queste alcune artiste protagoniste della mostra Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600, ospitata dal 2 marzo fino a giugno a Palazzo Reale, a Milano, nell’ambito del palinsesto del Comune di Milano “I talenti delle donne”. Un racconto tutto al femminile di una creatività fertile e generosa, di abilità compositive inedite e di talenti da scoprire e ammirare.

Cambiamo epoca, restando a Milano: alla Fabbrica del Vapore è nuovamente visitabile fino ad aprile la mostra Frida Khalo.

Il caos dentro dedicata alla grande e originale interprete dell’arte messicana del ‘900. Un percorso multimediale interattivo ricostruisce la casa della pittrice, regalando un’immersione a 360 gradi nel mondo magico della donna e dell’artista.

Il Messico è evocato anche nella mostra Donne, Messico e libertà in arrivo al Mudec di Milano, dedicata a Tina Modotti, fotografa, attrice e attivista italiana morta nel 1942, a soli 46 anni, a Città del Messico. Stampe, lettere e video ne testimoniano la creatività, lo spirito libero e l’impegno sociale e politico.

Visitabile fino a giugno al Museo del ‘900, a Milano, Carla Accardi. Contesti, è la prima monografica della pittrice trapanese scomparsa 6 anni fa. Opere, dipinti, installazioni, plastici documentano la vivace produzione della prima astrattista italiana di fama internazionale.

Torna a volare su Brescia la Vittoria Alata 
I Musei Civici di Brescia riprendono l’attività regalando ai visitatori l’ingresso gratuito in tutte le sedi per l’intero febbraio, su prenotazione. Grande protagonista della riapertura la Vittoria Alata, straordinaria statua romana esposta, dopo il restauro, nell’allestimento progettato al Capitolium da Navarro Baldeweg, al quale è dedicata la mostra Juan Navarro Baldeweg. Architettura, pittura, scultura