2 Marzo, 2021

Nestlé e l’ETH di Zurigo istituiscono un programma di ricerca per ridurre l’impronta di carbonio delle materie prime agricole

Nel quadro di un nuovo programma di ricerca agricola, Nestlé e l’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo (ETH Zurigo) esploreranno soluzioni interdisciplinari per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici, aumentando la qualità nutrizionale e la resa nell’agricoltura da latte e colture. Nestlé investe  CHF 2,8 milioni in questo programma di ricerca completo.

Il programma, coordinato dal World Food System Center presso l’ ETH di Zurigo, si compone di due grandi aree di ricerca: colture agricole e allevamento di latte. La ricerca sulle colture agricole si concentrerà sul valore nutritivo delle colture, comprese fibre, proteine ​​e micronutrienti. Particolare attenzione sarà data all’individuazione delle colture più adatte come ingredienti per gustose e nutrienti alternative vegetali a carne, frutti di mare e latticini. La ricerca sull’allevamento lattiero-caseario si concentrerà sulla riduzione delle emissioni di gas serra negli allevamenti.

Stefan Palzer, CTO di Nestlé , ha dichiarato: “Siamo lieti di estendere la nostra collaborazione di lunga data con l’ ETH di Zurigo – una delle principali istituzioni accademiche del mondo – alle scienze agrarie, per ridurre l’impronta di carbonio delle materie prime agricole. Lo sviluppo di più clima – ingredienti e prodotti amichevoli sono un’area di interesse chiave per Nestlé per contribuire a ridurre la nostra impronta di carbonio globale “.

Il presidente dell’ETH di Zurigo, Joël Mesot, ha aggiunto: “Non vediamo l’ora di continuare una lunga tradizione di collaborazioni con Nestlé come partner di fiducia. Solo lavorando insieme tra discipline e settori saremo in grado di fornire cibo sostenibile e sicuro a lungo termine . “

Il nuovo programma di ricerca integra una serie di collaborazioni esistenti con i due istituti federali svizzeri di Zurigo (ETH Zurigo) e Losanna (EPFL), su argomenti come l’ingegneria alimentare, la nutrizione e, più recentemente, l’imballaggio sostenibile . La Future Food Initiative è stata lanciata nel 2019, con Nestlé e l’ ETH di Zurigo come due dei cofondatori.